Giardinaggio efiori.com  



 

Torna Indietro   Giardinaggio efiori.com > L'Altro Giardino > Appunti di Viaggio > Appunti di viaggio: Approfondimenti

L'orto botanico di Palermo a novembre.

Questa discussione si intitola L'orto botanico di Palermo a novembre. nella sezione Appunti di viaggio: Approfondimenti, appartenente alla categoria Appunti di Viaggio; Lidia qua vi ha postato foto primaverili, io invece ho visitato l'orto botanico di Palermo in novembre. Cartina e percorso ...

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
  #1  
Vecchio 07-01-12, 09:54
L'avatar di davoust
davoust davoust è offline
Utente esperto di Rose

 
Data Registrazione: 17-10-07
Località: Bologna
Messaggi: 3661
Grazie dati: 278
Ringraziato 770 volte in 420 post
Punti reputazione: 445
Sono....: Non voglio dirlo!
Predefinito L'orto botanico di Palermo a novembre.

Lidia qua vi ha postato foto primaverili, io invece ho visitato l'orto botanico di Palermo in novembre.


Cartina e percorso seguito:



Situato accanto ad un curato giardino pubblico, Villa Giulia, in prossimità del mare, l’Orto mi ha accolto come più ruffianamente non poteva: subito dietro ai cancelli infatti, esemplari isolati ben accestiti di Rosa chinensisfacevano sfoggio in mezzo al prato.
Probabile, ma non certo, che di tratti della notissima ‘Old Blush China’, sinonimo ‘Parson’s Pink China’, varietà di Rosa cinese giunta in Europa alla fine del ‘700, eccezionalmente rifiorente, che di lì a poco avrebbe rivoluzionato completamente il modo di intendere questo fiore in commercio.

Per me, ovviamente, le rose sono come il canto delle sirene… ma quanto ho ammirato all’interno è vario e interessante.


Rosa chinensis



Superati la biglietteria e lo shop, alcuni esemplari molto spettacolari di Ficus macrophylla.

Nelle foreste pluviali del nativo Queensland e del Nuovo Galles del Sud, dove questo maestosissimo albero è autoctono e cresce in forma di rampicante parassita, le temperature rarissimamente scendono sotto i 10°C. Nel suo habitat naturale questa specie di Ficus può crescere fino a 60 m di altezza. Dai rami sviluppa radici aeree che quando toccano il terreno si trasformano in tronchi supplementari, caratteristica ben visibile anche negli esemplari presenti nell’Orto e fotografati.
In alcuni testi è chiamato anche Ficus magnolioides a causa della grande somiglianza tra le sue foglie e quelle della Magnolia grandiflora.




Ficus macrophylla subsp columnaris. Particolare delle radici aeree trasformate in tronchi secondari.



Il percorso presenta poi arbusti autoctoni del Sud Est Asiatico e dell'Oceania, tra cui alcune specie di Pittosporo delle quali ignoravo completamente l'esistenza:


FOTO 3: Pittosporum undulatum Simile per certi versi al Pittosporum tenuifolium





Pittosporum phillyraeoides. Noto come Pittosporo piangente, ha sviluppo arboreo.



Pittosporum bicolor. Caratteristiche le foglie, verde scuro sopra e grigie sotto.


Proseguendo, si raggiungono la Statua del Paride (1838) e la serra Maria Carolina circa del 1860, attualmente
la più antica dell'Orto, nella quale sono contenute piante in piena terra.

Mi ha incuriosito molto la Alixya ruscifolia. Ho scoperto che è un arbusto originario dell’Oceania, diffuso sia nelle foreste subtropicali, sia nelle scogliere rocciose del Galles del Sud, esposta a forti venti e neve.
Il fogliame stretto e spesso ricorda un po’ quello di Berberis e Pyracantha, mentre i fiori prodotti in primavera ed estate sono bianchi e molto fragranti. I frutti, di cui l’esemplare fotografato abbonda, sono rotondeggianti e delle dimensioni dei corbezzoli.




Statua del Paride (1838)



Alyxia ruscifoliaconabbondante fruttificazione autunnale.


Proseguendo all'esterno, abbiamo lambito a sinistra la zona colorata in marrone chiaro nella cartina, che è l'area più antica dell'Orto, sistemata la prima volta tra il 1789 e il 1791, secondo il criterio classificatorio di Linneo.
Numerosi gli alberi e gli arbusti interessanti:

Originario dell’Africa (Madagascar, Sud Africa, etc), l’Hibiscus calyphillus si è naturalizzato nelle Hawaii ed è coltivato nelle zone più calde degli Stati Uniti (Texas, Florida).
Alcune fonti citano che in alcune zone, come nel Delta dell’Okavango, il fiore viene raccolto e mangiato.

