Giardinaggio efiori.com  



 

Torna Indietro   Giardinaggio efiori.com > Le Speciali > Acidofile > Acidofile: Approfondimenti

Come coltivare le Ortensie

Questa discussione si intitola Come coltivare le Ortensie nella sezione Acidofile: Approfondimenti, appartenente alla categoria Acidofile; Le ortensie sono piante che prediligono un clima temperato-umido, ma la maggior parte delle specie resiste bene anche a temperature ...

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
  #1  
Vecchio 15-06-10, 12:07
L'avatar di Lidia
Lidia Lidia è offline
Pollice Celeste
 
Data Registrazione: 02-10-07
Località: Sicilia - Zona USDA 9b
Messaggi: 18898
Grazie dati: 90
Ringraziato 195 volte in 96 post
Punti reputazione: 250
Sono....: Non voglio dirlo!
Predefinito Come coltivare le Ortensie

Le ortensie sono piante che prediligono un clima temperato-umido, ma la maggior parte delle specie resiste bene anche a temperature fino a -10°. L'unico problema è rappresentato dalle gelate tardive che ritardano la fioritura poiché i tessuti gonfi d'acqua vengono distrutti dal gelo, ma non c'è da preoccuparsi perché la pianta emette immediatamente nuove gemme.



Il terreno deve essere umido, ben drenato e con un ph neutro o leggermente acido.
Il ph del terreno influirà sulla colorazione del fiore, infatti le tonalità sull'azzurro sono stimolate da un terreno acido, mentre le tonalità dal rosa al rosso si avranno con un terreno leggermente calcareo.

Un caso a parte sono le ortensie con infiorescenze bianche che manterranno inalterato il loro colore qualsiasi sia il ph del terreno.

La messa a dimora si esegue fra febbraio e marzo; bisogna preparare una buca di 50x50x50 centimetri, se il terreno è troppo alcalino (quindi ph intorno a 8) bisogna aggiungere sul fondo della buca del terriccio per piante acidofile che servirà anche per colmare la buca una volta sistematovi l'arbusto.
Se il ph del terreno è neutro o moderatamente acido, andrà bene la terra del giardino stesso.
Innaffiare abbondantemente per far assestare il terreno intorno alla pianta.



La concimazione si effetTua a fine autunno-inizio inverno con letame maturo che bisogna stendere intorno al fusto, come pacciamatura.
In primavera bisognerà somministrare solamente una volta un concime chimico specifico per ortensie che si può trovare in ogni vivaio.

Le annaffiature devono essere abbondanti ed è consigliato usare 8-10 centimetri di pacciamatura per proteggere dal freddo durante l'inverno e tenere umido il terreno durante i mesi estivi.

Potatura: le ortensie che comunemente abbiamo nei nostri giardini o nei nostri balconi, come la Hydrangea macrophylla (quelle con l'infiorescenza a palla, per esser chiari) normalmente fioriscono sul legno dell'anno precedente, quindi bisogna tagliare solamente i rami deboli, quelli rivolti verso l'interno e le infiorescenze secche.
Bisogna tagliare sopra la penultima coppia di gemme e far attenzione a non tagliare i rami dell'anno precedente, perché portano la gemma terminale che darà origine all'infiorescenza.

Nelle piante molto vecchie è consigliabile tagliare gradualmente anno dopo anno alcuni fusti al livello del ceppo, per consentire così il rinnovamento.



L'Hydrangea arborescens e l'Hydrangea paniculata fioriscono sulla vegetazione dell'anno.
Si potano tagliando tutti i rami e lasciando solamente 2-4 gemme contando dal basso.
Se si preferisce far crescere l'arbusto in altezza, basterà eliminare rami e fiori secchi e tutti quei rametti che crescono verso l'interno o che danno un aspetto disordinato alla pianta.

L'Hydrangea quercifolia fiorisce come la macrophylla sui rami dell'anno precedente, ma va potata immediatamente dopo la fioritura, quindi a fine luglio, eliminando i fiori secchi e i rami che danno un aspetto disordinato alla pianta.

Le ortensie possono essere coltivate anche in vaso, i contenitori devono essere abbastanza grandi per contenerle, andrà quindi benissimo un vaso con un diametro di 60 centimetri. È importante che il terriccio rimanga sempre umido, ma bisogna assolutamente evitare i ristagni d'acqua. Bisogna annaffiare con acqua non calcarea (se l'acqua dei nostri rubinetti è troppo dura si lascerà riposare almeno una notte, consentendo così al calcare di depositarsi), oppure con acqua piovana.


Autore: Lidia Castronovo (Lidia)
__________________
[/FONT][/B][/COLOR] "Un bimbo muove tutto sottosopra e allo stesso tempo mette le cose al posto giusto."

Ultima modifica di Ortensia Mancini; 06-08-10 alle 13:29
Rispondi Con Citazione

Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    


Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    

Rispondi

Tag
coltivare, ortensie

Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 16:09.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0
Alcune foto potrebbero provenire da altri siti. Qualora qualcuno riconoscesse la propria foto e non avesse piacere di vederla su questo forum è invitato a comunicarlo all'Amministratore. Provvederemo a rimuoverla al più presto.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0