Giardinaggio efiori.com

Giardinaggio efiori.com (http://giardinaggio.efiori.com/forum/index.php)
-   Progettiamo (http://giardinaggio.efiori.com/forum/progettiamo-f9/)
-   -   un giardino su di una palma (http://giardinaggio.efiori.com/forum/progettiamo-f9/46080-un-giardino-su-di-una-palma.html)

amterme63 16-01-20 23:40

un giardino su di una palma
 
Volevo condividere con voi un progetto che mi sta frullando in testa in questo periodo, per avere i vostri pareri e i vostri consigli in proposito.

Come avevo specificato parlando dell'Hoya obovata, possiedo una grossa Palma della Canarie (Phoenix canariensis) tenuta piuttosto "sporca", cioè con gli spunzoni delle vecchie foglie lasciati lunghi. Intanto ve la faccio vedere:

https://i.postimg.cc/9FF4WSbB/IMG-0796.jpg

E' situata in un punto strategico, fra la casa e la terrazza e quindi in un luogo bene in vista e frequentato. Intanto la teniamo un po' come "presentatrice" del "giardino degli alberi che parlano", in cui alle piante sono appesi cartellini con massime e testimonianze sul ruolo fondamentale che hanno le piante nella vita umana.

Avevo però pensato di sfruttare ulteriormente il tronco della palma per impiantarci una specie di "giardino verticale". La modalità sarebbe più o meno questa:

https://i.postimg.cc/6p8yZvD2/IMG-0798.jpg

Quella che vedete è una prova, ovviamente va perfezionato. In pratica consiste nel tagliare a metà dei vasi di plastica e di incastrarli nella tasca naturale fra lo spunzone di vecchia foglia e il tronco. Occorrerà rifinire il taglio per fare in modo che sotto ci resti meno spazio libero possibile. Questo perché il vaso verrebbe poi riempito di terriccio, e l'acqua di scolo delle annaffiature potrebbe piano piano erodere e portare via il terriccio che sta sotto.
Se l'incastro è perfetto, teoricamente potrei pure tagliare la plastica che regge il fondo. Infatti quasi tutte le tasche naturali del tronco di palma sono tapezzate da una fibra particolare (che in passato ho usato pure come pacciamante) che trattiene il terreno e l'acqua e che può tranquillamente essere colonizzata dalle radici delle piante (infatti spesso ci trovo la parietaria e altre piante che ci crescono spontanee).

Una volta impiantata la struttura, sorge però il problema di quali piante farci crescere. Tenete presente che sopra c'è un fitto e spesso tetto di foglie di palma; quindi c'è sempre ombra, ad eccezione di quando il sole è molto basso, cioè al tramonto. Si tratta però di un'ombra luminosa.
Inoltre non ci piove mai, ma questo non è un problema, perché posso intervenire io con l'annaffiatoio.
Infine le grandi foglie sovrastanti creano un microclima che protegge d'inverno dalle gelate meno forti, e questo lato è pure sottovento ai burian e tramontane da nord-est. Quindi si può azzardare pure qualche pianta un po' delicata.

Certo, lì farò il mio esperimento epifita con le Hoye obovate, ma poi cos'altro ci posso mettere? Ci starebbero bene pure delle piante ricadenti. Ma quali sono quelle che fioriscono in ombra?
Per ora mi sono venute in mente solo le Impatiens.
Ma se la palma fosse vostra, cosa ci mettereste?

amantedeifiori 17-01-20 00:14

Bellissima quest'idea!

Ci devo pensare, sicuramente proverei con qualche tipo di orchidea (quelle meno sensibili alle basse temperature) e poi subito così mi è venuto in mente ficus pumila, che adoro

Inviato dal mio motorola one utilizzando Tapatalk

Rosmarie 17-01-20 00:54

Per rimanere in tema Hoya potresti provare con quelle più "rustiche", H. carnosa, 'H. Chouke', H.'Mathilde'...ecc (e potresti approfittare di chi sai tu per ottenere delle talee in primavera ;))

Per le orchidee vediamo se passa di qui Kiwoncello che ne coltiva proprio sulle palme ma nel suo paradiso con microclima molto fortunato in Liguria. In varie discussioni ha messo delle fotografie meravigliose.Guarda per esempio questa discussione http://giardinaggio.efiori.com/forum...ta-gialla.html

E qualche Tillandsia, la T. usneoides per esempio, che non avrebbe bisogno di tasca o vaso ma basterebbe legarla. Scegliendo qualche altra varietà resistente al freddo potresti anche avere fioriture.

E perchè no qualche Felce?

Pollice Bianco 17-01-20 11:09

Anche la Tradescantia sarebbe bella: una cascata viola con fiorellino rosa!
Sicuramente le orchidee resistenti al freddo si sentirebbero a casa! Loro puoi legarle con una calza da donna e ci pensan loro a colonizzare gli interstizi!