Secondo alcune informazioni reperibili su internet, anche se non completamente rustico, avrebbe una certa resistenza ai rigori invernali e, se protetto con tessuto-non tessuto, potrebbe superare stagioni fredde non troppo rigide o prolungate. In fiore un po’ tutto l’anno, anche se la fioritura principale si registra tra gennaio ed aprile.




Hibiscus calyphyllus. Sinonimi: Hibiscus calycinus, Hibiscus rockii, Lemonyellow Rosemallow.


Nella medesima sezione crescono alcuni esemplari molto belli di Duranta plumieri, una verbenacea sempreverde per climi miti, originaria dell’area dell’India (secondo altre fonti del Sud America, ma secondo me questa è la provenienza della Duranta repens).
Questo albero fiorisce in estate nei toni del lilla e produce in autunno grappoli di piccoli frutti gialli rotondeggianti.
Nel clima italiano pare perdere comunque le foglie. La fioritura avrebbe un dolce profumo di vaniglia.




Duranta plumieri

Il genere Sterculia deriverebbe il suo nome da Sterculo, divinità minore romana, inventore della concimazione dei campi. Tale riferimento nasce dall’odore sgradevole dei suoi fiori. Le specie afferenti a questo genere sono originarie soprattutto dell’Asia e dell’Oceania. Curiosi i frutti.



Sterculia nobilis

Si raggiunge quindi l'Aquarium, veramente bello, come si era già potuto apprezzare dalle foto di Lidia.
E' una grande vasca circolare, a comparti, risalente alla fondazione dell'Orto.
Molto piacevole anche lo stagno delle acquatiche che, con l'Aquarium, costituiscono un po’ il cuore pulsante dell’intero orto, essendo localizzate proprio nel suo centro. Lì vicino, un ficus spettacolare.


Acquarium in autunno.



Vegetazione acquatica dello stagno



Ficus macrophylla subsp. Columnaris. L’esemplare simbolo dell’Orto è stato piantato nel 1845.


Dopo avere attraversato una zona di palme la mia attenzione è caduta su una vasta collezione di piante di agrumi, tra le quali spicca la presenza del pomelo (Citrus maxima o Citrus grandis).


Secondo quando riportato anche da Wikipedia, il pomelo (o pampaleone) sarebbe una delle tre specie originali degli agrumi (genere Citrus), come mandarino (Citrus reticulata) e cedro (Citrus medica).

Da successive ibridazioni sarebbero stati ottenuti tutti gli altri, tra cui l’affine pompelmo (Citrus x paradisi, ibrido tra pomelo e arancio dolce). Produce un frutto eccezionalmente grande, perché può pesare anche 10 kg e possedere un diametro di 30 cm.




Pomelo(Citrus maxima o Citrus grandis).


La zona degli agrumi si connette con il giardino delle aromatiche, zona in realtà non all’altezza del resto dell’Orto e decisamente lasciata a se stessa.

In mezzo a rosmarini e salvie molto comuni, spiccava la fioritura arancio della Coda di Leone, Leonotis leonurus, afferente alla grande famiglia delle lamiacee (per intenderci quella di rosmarini, salvie, mente, lavande, origano, santoreggia, teucrium, melissa, etc.).

Pianta dalle notevoli proprietà medicamentose, nativa del Sud Africa e delle aree limitrofe, è diffusa a scopi ornamentali nelle zone calde e di clima mediterraneo. Le foglie sono usate per produrre una bevanda, essiccate avrebbero un potente effetto simile a quello della Cannabis.



Leonotis leonurus


Il giro si chiude su un meraviglioso viale di Ceiba speciosa, sinonimo Chorisia speciosa.

Nei paesi del Sud America dai quali proviene, è detta comunemente Palo borracho (albero ubriaco) per la forma a botte del tronco; produce una fioritura molto spettacolare in autunno ed è stata introdotta in Europa proprio grazie all’Orto Botanico palermitano, nel quale arrivò la prima volta sul finire dell’Ottocento.

Tra le sue caratteristiche più evidenti, la presenza di feroci spine acuminate nella zona inferiore del tronco.





Viale di Ceiba speciosa





Ceiba speciosa. Fioritura del novembre 2011.



Ceiba speciosa. Particolare della fioritura




Ceiba speciosa. Particolare del tronco.

