Giardinaggio efiori.com  



 

Torna Indietro   Giardinaggio efiori.com > Oltre il giardino > Cucina Sapori e Ricette

Rabarbaro

Questa discussione si intitola Rabarbaro nella sezione Cucina Sapori e Ricette, appartenente alla categoria Oltre il giardino; l'anno scorso mi han regalato una piantina di rabarbaro, io non ho l'orto e l'ho piazzata a caso in mezzo ...

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
  #1  
Vecchio 09-07-08, 11:15
L'avatar di agata
agata agata è offline
Pollice Bianco
 
Data Registrazione: 30-05-08
Messaggi: 283
Grazie dati: 0
Ringraziato 0 volte in 0 post
Punti reputazione: 10
Predefinito Rabarbaro

l'anno scorso mi han regalato una piantina di rabarbaro, io non ho l'orto e l'ho piazzata a caso in mezzo ai fiori, sta benone ed è diventata enorme, sembra un mutante...
Che ne faccio? come la mangio? quando raccolgo?
Scusatemi le tante domande ma conosco solo le caramelle al rabarbaro:3047238:


c'è anche la sezione orto.......uff ma quanto sono distratta!
Rispondi Con Citazione

Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    

  #2  
Vecchio 09-07-08, 14:23
L'avatar di Meddy
Meddy Meddy è offline
Pollice Rosso
 
Data Registrazione: 30-12-07
Località: torino
Messaggi: 2501
Grazie dati: 0
Ringraziato 0 volte in 0 post
Punti reputazione: 40
Sono....: Donna
Predefinito

In rete ho trovato queste informazioni, chissà se c'è qualcosa che ti può interessare?


NOME SCIENTIFICO:
Rheum species

FAMIGLIA:
Poligonacee

DESCRIZIONE:
Il rabarbaro è un'erbacea perenne rustica coltivata, e talora naturalizzata, nelle regioni a clima temperato. Il rizoma di questa pianta, dal caratteristico sapore gradevolmente amaro, ha proprietà aromatiche e medicinali: stimola l'appetito e l'attività digestiva e, a dosi più elevate, esercita una funzione purgativa. Il genere comprende diverse specie che possono sviluppare cespi alti da meno di un metro fino a circa tre metri.

FUSTO:
I grossi gambi rossastri e ricchi di succo hanno le stesse proprietà medicinali delle radici; solitamente si usano in cucina ove servono per la confezione di marmellate o vengono canditi.

FOGLIE:
Le foglie del rabarbaro sono grandi, di colore verde intenso, in certe varietà con sfumature rosse, sono intere o divise in lobi. Alcune varietà di rabarbaro, e in particolare il Rheum palmatum, hanno grande valore ornamentale proprio grazie alle larghe foglie ben disegnate.

FIORI:
In estate sulla cima di steli eretti, molto prominenti rispetto alle foglie, si aprono le pannocchie di fiori giallastri, verdastri o rosso vivo.
HABITAT:
Il rabarbaro è pianta originaria dell'Asia, più precisamente della Cina e del Tibet, ma alcune varietà si sono ben ambientate nelle zone temperate di tutta l'Europa. Il terreno di coltivazione deve essere sciolto e leggero, lavorato in profondità per favorire la crescita dei rizomi.


ESPOSIZIONE:

Sole o mezz'ombra sono le esposizioni predilette da questa pianta: quale sia la più adatta è da valutare in base alla zona climatica in cui avviene la coltivazione.

RIPRODUZIONE:
Il metodo di riproduzione più diffuso consiste nella divisione dei cespi che si può effettuare in primavera o in autunno. In primavera si può anche procedere alla semina.

CRESCITA:
Quest'erbacea non è esigente, ma teme la siccità, per cui è importante garantire ai cespi innaffiature regolari; inoltre in primavera risulterà gradita una concimazione organica. Le piante di rabarbaro vanno divise circa ogni cinque anni per essere rinnovate e risultare più produttive.

RACCOLTA:
Il momento in cui gli steli sono maturi, hanno cioè raggiunto il massimo sviluppo, è alla fine dell'estate.

CONSERVAZIONE:
Le radici, ridotte in pezzi, si fanno essiccare. Gli steli si candiscono o si cuociono per fare composte e marmellate.

