Giardinaggio efiori.com

Giardinaggio efiori.com (http://giardinaggio.efiori.com/forum/index.php)
-   Appunti di viaggio: Approfondimenti (http://giardinaggio.efiori.com/forum/appunti-di-viaggio-approfondimenti-f140/)
-   -   Villa Pisani (II parte) (http://giardinaggio.efiori.com/forum/appunti-di-viaggio-approfondimenti-f140/13670-villa-pisani-ii-parte.html)

nature'sworld 21-06-10 12:02

Villa Pisani (II parte)
 
Entrare attraverso il varco del cancello nella corte degli agrumi significa cambiare nuovamente tipologia di giardino: ci si trova dinanzi a un luogo segreto, protetto da muri e rampicanti, con varie aiuole dal preciso disegno tenute a prato, qualche albero ad alto fusto come Magnolia grandiflora e, lungo i bordi dei sentieri, grandi vasi in terracotta contenenti diverse specie di agrumi: limoni, pompelmi, arance, mandarini…


Sono presenti anche un edificio che ad alcuni può ricordare lo stile giapponese, una serra a grandi finestroni con telaio in legno, un'altra più bassa con una parete di finestre vetrate e vari edifici minori, destinati all'uso paziente dei, purtroppo pochi, giardinieri, che seminano, piantano, ripicchettano le varie specie vegetali destinate poi ad essere parte di aiuole e bordure.

Benché la parte centrale del giardino con il prato e la vasca sia caratterizzata dallo stile del classico giardino italiano, con bossi intagliati, siepi geometriche e ninfee, quella intorno, tra l'orangerie e il labirinto, è invece più selvaggia, con bordure non costituite da annuali come si nota a Versailles o nei parchi cittadini, ma prevalentemente di erbacee perenni, come Gaura, Anemone japonica bianchi e rosa, Hemerocallis, rose, Tradescantia, Verbena bonariensis, il tutto però in continuazione con il resto del parco grazie alla costante presenza di impianti architettonici e statue.


Questa parte è pure abbastanza ombrosa, grazie ai grandi alberi che, in alcuni punti, assumono quei caratteri di possenza e sacralità propri di luoghi appartenenti a secoli scorsi, in una sorta di ritorno al passato grazie alla coesistenza di delicate ed eleganti strutture: più piccole, come la torretta del labirinto, o più grandi, come la Coffee House dalla magica scalinata, o dotate della massima raffinatezza come le scuderie, quasi uno specchio della villa principale.

Il tutto ricorda Versailles, con reggia e specchi d'acqua, agrumi e siepi di bosso. E proprio di bosso (Buxus sempervirens) è costituito il labirinto, a pianta quasi quadrata, con un solo percorso giusto che conduce alla torretta cilindrica centrale, su cui si sale grazie a due scale elicoidali per mirare dall'alto l'intrigante tracciato. Forse è proprio per questa giocosa e stuzzicante presenza nel giardino, punto di interesse per tutti i visitatori, che Villa Pisani è stata celebrata con il riconoscimento di “Parco più bello d'Italia 2008”.

Purtroppo, visitando questo luogo si nota di quanta più cura e attenzioni avrebbe bisogno, per ripristinare l'antico splendore dei tempi della Serenissima e renderlo realmente uno degli spazi verdi più belli del nostro Paese.

Autore: Daniele Conte (Nature's World)


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 01:12.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0