Ultima modifica di Cerchina; 08-01-12 alle 00:56
Rispondi Con Citazione
I seguenti 10 utenti hanno ringraziato davoust per questo post
amantedeifiori (08-01-12), asfura (14-01-13), Butterfly (10-01-12), je suis... (10-01-12), lamartinz (09-01-12), mila (15-01-13), Rosmarie (08-01-12), Silvana (08-01-12), xmery (14-01-13)

Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    

  #2  
Vecchio 07-01-12, 23:06
L'avatar di Stefy
Stefy Stefy è offline
Utente esperta in passiflore

 
Data Registrazione: 15-03-08
Località: Fiumicino (RM)
Messaggi: 19985
Grazie dati: 86
Ringraziato 270 volte in 233 post
Punti reputazione: 65
Sono....: Non voglio dirlo!
Predefinito

Sai Dav che non sapevo che Chorisia speciosa fosse stato cambiato in Ceiba speciosa? L'ho imparato ora, grazie
__________________
" Il giardinaggio deve essere anche sperimentazione, tentativi da fare contro ogni regola codificata, gusto dell'avventura coltivata in pochi metri quadrati di terra". (G. Betto)





Ultima modifica di Cerchina; 08-01-12 alle 00:58
Rispondi Con Citazione
  #3  
Vecchio 08-01-12, 19:13
L'avatar di Lidia
Lidia Lidia è offline
Pollice Celeste
 
Data Registrazione: 02-10-07
Località: Sicilia - Zona USDA 9b
Messaggi: 18898
Grazie dati: 90
Ringraziato 195 volte in 96 post
Punti reputazione: 250
Sono....: Non voglio dirlo!
Predefinito

Il viale di Chorisie è, dal mio punto di vista, la zona più particolare dell'Orto botanico.
Quando ci sono andata per la prima volta, da piccola, mi è rimasto impresso come ricordo...sarà per la particolarità del tronco, o dal fatto che mi ero messa in testa che le spine servissero agli elefanti per grattarsi la schiena
__________________
[/FONT][/B][/COLOR] "Un bimbo muove tutto sottosopra e allo stesso tempo mette le cose al posto giusto."
Rispondi Con Citazione
  #4  
Vecchio 08-01-12, 19:14
L'avatar di nadia64
nadia64 nadia64 è offline
Pollice Giallo
 
Data Registrazione: 25-03-11
Località: primavalle
Messaggi: 745
Grazie dati: 44
Ringraziato 144 volte in 114 post
Punti reputazione: 0
Sono....: Non voglio dirlo!
Predefinito

mamma che spettacolo, quei tronchi.....quelle piante! ....mi incutono un po' di terrore, sapete..... mi han messo i brividi. così maestosi, strani, particolari..... o mamma!

però, come siete bravi! non posso far altro che pendere dalle vostre labbra......
grazie per condividere le vostre esperienze. per una scimunita come me, ha molto valore, poter vedere certe cose che mai e poi mai mi sognerò di vedere dal vivo. anche se avessi tanta volontà, come si suol dire.... non riuscirei mai.
primo perchè qui in zona non esiste nulla di questo.
secondo perchè non andrò mai in nessun posto, purtroppo.

grazie grazie grazie!
nadia

Citazione:
Originariamente Scritto da Lidia Visualizza Messaggio
Il viale di Chorisie è, dal mio punto di vista, la zona più particolare dell'Orto botanico.
Quando ci sono andata per la prima volta, da piccola, mi è rimasto impresso come ricordo...sarà per la particolarità del tronco, o dal fatto che mi ero messa in testa che le spine servissero agli elefanti per grattarsi la schiena
noooooooo!!!! ma come può fantasticare una mente bambina! sei stupenda, lidia!!!

Ultima modifica di nadia64; 08-01-12 alle 19:17 Motivo: Devi attendere un minuto per poter effettuare la modifica.
Rispondi Con Citazione
  #5  
Vecchio 08-01-12, 20:18
L'avatar di Rosmarie
Rosmarie Rosmarie è offline
Tutor della sezione: Hoye
 
Data Registrazione: 08-01-11
Località: Gravina di Catania
Messaggi: 14019
Grazie dati: 3953
Ringraziato 5629 volte in 3603 post
Punti reputazione: 100
Sono....: Donna
Predefinito

Davoust, grazie per queste fotografie stupende. Ci sono stata pure io a novembre per l'ennesima volta. Ogni volta scopro qualche cosa di nuovo, un angolo che mi era sfuggito, un fiore aperto che non lo era la volta precedente ...
Hai mai visto l'Orto Botanico di Catania? Più piccolo ma interessante anche lui con la parte di vegetazione tipica dell'Etna. Hanno da qualche anno una bellissima collezione di Plumerie.

