Giardinaggio efiori.com  



 

Torna Indietro   Giardinaggio efiori.com > Giardino e dintorni > Tecniche di giardinaggio > Bricolage in giardino

zenzi-box (germinatoio)

Questa discussione si intitola zenzi-box (germinatoio) nella sezione Bricolage in giardino, appartenente alla categoria Tecniche di giardinaggio; una piccola precisazione iniziale il nome zenzi-box non è l’ennesimo (goffo) tentativo di fare dell’ironia. no, era il nome più ...

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
  #1  
Vecchio 21-01-10, 14:20
superzenzi superzenzi è offline
Pollice Arancione
 
Data Registrazione: 14-06-09
Località: milano
Messaggi: 2143
Grazie dati: 0
Ringraziato una volta in un post
Punti reputazione: 10
Predefinito zenzi-box (germinatoio)

una piccola precisazione iniziale

il nome zenzi-box non è l’ennesimo (goffo) tentativo di fare dell’ironia. no, era il nome più plausibile e naturale che le potessi affibbiare

da un lato, infatti, non posso identificarla con nomi tipo “germinatoio” o “grow-box”, che s’addicono a sistemi meglio progettati e – diciamolo – meglio realizzati, come quello di stap, o il cloner di simo, tanto per fare un paio di esempi tra i più recenti che ho letto. insomma, termini professionali mi suonavano presuntuosi e fuorvianti per questa mia piccola idea che, vedrete, è rudimentale, quando non addirittura arrangiata

è un fatto, inoltre, cha la zenzi-box è parente stretta della mia interazione col forum: “zenzi” sancisce questo legame con efiori. spero che l’esposizione che segue porti ulteriori e numerosi approfondimenti, discussioni, confronti…

__________________

Rispondi Con Citazione

Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    

  #2  
Vecchio 21-01-10, 14:21
superzenzi superzenzi è offline
Pollice Arancione
 
Data Registrazione: 14-06-09
Località: milano
Messaggi: 2143
Grazie dati: 0
Ringraziato una volta in un post
Punti reputazione: 10
Predefinito

cosa e perché
fatto: la moltiplicazione per taleaggio è diventata una fissazione

quando, grazie a voi, ho scoperto il volumetto “la moltiplicazione per talea” di stefano sogni (da qui in avanti ss) mi si è aperto un mondo. tanta parte delle nozioni tecniche che leggerete, se non diversamente specificato, sono tratte da quel libro

ss, come sapete, si rivolge ad un lettore che abbia intenzioni serie. tutto quanto spiegato presuppone un’applicazione su larga scala e con finalità commerciali. cionondimeno, ad un certo punto mi son detto: “e se provassi a operare in piccolo?”

insomma, da qui principalmente nasce il progettino che vi presento, anche se successivamente ho pensato d’adattarlo ad altri miei interessi, tra i quali la semina di peperoncini, soprattutto

questi esperimenti (d’ora in poi “esperimento” indicherà genericamente un tentativo di semina, crescita, radicazione ecc) verranno condotti in un contenitore con coperchio, tipo quelli che si usano per riporre la biancheria. sono oggetti che ho trovato in ipermercati intorno ai 5€: lidl te li tira dietro

il supporto che ospiterà le piante è un vassoio alveolare (meno di 1€ su ebay)

necessitavo di altre strutture di sostegno facilmente lavorabili. ho utilizzato delle piccole tavolette di compensato, ricavate smontando un espositore per vino. la finalità dei fori che vedete è spiegata più avanti

fin qui, la struttura di supporto. ora passiamo alle apparecchiature. queste verranno esposte seguendo la logica del iv capitolo di ss, quindi si considereranno problematiche relative alla temperatura, alla luce e all’umidità

del substrato si parlerà semmai in altri topic dedicati a particolari esperimenti
__________________


Ultima modifica di oldhen; 28-01-12 alle 15:04
Rispondi Con Citazione
  #3  
Vecchio 21-01-10, 14:21
superzenzi superzenzi è offline
Pollice Arancione
 
Data Registrazione: 14-06-09
Località: milano
Messaggi: 2143
Grazie dati: 0
Ringraziato una volta in un post
Punti reputazione: 10
Predefinito

la temperatura
fatto: temperature elevate favoriscono i processi fisiologici delle piante

affermare che una temperatura è alta, non significa niente. diciamo, allora, che leggendo ss e altri articoli riguardanti anche altri tipi di esperimenti, una temperatura ottimale che favorisca l’attività delle piante è intorno ai 24°C

ora però sorge un problema ostico con le talee. se è vero che in queste va favorita la nascita e sviluppo di un nuovo apparato radicale, è pure vero che gli altri processi vanno il più possibile rallentati, questo principalmente proprio per il fatto che non ci sono radici a fornire l’acqua e il nutrimento necessari

conclusione: perché una talea possa radicare, la temperatura della parte interrata deve essere maggiore di quella a cui è sottoposta la parte area.

