Giardinaggio efiori.com  



 

Torna Indietro   Giardinaggio efiori.com > Le Speciali > Bonsai, Carnivore ed Acquatiche > Bonsai, Carnivore ed Acquatiche: Coltivazione

sono tentata... il mio primo bonsai...

Questa discussione si intitola sono tentata... il mio primo bonsai... nella sezione Bonsai, Carnivore ed Acquatiche: Coltivazione, appartenente alla categoria Bonsai, Carnivore ed Acquatiche; quel pino mugo è poesia pura... è incredibile... mi fai venire voglia di provare a fare un bonsai... già leggendo ...

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
  #1  
Vecchio 08-10-11, 14:15
L'avatar di lamartinz
lamartinz lamartinz è offline
Donna Lama Protettrice del Forum
Amministratrice Forum Giardinaggio.efiori.com

 
Data Registrazione: 11-05-09
Località: Vercelli
Messaggi: 30153
Grazie dati: 778
Ringraziato 1022 volte in 728 post
Punti reputazione: 55
Invia un messaggio via Skype™ a lamartinz Sono....: Donna
Predefinito

quel pino mugo è poesia pura...

è incredibile... mi fai venire voglia di provare a fare un bonsai... già leggendo le avventure di damiano ero rimasta affascinata...

con cosa consigli di partire? mi piace l'idea di bonsaizzare le aromatiche....
__________________


L'indirizzo dell'amministrazione è forum@efiori.it
Per piacere scrivere solo per richieste inerenti moderazione ed amministrazione per tutto il resto rivolgersi direttamente sul forum.


OT da faccia tosta
Credo nella purificazione dell'anima attraverso il gioco e il divertimento - Naif Super
Rispondi Con Citazione

Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    

  #2  
Vecchio 08-10-11, 14:46
pstrada
Guest
 
Messaggi: n/a
Predefinito

Le aromatiche sono un po' delicate in generale (timo, rosmarino ecc.) e non hanno una vita molto lunga.
I rosmarini in terra, quelli di casa, a volte possono essere molto interessanti, ma estrarli dal terreno è spesso un'impresa, e quindi andrebbero margottati...
Volendo la scelta è molto ampia, dalle piante da frutto (meli, ciliegi ecc.), alle latifoglie (carpini aceri ecc) alle conifere (ginepri in particolare.

Un acero palmato ?.

Una pianta delicata nell'aspetto ma in grado di sopravvivere a condizioni estreme.

perchè no..

Foto di Pietro Strada | Facebook
Rispondi Con Citazione
  #3  
Vecchio 08-10-11, 15:16
L'avatar di lamartinz
lamartinz lamartinz è offline
Donna Lama Protettrice del Forum
Amministratrice Forum Giardinaggio.efiori.com

 
Data Registrazione: 11-05-09
Località: Vercelli
Messaggi: 30153
Grazie dati: 778
Ringraziato 1022 volte in 728 post
Punti reputazione: 55
Invia un messaggio via Skype™ a lamartinz Sono....: Donna
Predefinito

ho pensato che fosse meglio non inquinare il tuo bellissimo thread... anche perchè è noto che i miei... beh.... sono belli e incasinati! hahaha

partiamo dalla basi... come si sceglie una pianta per un bonsai?

cioè... potrei metere in selezione qualcuna di quelle che ho, opure comprarne una ad hoc, ma che caratteristiche deve avere?

ad esempio una quercietta nata da seme di un anno e mezzo?
un arbusto di tre anni... come devono essere per poter diventare bonsai?

gli aceri li adoro!
__________________


L'indirizzo dell'amministrazione è forum@efiori.it
Per piacere scrivere solo per richieste inerenti moderazione ed amministrazione per tutto il resto rivolgersi direttamente sul forum.