Ho visto a Palermo una pianta acquatica che mi ha entusiasmata ma che non aveva cartellino, la conosci? Ha fusti lunghissimi, parecchi metri. Cercavo il suo nome, speravo di trovarne per la mia vasca in giardino.



Rispondi Con Citazione
  #6  
Vecchio 08-01-12, 20:27
L'avatar di Rosmarie
Rosmarie Rosmarie è offline
Tutor della sezione: Hoye
 
Data Registrazione: 08-01-11
Località: Gravina di Catania
Messaggi: 14019
Grazie dati: 3953
Ringraziato 5629 volte in 3603 post
Punti reputazione: 100
Sono....: Donna
Predefinito

Vedo che ti hanno pure impressionato i pomeli. Sono enormi... mi permetto di aggiungere questa foto che fa capire bene la dimensione, ce n'erano di più grandi ancora.



e una grassina che mi è piacciuta molto, ne avevano tanti vasi: Delosperma echinatum

Rispondi Con Citazione
I seguenti 5 utenti hanno ringraziato Rosmarie per questo post
asfura (14-01-13), Butterfly (10-01-12), lamartinz (09-01-12), mila (15-01-13), xmery (14-01-13)
  #7  
Vecchio 14-01-13, 01:02
L'avatar di xmery
xmery xmery è offline
Tutor delle sezioni: Appunti di viaggio, Libri di giardinaggio e recensioni, Quattro zampe in giardino
 
Data Registrazione: 26-05-09
Località: parma
Messaggi: 20164
Grazie dati: 5825
Ringraziato 2650 volte in 1948 post
Punti reputazione: 215
Predefinito

grazie, ragazzi per queste bellissime condivisioni!......

quanta bellezza, anche in stagioni come l' autunno,.....
__________________
_____________________________________________
I cani quando li chiami rispondono all'istante scodinzolando con gioia qualsiasi cosa stiano facendo, dormire, mangiare, giocare ...i gatti, prendono il messaggio e rispondono non appena possibile....
_________________________________________________

il mio piccolo blog di tutto un po'...:

http://ilgiardinonascosto.wordpress.com/
Rispondi Con Citazione
  #8  
Vecchio 14-01-13, 01:12
Sal73 Sal73 è offline
Pollice Giallo
 
Data Registrazione: 16-09-12
Località: Bedford , England
Messaggi: 923
Grazie dati: 80
Ringraziato 607 volte in 270 post
Punti reputazione: 0
Sono....: Uomo
Predefinito

Bellissime foto
grazie mille per averle condivise .

Io il Pomelo lo trovo in negozio ed e` molto piu` dolce del pompelmo , mi chiedovo se i semi produrranno piante simili.
Rispondi Con Citazione
  #9  
Vecchio 15-01-13, 00:37
L'avatar di mila
mila mila è offline
Pollice Indaco
 
Data Registrazione: 19-05-10
Località: Sardegna
Messaggi: 5268
Grazie dati: 458
Ringraziato 181 volte in 131 post
Punti reputazione: 25
Sono....: Donna
Predefinito

grazie per aver condiviso queste meraviglie sono rimasta affascinata dal viale di Chorisie e quei tronchi radici che sanno di antico e misterioso grazie ancora
__________________
La generosità consiste meno nel dare molto che nel dare a proposito.


Rispondi Con Citazione
  #10  
Vecchio 15-01-13, 01:01
L'avatar di davoust
davoust davoust è offline
Utente esperto di Rose

 
Data Registrazione: 17-10-07
Località: Bologna
Messaggi: 3661
Grazie dati: 278
Ringraziato 770 volte in 420 post
Punti reputazione: 445
Sono....: Non voglio dirlo!
Predefinito

Grazie a tutti
è stato bello condividere con voi quella visita, mi piacerebbe davvero tornare presto in Sicilia.
Rispondi Con Citazione

Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    

Rispondi

Tag
botanico, lorto, novembre, palermo

Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 20:15.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0
Alcune foto potrebbero provenire da altri siti. Qualora qualcuno riconoscesse la propria foto e non avesse piacere di vederla su questo forum è invitato a comunicarlo all'Amministratore. Provvederemo a rimuoverla al più presto.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0