PROPRIETA':
IN CUCINA:

Qualche gambo di rabarbaro aggiunto alle fragole con cui si prepara la marmellata ne esalta decisamente il sapore che tenderebbe a risultare troppo dolce.

NELL'ORTO:
Interrando alcuni pezzi di rabarbaro nel terreno in cui sono state seminate verze e cavoli si allontana un parassita, chiamato Plasmodiophora brassicae, responsabile dell'ernia del cavolo, malattia che porta al deperimento delle piante.

BELLEZZA:
Chi desidera dare riflessi color tiziano, cioè ramati, ai capelli senza ricorrere alle tinture, può provare a far macerare nel vino bianco alcuni pezzi di rabarbaro sia freschi che essiccati. Dopo una settimana di macerazione la lozione ottenuta, ben filtrata, andrà passata sui capelli alla fine di ogni lavaggio.

SALUTE:
Per ottenere un infuso benefico per il fegato è necessario porre 100 grammi di acqua bollente su 6 grammi di gambi e radici di rabarbaro essiccati e polverizzati e su 2 di bicarbonato di sodio. Dopo aver ben agitato l'infuso lo si lascia raffreddare, lo si filtra e si aggiunge acqua fredda fino ad avere un litro di liquido. Due cucchiai da tavola di questo infuso, assunti prima dei pasti, combattono l'inappetenza e aiutano il fegato.

CURIOSITA':
Il rabarbaro è pianta antica, pare venisse coltivato in Asia già 2700 anni prima della nascita di Cristo. Ai Greci, che ne facevano grande uso per le sue virtù medicinali, dobbiamo il nome attuale: essi infatti al sostantivo "ra", che indicava in greco quest'erbacea, aggiunsero l'aggettivo "barbaron" in riferimento al fatto che veniva coltivata in terre barbare


Rispondi Con Citazione
  #3  
Vecchio 09-07-08, 14:28
L'avatar di Lidia
Lidia Lidia è offline
Pollice Celeste
 
Data Registrazione: 02-10-07
Località: Sicilia - Zona USDA 9b
Messaggi: 18898
Grazie dati: 90
Ringraziato 195 volte in 96 post
Punti reputazione: 250
Sono....: Non voglio dirlo!
Predefinito Marmellata di rabarbaro

Io ho trovato questa ricetta

Marmellata di Rabarbaro

Ingredienti
  • 1 kg di rabarbaro al netto degli scarti
  • 800 gr di zucchero
  • il succo di un limone
  • 1 cucchiaio di rhum
Procedimento

Lavate il rabarbaro, togliete i suoi filamenti e tagliatelo a pezzi di circa 2 cm. Versate in una ciotola i pezzetti di rabarbaro e fateli macerare con lo zucchero ed il succo di limone per 4 ore.
Versate poi il tutto nell'apposita pentola e fate cuocere a fuoco basso mescolando sempre. Quando lo zucchero si è ben disciolto, alzate la fiamma e fate cuocere fino a quando la marmellata si è gelificata. Togliete subito dal fuoco, aggiungete il rhum, amalgamate bene e fate raffreddare per circa 10 minuti e, se ce ne fosse bisogno, schiumate ancora con la schiumarola prima di versarla nei vasi tiepidi e perfettamente puliti.
Chiudeteli subito con la marmellata ancora calda e conservate in luogo asciutto e buio fino al momento dell'uso.
.
__________________
[/FONT][/B][/COLOR] "Un bimbo muove tutto sottosopra e allo stesso tempo mette le cose al posto giusto."
Rispondi Con Citazione
  #4  
Vecchio 09-07-08, 14:30
L'avatar di agata
agata agata è offline
Pollice Bianco
 
Data Registrazione: 30-05-08
Messaggi: 283
Grazie dati: 0
Ringraziato 0 volte in 0 post
Punti reputazione: 10
Predefinito

OLLALLA' Grazie, stampo tutto..non sapevo di avere una pianta cosi' utile!




mi sembra che si usi tutto tranne le foglie, giusto? o anche loro servono a qualcosa?
Rispondi Con Citazione

Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    

Rispondi

Tag
rabarbaro

Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 15:14.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0
Alcune foto potrebbero provenire da altri siti. Qualora qualcuno riconoscesse la propria foto e non avesse piacere di vederla su questo forum è invitato a comunicarlo all'Amministratore. Provvederemo a rimuoverla al più presto.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0