qui la già citata simotricci (diamo a cesare quel che è di cesare) mi diede una dritta fondamentale. e con l’occasione scoprii pure quanti apparecchi utili al taleaggio si trovano nei negozi che vendono acquari e terrari. uno di questi fondamentali oggetti sono i tappetini e i cavi riscaldanti

io ho usato uno di questi ultimi, lungo 4 metri, che assorbe intorno ai 20W e che comodamente serpeggia tra i corpi dei singoli alveoli

il sistema di riscaldamento della futura (si spera) parte radicale chiaramente non può funzionare di continuo e bisogna accoppiarlo con un termostato. io ho preso questo, molto semplice ma perfettamente funzionale. è dotato di tre cavi: uno è la presa di rete; uno controlla l’alimentazione del cavo riscaldante; l’ultimo termina con la sonda per il rilevamento della temperatura

come si vede in una delle foto precedenti, il cavo non copre in maniera omogenea tutto lo spazio sotto il vassoio: alcune zone vengono riscaldate di più, altre meno. il problema, in realtà, non è così drammatico, ma alla fine ho deciso di posizionare la sonda in un punto verosimilmente tra quelli meno riscaldati e settare il termostato a 23°C

per quanto riguarda la parte libera delle piante, riesco a tenere la temperatura più bassa grazie a vaporizzazioni esterne, l’azione di una ventola e l’utilizzo di un sistema di illuminazione non riscaldante. ma lo vediamo nei paragrafi successivi

concludo con una nota spese.

l’insieme cavo + termostato costituisce l’esborso maggiore di tutto il progetto. io sono stato parecchio fortunato, perché su ebay ho trovato il termostato (che si vende anche in alcuni garden) ad un prezzo conveniente e per entrambi ho speso circa 30€. il consumo del cavo, inoltre, va dai 20W ai 25W circa, per quell’ordine di lunghezze. la cosa non deve spaventare, perché ho verificato che in un ambiente con una temperatura in inverno intorno ai 20°C (è il caso degli appartamenti a milano), settare il termostato sui 23-24°C (sonda in uno spazio confinato) vuol dire tenere acceso il cavo per pochissimo tempo
__________________


Ultima modifica di oldhen; 28-01-12 alle 15:04
Rispondi Con Citazione
  #4  
Vecchio 21-01-10, 14:22
superzenzi superzenzi è offline
Pollice Arancione
 
Data Registrazione: 14-06-09
Località: milano
Messaggi: 2143
Grazie dati: 0
Ringraziato una volta in un post
Punti reputazione: 10
Predefinito

l’umidità
fatto: l’umidità è assolutamente necessaria alle talee

questa è una nota dolente nei sistemi casalinghi e, quindi, spazialmente molto costretti

per inciso, questa mia prova, proprio perché concepita come prima esperienza, doveva rimanere contenuta nei costi. nel caso specifico, non avevo alcuna intenzione di acquistare dei vaporizzatori automatici, oggetti costosi assai. inoltre, tanta elettronica che si vedrà in seguito, è immersa nell’ambiente di crescita e l’umidità, si sa, non va d’accordo con la corrente. per fortuna, fino ad ora non ci sono problemi, ma veniamo a noi

dicevo, l’umidità è necessaria perché, quando scarseggia, la talea è indotta a usare la sua riserva interna per termoregolarsi, senza peraltro che le sia garantito il ricambio idrico proveniente dalle radici. ben presto avvizzisce.

io mi affido all’umidità che sale dal deposito d’acqua che si raccoglie sul fondo della vasca e a qualche vaporizzazione manuale (al mattino, apro, spruzzo e scappo).

il ricircolo dell’aria è assicurato da una ventola recuperata dall’alimentatore di un vecchio pc e dei fori praticati sul box stesso, dietro la ventola e sullo spigolo ad essa opposto. (sto pensando di farne altri sul coperchio)

la ventola è posizionata in modo tale da investire gli esperimenti e anche i circuiti di illuminazione. come dicevo, per ora la cosa regge egregiamente

il costo di ciò evidentemente è stato zero. le ventole per pc, comunque, si vendono a pochi euro e un’evoluzione futura della zenzi-box sarà dotata di due ventole più piccole, alimentate a parte e magari collegate ad un potenziometro. quella usata qui è (sotto)alimentata a circa 7V e consuma circa 1W “rubato” all’alimentazione delle luci
__________________


