Giardinaggio efiori.com  



 

Torna Indietro   Giardinaggio efiori.com > Le Speciali > Bonsai, Carnivore ed Acquatiche > Bonsai, Carnivore ed Acquatiche: Approfondimenti

Una piccola lavorazione, step by step

Questa discussione si intitola Una piccola lavorazione, step by step nella sezione Bonsai, Carnivore ed Acquatiche: Approfondimenti, appartenente alla categoria Bonsai, Carnivore ed Acquatiche; Lella ottima osservazione, i rami del cedro (ma anche del larice), soprattutto negli esemplari più giovani tendono ad avere una ...

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
  #21  
Vecchio 08-01-12, 13:56
pstrada
Guest
 
Messaggi: n/a
Predefinito

Lella ottima osservazione, i rami del cedro (ma anche del larice), soprattutto negli esemplari più giovani tendono ad avere una conformazione ad arco, dettata in genere dalla forte spinta apicale.
E' una spinta che nel corso della maturazione della pianta tende ad affievolirsi (la forma degli alberi nel tempo è un altro argomento molto bello che vedremo più avanti ).
Esteticamente il ramo a candelabro non è il massimo da vedere, se rapportato a quella che la codifica degli stili, quindi si tende con l'applicazione del filo a rimodellare la pianta per avere un risultato più gradevole.

Questa operazione influisce anche sul comportamente della pianta, in quanto un ramo in orizzontale cresce meno in lunghezza ma, stazionando di più la linfa (e con i meccanismi dettati dai regolatori auxine e citochinine), tende ad ingrossarsi e a creare conicità.

Viceversa se abbiamo bisogno di allungare un ramo velocemente, lo si posizionerà in verticale con il filo, in modo da garantire uno stazionamento della linfa quasi nullo e un conseguente allungamento veloce dei tessuti.
Rispondi Con Citazione

Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    

  #22  
Vecchio 08-01-12, 13:57
L'avatar di lella1
lella1 lella1 è offline
Pollice d'oro in orchidee
 
Data Registrazione: 05-07-08
Località: Milano
Messaggi: 17819
Grazie dati: 2382
Ringraziato 1234 volte in 976 post
Punti reputazione: 40
Sono....: Donna
Predefinito

ho capito! c'è sempre una logica........
Rispondi Con Citazione
  #23  
Vecchio 08-01-12, 14:00
pstrada
Guest
 
Messaggi: n/a
Predefinito

Citazione:
Originariamente Scritto da gilda Visualizza Messaggio
Sto seguendo con grande interesse questo post.
Sono 15 anni che sono stata rapita dai bonsai,e se c'è una cosa che ho imparato,è che non puoi agire secondo le tue regole,ma solo secondo le regole della natura.Mi sono appassionata in un periodo in cui avevo bisogno di trovare un bel po' di equilibrio,e con loro ho trovato non solo quello, ma anche umiltà e pazienza,e ho ritrovato anche un po' me stessa.
In ognuna di quelle piante,nei tronchi,nei rami tortuosi o nei verdi palchi riconosco le "ere" della mia vita.
Le tue spiegazioni e le foto sono meglio di qualunque libro io abbia mai letto,perciò,continua perchè , almeno io , sappi che ti leggo con grande avidità.
che dire..mi hai lasciato senza parole, posso solo confermare totalmente il primo pezzo che hai scritto, anche per me rapportarmi con i ritmi delle piante è stato un toccasana...

Sul secondo punto hai un po' esagerato....ma è uno stimolo per andare avanti e fare meglio

Citazione:
Originariamente Scritto da lella1 Visualizza Messaggio
ho capito! c'è sempre una logica........
sempre...anche se a volte si ottiene il contrario di quello che ci si prefigge, ma fa parte del gioco

Ultima modifica di pstrada; 08-01-12 alle 14:02 Motivo: Devi attendere un minuto per poter effettuare la modifica.
Rispondi Con Citazione
  #24  
Vecchio 08-01-12, 14:06
L'avatar di lella1
lella1 lella1 è offline
Pollice d'oro in orchidee
 