OT da faccia tosta
Credo nella purificazione dell'anima attraverso il gioco e il divertimento - Naif Super
Rispondi Con Citazione
  #4  
Vecchio 08-10-11, 15:23
L'avatar di iMark
iMark iMark è offline
Pollice Blu
 
Data Registrazione: 28-04-09
Località: Varese centro- North Italy. Zona U.S.D.A.: 7 [7a]. Zona Köppen: Temp. subcont.
Messaggi: 8006
Grazie dati: 739
Ringraziato 233 volte in 199 post
Punti reputazione: 25
Invia un messaggio via MSN a iMark Sono....: Uomo
Predefinito

Citazione:
Originariamente Scritto da lamartinz Visualizza Messaggio
ho pensato che fosse meglio non inquinare il tuo bellissimo thread... anche perchè è noto che i miei... beh.... sono belli e incasinati! hahaha

partiamo dalla basi... come si sceglie una pianta per un bonsai?

cioè... potrei metere in selezione qualcuna di quelle che ho, opure comprarne una ad hoc, ma che caratteristiche deve avere?

ad esempio una quercietta nata da seme di un anno e mezzo?
un arbusto di tre anni... come devono essere per poter diventare bonsai?

gli aceri li adoro!
che io sappia una pianta che deve essere bonsaizzata deve avere un fusto conico e non a ''candelabro''
i rami idem
Rispondi Con Citazione
  #5  
Vecchio 08-10-11, 16:13
pstrada
Guest
 
Messaggi: n/a
Predefinito

i parametri possono essere tanti.

se si parla di piante da acquistare...
il primo parametro che condiziona è il prezzo.
il secondo è l'adattabilità al clima del posto in cui la metteremo. Se abitiamo in montagna avrà poco senso acquistare un olivo.
Se abbiamo un balcone assolato cercheremo una pianta che sopporta bene il sole.
Il tempo che potremo dedicare.
L'idea di quello che si vuole realizzare e lo stile corrispondente.
Certe pianta si adattano a certi stili e altre no. e certi stili sono più difficili degli altri da realizzare.

La salute della pianta, ovviamente deve essere sana e non presentare difetti evidenti (per esempio mai prendere piante innestate, perchè il difetto non scomparirà mai).
Una buona distribuzione radiale delle radici (vedi nebari)
La conicità. E' importante ma può anche essere ottenuta nel tempo.
Più importante è l'assenza di parti controconiche, altro difetto quasi impossibile da eliminare..
Una personalità. Inutile acquistare una pianta che geneticamente nasce "palo della luce".
Vanno cercate piante interessanti, con movimento, che esprimano qualcosa.

Poi ci sono le inclinazioni personali

il genere della pianta che vogliamo acquistare, latifoglia, da frutto, conifera, tropicale, da interno ecc. ecc.

gli attrezzi che abbiamo a disposizione

il bonsai richiede almeno degli attrezzi base per lavorare, costano ma sono essenziali per avere dei risultati validi. Più la pianta è grossa più gli attrezzi potranno avere costi maggiori.

Queste sono alcune risposte di base alla tua domanda.

Agli inizi è dura, perchè non avendo certe conoscenze le piante sono più o meno tutte uguali, poi nel tempo si sviluppano esperienza e senso estetico che aiutano ad individuare la pianta giusta.
Rispondi Con Citazione
  #6  
Vecchio 08-10-11, 19:52
pstrada
Guest
 
Messaggi: n/a
Predefinito gli stili...

In natura non esistono alberi uguali. Perché per ogni esemplare le modalità di crescita variano in funzione di parametri interni ed esterni. Con il termine “stile” i maestri giapponesi hanno cercato, osservando gli alberi, di classificarne le principali forme e caratteristiche. Oltre all’aspetto estetico (forma, numero dei tronchi, disposizione dei rami etc.) gli stili forniscono delle regole prospettiche formali, ideali per la realizzazione di un bonsai.

Queste regole non devono essere viste come un vincolo alla fantasia del bonsaista, ma piuttosto come un aiuto nella definizione del progetto da realizzare. E’ interessante notare come in ogni stile proposto la figura di riferimento più importante per rendere “convincente” un bonsai sia il triangolo, o un insieme di triangoli. Altro elemento importante è la ricerca del numero dispari come elemento di perfezione. Un bonsai inoltre non deve mai essere ripetitivo nelle sue forme, ma, al contrario, tramite l‘esposizione delle proprie linee di forza, l’alternanza dei pieni e dei vuoti e i contrasti tra il legno vivo e quello secco, deve ispirare dinamismo e naturalezza.