Ultima modifica di oldhen; 28-01-12 alle 15:04
Rispondi Con Citazione
  #5  
Vecchio 21-01-10, 14:22
superzenzi superzenzi è offline
Pollice Arancione
 
Data Registrazione: 14-06-09
Località: milano
Messaggi: 2143
Grazie dati: 0
Ringraziato una volta in un post
Punti reputazione: 10
Predefinito

la luce
fatto: no luce, no fotosintesi, no pianta

come ho già scritto, il tema è davvero affascinante. e controverso, a quanto leggo in rete

dico subito che la mia fonte d’ispirazione è stata principalmente questo articolo (già linkato), dove l’autore ha la necessità di illuminare un’area comparabile a quella della zenzi-box. così, anch’io ho usato due basette millefori (si vedono qui insieme ad altra attrezzatura) ed ho montato luci rosse e blu in rapporto 3:1

per la precisione, ogni basetta dell’articolo ospita 36 led rossi + 12 led blu, ma io ho montato un led rosso in meno: disponevo di led rossi con specifiche diverse (tensione diretta superiore) e ciò mi ha portato ad un dimensionamento diverso e a formare 7 serie di 5 led rossi, anziché 6 serie da 6. di conseguenza, anche le resistenza sono diverse, rispetto a quelle indicate nell’articolo (io ho usato resistenze con tolleranza 1% da 140 Ω e da 68 Ω, ma penso non ve ne freghi niente)

la prima basetta

realizzate le due basette, mi rimanevano dei led e ho pensato di montarli sull’asse di compensato interna. ecco spiegati quei fori (soluzione ai massimi livelli di rozzezza)

l’insieme delle due basette, più i led sull’asse assorbono un totale di circa 6.5W

luci + ventola assorbono una potenza ben al di sotto dei 10W: ciò è importante, perché tutto questo apparato si suppone dover restare acceso per parecchie ore (a seconda degli esperimenti)

la due tavolette sono state così fissate sul coperchio della box (asse esterna, asse interna) con dei perni. Due perni di quello stesso tipo sono stati montati sulle basette, in modo da poterle avvitare ai primi e assicurare un minimo di movimento basculante alle basette stesse

fiat lux: giusto attraverso la fotocamera è possibile vederle direttamente. l’occhio nudo non regge per troppo tempo l’osservazione diretta. e sospetto che sia pure dannoso per gli occhi, quindi, se vi cimentate, ocio!

posizionamento della ventola.

luci e ventola sono alimentate attraverso un trasformatore che un tempo serviva per caricare un cellulare che non ho più. questo s’è rivelato provvidenziale, dato che fornisce una tensione in uscita di circa 17V. ciò m’ha permesso, come dicevo, d’alimentare le luci e allo stesso tempo la ventola: alle luci arrivano correttamente 12V. be’ qui son stato di nuovo fortunato, ma un’ipotetica zenzi-box evolution prevederà trasformatori on board, separati, uno per le luci ed uno per la ventola

per ora, mi sono accontentato di collegare la ventola ad un interruttore.

avevo questa vecchia antenna ormai inutilizzabile. l’ho smontata, ho usato la basetta interna e il telaio come supporto e copertura e ho collegato l’interruttore ivi già presente alla ventola che, quindi, non necessariamente deve rimanere sempre accesa (qui copertura ex antenna e trasformatore)

tutto ciò va temporizzato. io utilizzo un timer dei meno sofisticati, ma molto affidabile

il timer, l’ho pagato troppo: 13€! in alcune ferramenta costa circa la metà

per i circuiti di illuminazione, la spesa è stata poco meno di 20€

zenzi-box
__________________


Ultima modifica di oldhen; 28-01-12 alle 15:03
Rispondi Con Citazione
  #6  
Vecchio 21-01-10, 14:23
superzenzi superzenzi è offline
Pollice Arancione
 
Data Registrazione: 14-06-09
Località: milano
Messaggi: 2143
Grazie dati: 0
Ringraziato una volta in un post
Punti reputazione: 10
Predefinito

qualche osservazione finale (finale?)



mi sono dilungato troppo in descrizioni forse inutili e di certo noiose, ma onestamente non mi va di tornare indietro e aggiustare

il fatto è che volevo aggiungere un paio di cose, specie sulla questione della luce

ad esempio, perché usare dei led rossi e blu?

