Giardinaggio efiori.com  



 

Torna Indietro   Giardinaggio efiori.com > Giardino e dintorni > Avversità > Avversità: Approfondimenti

Pelargoni - Le malattie parassitarie

Questa discussione si intitola Pelargoni - Le malattie parassitarie nella sezione Avversità: Approfondimenti, appartenente alla categoria Avversità; - Farfallina bianca o mosca bianca ( Trialeurodes vaporariorum ) Colpisce soprattutto gli Imperiali e poco gli Zonali e gli ...

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
  #1  
Vecchio 17-06-10, 12:06
L'avatar di Lidia
Lidia Lidia è offline
Pollice Celeste
 
Data Registrazione: 02-10-07
Località: Sicilia - Zona USDA 9b
Messaggi: 18898
Grazie dati: 90
Ringraziato 195 volte in 96 post
Punti reputazione: 250
Sono....: Non voglio dirlo!
Predefinito Pelargoni - Le malattie parassitarie

- Farfallina bianca o mosca bianca (Trialeurodes vaporariorum)
Colpisce soprattutto gli Imperiali e poco gli Zonali e gli Edera. Se la pianta è infestata, scuotendo leggermente le foglie si vedono volare gli adulti; uova e larve bianco-verde vivono nella pagina inferiore delle foglie.
Si può intervenire preventivamente acquistando dei cartoncini gialli impregnati di una sostanza che, oltre al colore stesso, attrae la farfallina.
Antiparassitari specifici sono a base di Imidacloprid (Confidor).



- Bruchi
I pelargoni vengono attaccati spesso in primavera ed autunno da bruchi di vari lepidotteri, come tortrici e tentredini, divoratori delle foglie sulle quali lasciano tracce del loro pasto e delle defecazioni.
Trattare con prodotti a base di Permethrin.

- Lumache e limacce
Piccole e senza guscio come i bruchi, divorano le foglie.
Trattare con esche velenose in granuli da spargere sul terreno, ma attenzione a bambini e animali domestici perché pericolose.
Tra i rimedi naturali è possibile usare trappole con la birra, che attraggono le lumache permettendo di tenerle sotto controllo senza usare prodotti tossici.

- Afidi (Myzus persicae spp)
Sono alati o atteri, di colore verde, giallo, marrone, rosa, grigio o nero, alcuni sono rivestiti da uno strato di cera bianca e cotonosa.
Attaccano in primavera i germogli più teneri, la loro puntura apporta danni e trasmettono malattie virali.
Trattare con prodotti a base di Imidacloprid (Confidor).




- Acari (Tetranychus urticale)
Sono di colore verde-giallastro con macchie nere, ma in autunno possono diventare rosso-arancioni. Le punture degli acari decolorano le foglie che successivamente cadono, la pianta assume un colore bronzeo e si riempe di ragnatele. Trattare con Dicofol e Exitiazox (Golemix).

- Tripidi (Thrips tabaci, Frankliniella occidentalis)
Insetti neri e marroni con corpo stretto lungo fino a 2mm, talvolta attraversato da bande chiare.
Le ninfe, simili agli adulti, sono di colore giallo-arancio chiaro.
Sulla pagina superiore delle foglie compaiono delle decolorazioni bianco-argentee con minuscoli punti neri.
Trattare con permetrina, piretro, malation o dimetoato.

- Cacyreus marshalli
È una farfallina color bronzo, il maschio ha sul bordo delle ali una picchiettatura bianca mentre la femmina è più variegata. La sua attività è diurna.
Depone le uova sui boccioli, sui sepali, sui peduncoli e a volte anche sulle foglie dei pelargoni soprattutto zonali ed edera.
Le larve dei bruchi verdognoli penetrano nel fusto della pianta iniziando dalle foglie o dall’apice vegetativo, e vi scavano gallerie, il fusto viene svuotato fino allo sviluppo completo della larva che poi fuoriesce praticando un foro simile a quello del tarlo.

La larva si nutre di teneri germogli, fino a formare la crisalide appesa alle foglie, nasce la farfalla e il ciclo ricomincia.

La pianta comincia a deperire, perde i fiori e le foglie ingialliscono, la larva svuota i fusti che anneriscono portando la pianta alla morte.
Trattare i pelargoni con prodotti a base di Deltametrina (Decis Bayer) oppure Imidacloprid (Provado facile) da interrare in primavera.




Errori di coltivazione

I pelargoni a volte presentano foglie scolorite o al contrario con una colorazione eccessiva, in particolare rossa, stentano a crescere o crescono in maniera irregolare.

- Foglie gialle: se l’ingiallimento compromette un numero eccessivo di foglie, il motivo potrebbe dipendere da un eccesso o una scarsità d’acqua.
Un altro motivo potrebbe essere una concimazione troppo abbondante (in questo caso le foglie gialle indicano un sintomo di bruciatura), oppure la mancanza di concime in un terreno diventato povero, un valore di ph errato o una carenza di ferro: in quest’ ultimo caso, le foglie avranno un colore giallastro con le nervature verde scuro.

- Foglie rosse: sono dovute ad un improvviso cambio di temperatura, sia troppo caldo che troppo freddo, o a carenza di azoto o di potassio.

- Foglie bianche: sono causate da mancanza di luce e da temperature troppo basse.


Autore: Piera Sanfilippo
__________________
[/FONT][/B][/COLOR] "Un bimbo muove tutto sottosopra e allo stesso tempo mette le cose al posto giusto."

Ultima modifica di asfura; 30-08-14 alle 09:24
Rispondi Con Citazione

Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    


Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    

Rispondi

Tag
gerani, malattie, parassitarie, pelargoni

Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 13:22.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0
Alcune foto potrebbero provenire da altri siti. Qualora qualcuno riconoscesse la propria foto e non avesse piacere di vederla su questo forum è invitato a comunicarlo all'Amministratore. Provvederemo a rimuoverla al più presto.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0