Giardinaggio efiori.com  



 

Torna Indietro   Giardinaggio efiori.com > Giardinaggio > Erbacee e Spontanee > Erbacee e spontanee: Approfondimenti

Crisantemo

Questa discussione si intitola Crisantemo nella sezione Erbacee e spontanee: Approfondimenti, appartenente alla categoria Erbacee e Spontanee; Il Crisantemo Ŕ una pianta erbacea della famiglia delle Asteraceae/ Compositae, originario della Cina e del Giappone e conosciuto in ...

Rispondi
 
Strumenti Discussione ModalitÓ Visualizzazione
  #1  
Vecchio 15-06-10, 10:57
L'avatar di djstex
djstex djstex Ŕ offline
Pollice Bianco
 
Data Registrazione: 19-06-08
LocalitÓ: Friuli
Messaggi: 134
Grazie dati: 0
Ringraziato 0 volte in 0 post
Punti reputazione: 25
Predefinito Crisantemo

Il Crisantemo Ŕ una pianta erbacea della famiglia delle Asteraceae/Compositae, originario della Cina e del Giappone e conosciuto in Italia come il fiore rappresentativo della giornata della commemorazione dei defunti.
In altre parti del mondo, invece, assume significati ed Ŕ legato a tradizioni ben diversi.
In Cina il suo significato Ŕ quello di 'vita che si rinnova', in Giappone Ŕ il simbolo dello stato, mentre nei paesi anglosassoni assume il significato di vita e gioia e viene regalato in occasione della nascita di una nuova creatura.


In Europa arriv˛ nel 1735 grazie a Linneo.




Il genere Chrysanthemum Ŕ composto da circa 20 specie, di cui alcune perenni e altre annuali
, alcune con fioriture nei mesi primaverili altre in quelli autunnali.

Tra le perenni pi¨ conosciute troviamo tutti gli ibridi del Chrysanthemum sinensis e del
Chrysanthemum indicum, dai quali si producono i fiori recisi venduti dai fioristi.

Tra le specie annuali si ricordano il
Chrysanthemum carinatum e il Chrysanthemum segetum, caratterizzati da fiori simili alle margherite.

Esiste comunque una vasta varietÓ di fiori e di colori, che talvolta nascono spontaneamente, come il
Chrysanthemum leucanthemum (margherita comune), utilizzata come pianta officinale e il Chrysanthemum cinerariafolium, spontaneo in Dalmazia, da cui si estrae il piretro per la produzione di un'insetticida mediante polverizzazione dei capolini fiorali.




Coltivazione:

La tecnica di coltivazione Ŕ differenziata a seconda che si tratti di colture in vaso o colture da fiore reciso.

La coltura in vaso ha inizio nel mese di marzo mediante taglio alla base dei ceppi svernati in pieno campo o giÓ in vaso.

Ai germogli cosý ottenuti vengono tagliate le foglie basali e le talee si pongono in vasetti.

La rinvasatura viene effettuata il mese successivo in vasi di diametro pi¨ grande e, verso la fine di maggio, quando la pianta ha raggiunto i 30-40 cm. di altezza, si provvede al taglio dello stelo a circa 10 cm. dalla base.

Dei nuovi germogli che nasceranno si selezionano solo quelli pi¨ robusti e se ne recide nuovamente lo stelo, in modo da consentire lo sviluppo della pianta in larghezza, come possiamo vedere nelle piante che acquistiamo presso i vivai.
Alla crescita della pianta si potrÓ rinvasare nuovamente.

Per quanto riguarda la coltivazione per fiori recisi, invece, la produzione si ottiene in pieno campo o in serre protette, con la stessa modalitÓ di produzione delle colture in vaso ma con la differenza che, verso la metÓ di giugno,
quando lo stelo ha raggiunto una altezza di circa 50 cm., viene tagliato a una quindicina di cm. dalla base.

In seguito si procederÓ all'incannatura dello stelo e la fioritura si avrÓ tra la fine di ottobre e gli inizi di novembre.

Per entrambe le tecniche Ŕ preferibile una esposizione soleggiata e una temperatura costante (serre riscaldate).

Il terreno dovrÓ essere sempre ben lavorato e ottimamente drenato, pena il rinsecchimento degli steli nel giro di qualche giorno.

Per la concimazione consiglio di utilizzare un concime completo, comprensivo soprattutto di ferro e magnesio.







AvversitÓ:

Oidio del crisantemo, muffa grigia, ruggine, tracheomicosi, cimici (lygus), marciumi vari, virus del giallume e del mosaico
, sensibilitÓ al 'fotoperiodismo'; quest'ultima caratteristica Ŕ utilizzata per la commercializzazione del fiore nel periodo di maggior richiesta.

CuriositÓ:

Il nome deriva dal greco chrys˛s (oro) e Ónthemon (fiore), ovvero 'fiore d'oro'.

I petali commestibili possono essere utilizzati per la preparazione di insalate.

La pianta del crisantemo Ŕ tuttora in fase di studio presso la NASA statunitense come possibile inibitore di sostanze nocive presenti nell'aria.

Il crisantemo Ŕ il re dei fiori asiatici. In Cina veniva utilizzato per ornare i templi, decorare le stoffe e nei lavori di intaglio sul legno o sul metallo.
In Giappone, il crisantemo viene ricamato sui kimono e fu utilizzato per ornare le spade di Mikado.



Autore: Stefano Dessý, Dottore in Agraria
__________________
djstex

Ultima modifica di asfura; 10-09-14 alle 09:47
Rispondi Con Citazione

Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
LocalitÓ: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    


Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
LocalitÓ: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    

Rispondi

Tag
crisantemo

Strumenti Discussione
ModalitÓ Visualizzazione

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB Ŕ Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] Ŕ Attivato
Il codice HTML Ŕ Disattivato



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 08:27.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0
Alcune foto potrebbero provenire da altri siti. Qualora qualcuno riconoscesse la propria foto e non avesse piacere di vederla su questo forum è invitato a comunicarlo all'Amministratore. Provvederemo a rimuoverla al più presto.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0