Silvana 17-01-20 13:47

Ti seguo con molta curiosità ..ma non ho idee per aiutarti :blush1:

lalla 17-01-20 15:40

Anche io stavo pensando alle felci. Piante comunque resistenti al freddo, ce ne sono tantissime, da scegliere tra quelle che non diventano troppo grandi.
E poi, perchè non qualche bulbino di achimenes? Ovviamente da sacrificare, visto che poi in autunno andare a cercare bulbini nuovi significherebbe smontare tutto il vasetto.
In primavera penso di averne, almeno di quelli rosa e viola. Potresti farli germogliare e crescere un po' in bicchieri di plastica, e piantarli sulla palma quando farà più caldo.

amterme63 17-01-20 23:26

Geniale Lalla! Brava. Mi hai dato l'imbeccata giusta! Lì le achimenes ci stanno a meraviglia! Non ti preoccupare, perché penso di averne un bel surplus a primavera da quelle che ho coltivato l'anno scorso. Toglierle d'autunno non dovrebbe essere un problema, visto che la struttura è molto leggera e si toglie e si rimette con facilità.
Sì penso proprio che le achimenes ci farebbero una bella figura, visto che tendono pure a ricadere.

Per quanto riguarda le felci, purtroppo non le conosco bene e non saprei quali mettere, e poi penso che siano piuttosto esigenti in fatto di terreno e acqua (almeno i tipi di felce che ho in mente, tipo la filis-mas, ecc.) e lì non credo che abbiano le condizioni ideali per prosperare.

@Amantedeifiori, a proposito di Ficus pumila. Le piantine-talea che ci ha portato Rosmarie a Milano, sembra che abbiano tutte attecchito. Tra l'altro ne ho aggiunte altre che ho preso dall'orto botanico di Lucca a fine novembre. Erano tutti scarti di potatura. Quando c'è la certezza che possano sopravvivere, te le porto o vieni a prenderle.
Quelle che terrei io, però, ho già pensato di impiegarle per coprire una parete molto liscia e quindi non le metterei sulla palma.

@Pollice bianco. Grazie per il suggerimento. Purtroppo non ho un grosso feeling con le tradescantie. Da me si prendono troppe libertà e decidono di nascere e crescere pure dove io non vorrei. Troppo indisciplinate! Niet :)

@Rosmarie. Mi fai venire l'acquolina in bocca con tutte quelle hoye ... Mi piacerebbe molto provare, anche se in effetti mi sembra di approfittare un po' troppo della tua gentilezza! Conto di ricompensarti scambiando con tante altre piante, comunque.

Per quanto riguarda orchidee e tillandsie, purtroppo sono un assoluto principiante, non avendo in merito alcuna esperienza. Essendo piante non facili e delicate (le tillandsie non saprei ... non le conosco per niente) preferisco intanto iniziare con soggetti più rodati e "facili".

Intanto ho pensato ad esempio al Chlorophytum: facile, inesigente, rustico e anche carino con quelle foglie verdi orlate di bianco.
Poi ci metterei anche delle piantine di Gynostemma pentaphyllum, un fitto ricadente verde, leggero e aereo, molto carino. Una pianta dalla mille proprietà salutari, oltre che giardinistiche, che vi farò conoscere meglio la prossima estate.

Forse ci potrebbe stare anche qualche begonietta a fiori piccoli? Forse pure la pervinca del Madagascar?

lalla 18-01-20 00:04

Perchè non la piccola, deliziosa pervinca normale? Se anche non fiorisse sarebbe comunque carina. In primavera nei vivai la trovi anche con i fiori viola oppure bianchi.

In tema di miserie, la Callisia la trovo molto bella. Foglioline grandi come l'unghia di un mignolo, tende a ricadere, per quanto ne so non fa fiori. Non è perenne, ma basta staccarne un pezzetto in autunno per riaverla in primavera.
Luca, se quella che da te si comporta da infestante ha i fiori azzurri, è la varietà selvatica, le altre non sono così invadenti, e poi temono il gelo.
Poi ci sono le piante grasse, come il Sedum palmeri, che sopravvive persino nelle crepe dei muri, qui da me, con fiori gialli in primavera.

Rosmarie 18-01-20 00:12

Bellissima l’idea del Chlorophytum!

Vedo già queste belle piante con i loro steli ricadenti e i fiori e le giovani piantine all’estremità.

È una pianta che amo molto, ho le tre varietà, quella verde, quella con la variegatura interna e quella esterna. Avevo anche l’altra varietà con le foglie ellittiche.

Proprio la settimana scorsa ho dovuto ripulire un intera aiuola e eliminare buona parte dei figlioli. I più belli sono in attesa di chi li vorrebbe adottare...

Silvana 18-01-20 08:42

Allora..da quello che mi sembra di capire stai cercando piante possibilmente ricadenti e che abbiano un contrastato fogliare di colori

quindi mi sento di consigliarti la Vinca minor 'illumination che ho scoperto per caso quest'anno quando cercavo piantine per le mie composizioni per le balconette

la vedi a sinistra in basso

https://uploads.tapatalk-cdn.com/202...e709530fd4.jpg



é molto carina con le sue foglie. gialle screziate di vede scuro ,è molta meno invadente della classica vinca ,produce ugualmente fiorellini violetti,è ricadente e con il suo colore screziato da uno stacco di colore tra piante meno vivaci


https://uploads.tapatalk-cdn.com/202...122c1d61db.jpg


a primavera tenterò di riprodurla
.
se non la trovi ;)


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 17:02.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0