una prima risposta molto semplice e per certi versi definitiva potrebbe essere: lo fa la nasa e ci fa crescere le piante nello spazio, quindi escludo che sia una totale fesseria

punto

no, niente punto. se non altro perché io non sono la nasa. però il tizio del terrario di piante carnivore fa ben sperare

altre personali elucubrazioni, giusto per tediarvi ancora un po’

le piante assorbono luce, ma non tutta la luce. in particolare, presentano due picchi d’assorbimento, uno molto pronunciato a più bassa energia, ed uno più basso nel blu. in rete si trovano dappertutto i valori di questi picchi. i led rossi e blu difficilmente emettono lunghezze d’onda molto vicine a quelle dei picchi suddetti, ma quasi. per fortuna, l’emissione led ha, come si suol dire, una certa larghezza di riga e quindi almeno un po’ della loro luce di certo viene assorbita

poi scopro pure che di clorofilla non ne esiste mica una sola specie. in particolare c’è la clorofilla b che – evviva la natura – ha i picchi di assorbimento un po’ sfasati rispetto alla clorofilla a e quindi è più capace di quest’ultima di assorbire la radiazione dei nostri led. ma non finisce qui! perché tra le n incomprensibili cose che fa questa clorofilla b, c’è pure quella di trasferire energia alla clorofilla a. morale della favola, le piante assorbono dai led molto più di quanto ci si aspettava inizialmente. dimostrazione di ciò, sono gli ottimi risultati ottenuti dagli olandesi

di certo, ipotetiche box future, saranno dotate anche di led bianchi

va be’, confortante che pure loro usano, in alcuni momenti della giornata, una maggior quantità (molto maggiore) di luce rossa, rispetto a quella blu. perché? verrebbe da pensare che, proprio perché il picco nel blu è meno efficace, uno dovrebbe usare più luce blu. ma non stiamo a scervellarci su questo punto e, dato che scopo principale è far radicare talee, fidiamoci di quello che ci dice ss

questi spiega che la luce blu, per non si sa quale inspiegabile motivo (tante sono le cose inspiegabili in biologia vegetale) favorisce l’apertura degli stomi. ciò comporta un aumento della traspirazione della pianta e, come s’è detto, questo non ci piace. in definitiva, luce blu sì, ma con moderazione, soprattutto se si vogliono far radicare talee

ss però afferma altresì che la luce necessaria alle talee è poca, in confronto a quella richiesta da una pianta già definita e sana. e quel “poca” sta per 200-400 candele/dmq. sarà pure poca, ma la zenzi-box (e quindi c’è discrepanza tra ss e l’amico del terrario) fatti due calcoli, ne assicura circa la metà. basterà?

ultima complicazione. i led di cui stiamo parlando sono ad alta luminosità: più un led è potente, più è direzionale. in una struttura come la zenzi-box, di conseguenza, non tutte le porzioni d’area sono illuminate allo stesso modo

questo sarà un grosso problema. dico “sarà” perché per ora la cosa mi torna addirittura utile. ho intenzione, infatti, di sperimentare parallelamente dentro e fuori la box. se anche all’interno di questa ci sono condizioni diverse, al momento ciò per me equivale ad una casistica più ampia

poi si potrebbe parlare delle diverse esigenze di illuminazione delle piante. ma a questo punto la trattazione si specializza troppo

senza contare che mi son rotto di scrivere

la parola a voi
__________________

Rispondi Con Citazione
  #7  
Vecchio 21-01-10, 17:57
L'avatar di Stefy
Stefy Stefy è offline
Utente esperta in passiflore

 
Data Registrazione: 15-03-08
Località: Fiumicino (RM)
Messaggi: 19985
Grazie dati: 86
Ringraziato 270 volte in 233 post
Punti reputazione: 65
Sono....: Non voglio dirlo!
Predefinito