Data Registrazione: 05-07-08
Località: Milano
Messaggi: 17819
Grazie dati: 2382
Ringraziato 1234 volte in 976 post
Punti reputazione: 40
Sono....: Donna
Predefinito

Pietro, perchè non proviamo a prendere una pianta e ci insegni passo passo cosa fare? potrebbe essere una buona palestra per chi è interessato a prendere questa strada, a me per esempio piacerebbe riavere il Malus floribunda che ho avuto per dieci anni e che ho perso per un guasto all'impianto di irrigazione.......
Rispondi Con Citazione
  #25  
Vecchio 08-01-12, 14:13
pstrada
Guest
 
Messaggi: n/a
Predefinito

ne abbiamo accennato in questo 3d, mi sto organizzando

Presentazione
Rispondi Con Citazione
  #26  
Vecchio 08-01-12, 14:21
L'avatar di lella1
lella1 lella1 è offline
Pollice d'oro in orchidee
 
Data Registrazione: 05-07-08
Località: Milano
Messaggi: 17819
Grazie dati: 2382
Ringraziato 1234 volte in 976 post
Punti reputazione: 40
Sono....: Donna
Predefinito

Citazione:
Originariamente Scritto da pstrada Visualizza Messaggio
ne abbiamo accennato in questo 3d, mi sto organizzando

Presentazione



si.......si........avevo letto, vedrò di andare per vivai a vedere se trovo qualcosa che possa andar bene.............
Rispondi Con Citazione
  #27  
Vecchio 02-02-12, 01:40
L'avatar di ageppop
ageppop ageppop è offline
Pollice Giallo
 
Data Registrazione: 12-11-10
Località: Novara
Messaggi: 570
Grazie dati: 0
Ringraziato 10 volte in 9 post
Punti reputazione: 0
Sono....: Uomo
Predefinito

ciao Pietro, non è da molto che mi occupo di bonsai anche se negli anni ho sempre cercato di leggere il più possibile per capire le tecniche e la filosofia che sta dietro a queste fantastiche creazioni
da poco ho acquistato un ficus retusa, e da qualche anno coltivo dei liquidanbar e delle albizie nella speranza, un giorno, di poterli lavorare
il tuo posto è decisamente istruttivo e mi ha permesso di capire diverse molto, non mi è chiara però una cosa: da ciò che ho letto prima di decidere l'impostazione da impartire alla pianta è necessario esporre il nebari per capirne sua forma e come la pianta poggia su di stesso, lo hai fatto? e se no perchè?
grazie ancora per i preziosi consigli che ci hai fin ora fornito!

Ultima modifica di ageppop; 02-02-12 alle 01:43
Rispondi Con Citazione
  #28  
Vecchio 02-02-12, 01:55
L'avatar di anthea
anthea anthea è offline
Pollice Arancione
 
Data Registrazione: 09-05-11
Località: palermo
Messaggi: 1773
Grazie dati: 158
Ringraziato 165 volte in 92 post
Punti reputazione: 0
Sono....: Donna
Predefinito

domanda da profana: ma nel bonsai si agisce anche sull'apparato radicale o no? perche' io vedo sempre vasi minuscoli in giro, e anche per questo anche io ho sempre pensato fosse un processo un po' violento e innaturale per la pianta, anche perche' cio' implica un criterio estetico (nel senso che non e' una potatura per evitate malattie, aumentare la respirazione della chioma, ecc) ma magari sbaglio, chiedo per capire meglio questo pianeta che non conosco...
ps: piu' guardo il portamento dei glicini e piu' penso che sarebbe meraviglioso un bonsai da glicine...purtroppo dopo una tromba d'aria quello ventennale del giardino dei miei e' distrutto, ma ce ne e' uno che ancora resiste, magari riesco a far qualcosa...
Rispondi Con Citazione
  #29  
Vecchio 02-02-12, 02:09
L'avatar di ageppop
ageppop ageppop è offline
Pollice Giallo
 
Data Registrazione: 12-11-10
Località: Novara
Messaggi: 570
Grazie dati: 0
Ringraziato 10 volte in 9 post
Punti reputazione: 0
Sono....: Uomo
Predefinito

