Giardinaggio efiori.com  



 

Torna Indietro   Giardinaggio efiori.com > Le Speciali > Bonsai, Carnivore ed Acquatiche > Bonsai, Carnivore ed Acquatiche: Approfondimenti

Bonsai: Stili - 1 parte

Questa discussione si intitola Bonsai: Stili - 1 parte nella sezione Bonsai, Carnivore ed Acquatiche: Approfondimenti, appartenente alla categoria Bonsai, Carnivore ed Acquatiche; Tra le tante chiavi di lettura del bonsai, una delle più articolate è quella degli "stili" . La classificazione dei ...

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
  #1  
Vecchio 16-06-10, 12:28
L'avatar di yamadori
yamadori yamadori è offline
Esperto di Bonsai
 
Data Registrazione: 24-03-09
Località: Crema (CR)
Messaggi: 207
Grazie dati: 0
Ringraziato 0 volte in 0 post
Punti reputazione: 160
Predefinito Bonsai: Stili - 1 parte

Tra le tante chiavi di lettura del bonsai, una delle più articolate è quella degli "stili".
La classificazione dei bonsai in stili deriva da un'estrapolazione ed un'astrazione dell'aspetto naturale degli alberi.
Gli stili sono una serie di regole codificate dai maestri bonsaisti giapponesi per rappresentare le forme più frequentemente assunte dagli alberi in natura; essi sono numerosissimi, ma solo pochi si usano correntemente.

I più importanti sono basati sulla forma del tronco.
L'obiettivo prioritario è quello di conferire al bonsai un aspetto che sia il più naturale possibile. Gli stili vanno considerati come semplici indicazioni al processo di modellatura dei bonsai, nei quali sono specificati tutti i dettagli cui idealmente si deve conformare un albero che s'inquadri all'interno di un certo schema.

Attraverso un attento studio si potrà comprendere ciò di cui l'albero necessita e ciò che assolutamente va contro la sua natura. Tuttavia le regole non vanno dimenticate, perché altrimenti l'albero non avrebbe forma.

In quella sottile linea che divide le regole dalla creazione individuale è possibile distinguere i maestri di un'arte.

Chokkan o eretto formale: per rappresentare conifere a fusto diritto tipiche della montagna (tronco perfettamente diritto e verticale, con rami piegati verso il basso ed uniformemente distribuiti in tutte le direzioni, ma senza nascondere il tronco); esprime la forza, la potenza, l'ordine, l'inflessibilità, la virtù virile.

Si tratta dello stile più vincolato da regole, che delimitano e specificano lo spessore del tronco in relazione all'altezza, alla posizione delle radici, alla posizione nel vaso, alla lunghezza, all'inclinazione e densità dei rami.



Moyogi o eretto informale: per rappresentare ginepri o conifere di bassa quota e latifoglie (tronco sinuoso che esce dal terreno lievemente inclinato e sale descrivendo due-tre curve via via sempre più strette); esprime l'eleganza, l'adattabilità agli eventi mutevoli della vita.
Proprio per questo ha regole meno severe dell'eretto formale e da alcuni è considerato uno stile libero.



Shakan o inclinato: per rappresentare piante che hanno subito un grosso trauma in passato, o che nel loro sviluppo sono state condizionate dalla presenza costante di un fattore negativo.
Tronco e vegetazione molto inclinati verso destra o sinistra, radici robuste ed evidenti sulle superficie del terriccio e disposte nella direzione di inclinazione della pianta.





Kengai o cascata: per rappresentare piante cresciute su un dirupo scosceso dove frane e slavine hanno impedito una crescita naturale spingendo la vegetazione sempre più verso il basso.
Si ottiene con una curva stretta alla base del tronco che quindi si porta verso il basso, con brevi tratti che salgono per poi tornare di nuovo verso il basso.




Questi due stili esprimono la tenacia, un'indomabile volontà di vivere e superare le avversità.


Fukinagashi o spazzato dal vento: rappresenta un albero che durante la sua crescita è stato modellato da un vento costante o ricorrente. Tutti i rami che si trovano nella scia del vento riescono a sopravvivere o comunque si modellano secondo quella linea; i rami che crescono contro vento vengono inevitabilmente frenati nella crescita o strappati.
Tronco generalmente inclinato, chioma molto leggera e schiacciata, quasi fosse pettinata.





Bunjing o letterario: ispirato alla pittura cinese ed all'arte calligrafica, non ha regole fisse, il tronco è molto sottile e flessuoso spesso con brusche curve, la vegetazione molto ridotta fino all'apice, dove pochi rami ben direzionati formano la chioma.
Esprime eleganza, raffinata semplicità, una profonda pace interiore dopo una lunga vita travagliata.






Autore: Gianluca Cremonesi
__________________
Bonsai Club Laudense

Ultima modifica di oldhen; 14-11-12 alle 00:21
Rispondi Con Citazione

Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    


Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    

Rispondi

Tag
bonsai stili

Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 11:54.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0
Alcune foto potrebbero provenire da altri siti. Qualora qualcuno riconoscesse la propria foto e non avesse piacere di vederla su questo forum è invitato a comunicarlo all'Amministratore. Provvederemo a rimuoverla al più presto.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0