“non fate che il vostro albero assomigli a un bonsai, ma fate in modo che il vostro bonsai assomigli a un albero” J.J.Naka

Gli stili principali sono:

  • Eretto formale
  • Eretto informale
  • Battuto dal vento
  • Bosco
  • Ceppaia
  • Cascata
  • Semicascata
  • Inclinato
  • Scopa rovesciata
  • Su roccia
  • Zattera
  • Literati

Ultima modifica di pstrada; 08-10-11 alle 20:04
Rispondi Con Citazione
  #7  
Vecchio 08-10-11, 19:56
L'avatar di Tutù
Tutù Tutù è offline
Pollice Blu
 
Data Registrazione: 26-03-10
Località: monza
Messaggi: 12123
Grazie dati: 1031
Ringraziato 1050 volte in 838 post
Punti reputazione: 10
Sono....: Donna
Predefinito

wow...che interessante

vi seguo
__________________
Mi era stato detto che l' addomesticamento con i gatti è molto difficile. Non è vero. Il mio mi ha addomesticato in un paio di giorni
Rispondi Con Citazione
  #8  
Vecchio 08-10-11, 20:07
pstrada
Guest
 
Messaggi: n/a
Predefinito Eretto formale

Il portamento è diritto e verticale, e il tronco si assottiglia verso l’apice, confererendo all’albero un’elegante sagoma conica. I rami si alternano con angoli di circa 120° a partire da circa un terzo dell’altezza dell’albero.



E’ uno degli stili più comuni in natura, il tronco presenta curve morbide che si assottigliano verso l’apice. I rami si dipartono dall’esterno delle curve e la proiezione dell’apice, rispetto all’asse centrale della pianta, ricade all’interno della base del tronco.


Ultima modifica di pstrada; 08-10-11 alle 20:10 Motivo: Devi attendere un minuto per poter effettuare la modifica.
Rispondi Con Citazione
  #9  
Vecchio 08-10-11, 20:13
pstrada
Guest
 
Messaggi: n/a
Predefinito Scopa rovesciata

Probabilmente una tra le forme più classiche e conosciute. I rami sono molto fitti e disposti a ventaglio. Il tronco è possente e con poca conicità. La chioma si ramifica a circa un terzo dell’altezza dell’albero, e può essere simmetrica o leggermente asimmetrica in funzione del punto di partenza dei rami.



Questo stile ricorda la foresta, con composizioni di piante che, differenziandosi per sezione e altezza, infondono un senso di profondità all’insieme. Le piante vengono poste in vasi molto bassi e viene utilizzata una particolare torba di palude (keto), per evitare rinvasi troppo frequenti.



Composizione con tronchi multipli che nascono dallo stesso ceppo e si allargano ricercando spazio e luce. Anche in questo caso la forma complessiva della chioma dovrà poter essere racchiusa idealmente in un triangolo.


Ultima modifica di pstrada; 08-10-11 alle 20:18 Motivo: Devi attendere un minuto per poter effettuare la modifica.
Rispondi Con Citazione
  #10  
Vecchio 08-10-11, 20:20
pstrada
Guest
 
Messaggi: n/a
Predefinito Zattera

Lo stile a zattera prende spunto da alberi caduti che, con il passare del tempo, sviluppano tronchi dalla ramificazione rimasta attiva. Nel caso del bonsai si utilizzano alberi che presentano rami cresciuti solamente su un lato. E’ uno stile che richiede molto tempo per la sua realizzazione.



Questo stile ricorda un albero cresciuto in condizioni disagiate o in zone con vento costante. Le radici esprimono la forza che contrasta l’inclinazione innaturale del tronco (sino a 45°). Saranno quindi compresse nella zona inclinata e distese nella parte opposta.


Ultima modifica di pstrada; 08-10-11 alle 20:23 Motivo: Devi attendere un minuto per poter effettuare la modifica.
Rispondi Con Citazione

Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    

Rispondi

Tag
bonsai, primo, sono, tentata

Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 23:09.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0
Alcune foto potrebbero provenire da altri siti. Qualora qualcuno riconoscesse la propria foto e non avesse piacere di vederla su questo forum è invitato a comunicarlo all'Amministratore. Provvederemo a rimuoverla al più presto.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0