Pietro sarà decisamente più preciso ed esaustivo di me, però inizio a risponderti..
dunque la potatura si effettua anche a livello radicale nel momento in cui si trapianta l'essenza all'interno di un nuovo vaso, le potature sono comunque effettuate in maniera non invasiva, si deve sempre cercare di mantenere un equilibrio tra la parte aerea e quella sottoterra, solitamente la pianta non passa direttamente in un vaso da bonsai, ma si riducono le dimensioni del vaso con il tempo, anche perchè è necessario, spesso, far crescere le radici orizzontalmente per prepararle al vaso vero e proprio
tieni presente che prima di tagliare rami e radici è necessario pensarci bene, a tagliare si fa presto, ma a crescere la pianta ci ha messo anni!
per quanto riguarda il glicine è una pianta usata per i bonsai, ma decisamente non consigliata ai neofiti, perchè molto difficile da impostare e gestire, data la sua crescita vigorosa...
Rispondi Con Citazione
  #30  
Vecchio 02-02-12, 08:23
pstrada
Guest
 
Messaggi: n/a
Predefinito

Citazione:
Originariamente Scritto da ageppop Visualizza Messaggio
ciao Pietro, non è da molto che mi occupo di bonsai anche se negli anni ho sempre cercato di leggere il più possibile per capire le tecniche e la filosofia che sta dietro a queste fantastiche creazioni
da poco ho acquistato un ficus retusa, e da qualche anno coltivo dei liquidanbar e delle albizie nella speranza, un giorno, di poterli lavorare
il tuo posto è decisamente istruttivo e mi ha permesso di capire diverse molto, non mi è chiara però una cosa: da ciò che ho letto prima di decidere l'impostazione da impartire alla pianta è necessario esporre il nebari per capirne sua forma e come la pianta poggia su di stesso, lo hai fatto? e se no perchè?
grazie ancora per i preziosi consigli che ci hai fin ora fornito!
ciao, si è corretto quello che dici, nel senso che la lavorazione parte sempre dal "basso", ovvero dall'ispezione del colletto e da come le radici si dipartono (struttura del nebari ecc ecc).
Da qui poi si decide che tipo di lavorazione effettuare, anche in funzione della stagione.
Nel caso del cedro, e trattandosi di una pianta nuova, appena acquistata, ho preferito non effettuare entrambe le attività (potatura+filatura, rinvaso), perchè avrebbero potuto causare uno stress troppo forte alla pianta. Inoltre la lavorazione è stata fatta in ottobre, periodo non particolarmente adatto per i rinvasi.
Considera inoltre che il cedro, purtroppo, non si caratterizza per la particolare bellezza dell'apparato radicale esterno. Tende a fare radici piuttosto fini e quindi non crea nebari particolarmente spettacolari.
Altro fattore importante che si valuta è la qualità del terreno in cui si trova la pianta. In questo caso, pur essendo un terreno normale, è presente una buona percentuale di pomice che garantisce un ottimo drenaggio, nel caso il terreno fosse stato peggiore probabilmente avrei rivisto l'approccio, rimandando il tutto alla primavera ed effettuando rinvaso + impostazione assieme.
Il tutto cambia anche in funzione delle piante che si lavorano, il comportamento delle latifoglie rispetto alle conifere è molto diverso, sono molto più reattive e quindi ci si può sbizzarrire di più.
Le conifere sono già più rognose, e hanno anche una struttura dell'apparato radicale diversa, quindi sempre meglio andare per gradi cercando di effettuare lavorazioni più diluite nel tempo per essere meno invasivi.

Magari potremmo spostare questi post e aprire un post specifico sui rinvasi, potature, che ne dite ?
Rispondi Con Citazione

Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    

Rispondi

Tag
cedro, eretto formale, lavorazione, piccola, step

Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 17:29.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0
Alcune foto potrebbero provenire da altri siti. Qualora qualcuno riconoscesse la propria foto e non avesse piacere di vederla su questo forum è invitato a comunicarlo all'Amministratore. Provvederemo a rimuoverla al più presto.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0