bravo, bravo, bravo! Super, ma sei un Super-genio! zitto zitto lui guarda che ti ha combinato! Grande, ho seguito tutto con il massimo interesse, hai fatto davvero un ottimo lavoro!
Forse, dico forse, posso darti un piccolo suggerimento (ecco:1566. Non sò perchè ma il cavetto così intorno ai vasetti non mi piace, ho paura che renda disomogeneo il calore.
Senti la mia proposta. Il cavetto lo fissi sul fondo del box, lo copri con sabbia grossa e la tieni bagnata. In questo modo il calore risulta molto ben distribuito, e tu avresti sempre un'umidità ottima! Paul per esempio ha anche fatto un foro di scolo sopra il livello della sabbia, in modo tale che, se si formasse troppa acqua sul fondo per via di nebulizzazioni o annaffiature, uscirebbe comunque, senza minacciare la base dei vasetti. La sonda del termostato la metterei tra i vasetti e la sabbia. Che ne dici, troppa presunzione da parte mia volerti dare una dritta su questo mega progetto che hai portato a termine?
Complimenti ancora, sappi che copierò tutto quello che hai fatto.....:eek::eek::eek:tranne i led:eek: Ah, poi probabilmente ti chiederò di aiutarmi a collegare l'alimentatore giusto alla ventola, io ho già tutto pronto, ma avevo bisogno di qualche dritta
__________________
" Il giardinaggio deve essere anche sperimentazione, tentativi da fare contro ogni regola codificata, gusto dell'avventura coltivata in pochi metri quadrati di terra". (G. Betto)




Rispondi Con Citazione
  #8  
Vecchio 21-01-10, 20:28
L'avatar di oldhen
oldhen oldhen è offline
Santa Gallina da Casale
Moderatrice Forum Giardinaggio eFiori.com

 
Data Registrazione: 08-08-09
Località: Casale Monferrato
Messaggi: 28584
Grazie dati: 842
Ringraziato 2989 volte in 2177 post
Punti reputazione: 10
Sono....: Donna
Predefinito

:eek: :eek: :eek: :eek: :eek: :eek: :eek:

superzz!!!! sono superstupitaaaa..... ma guarda lui...! zitto zitto, che sorta di "spacelab" si è inventato.....

bravo, bravo, braaavooo!!!
io non mi cimenterò mai, ma.... non si può mai sapere..... a me piace trafficare....
__________________


L'indirizzo della moderazione è
moderazione@efiori.it
Per piacere scrivere solo per richieste inerenti alla moderazione, per tutto il resto rivolgersi direttamente sul forum


Salva
Salva

Ultima modifica di oldhen; 28-01-12 alle 15:03
Rispondi Con Citazione
  #9  
Vecchio 21-01-10, 20:57
L'avatar di Stapelia
Stapelia Stapelia è offline
Pollice Indaco
 
Data Registrazione: 08-05-09
Località: Piacenza provincia
Messaggi: 6079
Grazie dati: 1
Ringraziato 7 volte in 3 post
Punti reputazione: 10
Invia un messaggio via MSN a Stapelia Sono....: Donna
Predefinito

:eek::eek::eek::eek: Ma tu sei un genio quanto la mia Simo!!!!
__________________
"Sono qui per sedurti all'amore per la vita,
per aiutarti a diventare un po' più poetico;
per aiutarti a morire all'ordinario, al mondano,
in modo che lo straordinario possa esplodere nella tua vita."
Osho
Rispondi Con Citazione
  #10  
Vecchio 21-01-10, 20:58
L'avatar di oldhen
oldhen oldhen è offline
Santa Gallina da Casale
Moderatrice Forum Giardinaggio eFiori.com

 
Data Registrazione: 08-08-09
Località: Casale Monferrato
Messaggi: 28584
Grazie dati: 842
Ringraziato 2989 volte in 2177 post
Punti reputazione: 10
Sono....: Donna
Predefinito

ciao Stapy! :bacio:
__________________


L'indirizzo della moderazione è
moderazione@efiori.it
Per piacere scrivere solo per richieste inerenti alla moderazione, per tutto il resto rivolgersi direttamente sul forum


Salva
Salva
Rispondi Con Citazione

Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    

Rispondi

Tag
germinatoio, zenzibox

Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato


Discussioni Simili
Discussione Autore Discussione Forum Risposte Ultimo Messaggio
il futuro germinatoio Silvia Progettiamo 51 14-03-12 18:19
Germinatoio Stapelia Metodi di riproduzione 77 13-03-10 13:30
vorrei un germinatoio...consigli? silvana Metodi di riproduzione 9 17-01-10 22:03
io il germinatoio non c'è l'ho... soledelsud Metodi di riproduzione 20 15-01-10 18:48
un germinatoio pratico Gaspy Metodi di riproduzione 16 30-01-09 12:14


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 20:33.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0
Alcune foto potrebbero provenire da altri siti. Qualora qualcuno riconoscesse la propria foto e non avesse piacere di vederla su questo forum è invitato a comunicarlo all'Amministratore. Provvederemo a rimuoverla al più presto.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0