Giardinaggio efiori.com  



 

Torna Indietro   Giardinaggio efiori.com > Giardino e dintorni > Giardinando > Giardinando: Approfondimenti

Specie e varietà di sementi per tappeti erbosi - 2° parte

Questa discussione si intitola Specie e varietà di sementi per tappeti erbosi - 2° parte nella sezione Giardinando: Approfondimenti, appartenente alla categoria Giardinando; La scelta e l'acquisto delle sementi migliori per il vostro prato dipendono da una quantità di fattori, che si possono ...

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
  #1  
Vecchio 16-06-10, 10:54
L'avatar di Gardener
Gardener Gardener è offline
Pollice Arancione
 
Data Registrazione: 26-02-09
Località: Alto Monferrato Astigiano (Usda 8b)
Messaggi: 1396
Grazie dati: 0
Ringraziato una volta in un post
Punti reputazione: 160
Predefinito Specie e varietà di sementi per tappeti erbosi - 2° parte

La scelta e l'acquisto delle sementi migliori per il vostro prato dipendono da una quantità di fattori, che si possono così riassumere:

- Condizioni climatiche (umidità, temperatura, estremi termici)
- Utilizzo del manto erboso
- Tipo di terreno
- Possibilità di manutenzione
- Il vostro gusto




Ricordiamo, prima di tutto, che raramente si utilizzano sementi "in purezza", cioè tutte della stessa specie. In genere si ricorre a miscugli bilanciati adatti a diversi utilizzi e a diverse condizioni ambientali.

Il mercato offre una quantità rilevante di sementi, di specie diverse, ibridazioni diverse della stessa specie, qualità diverse e naturalmente prezzi diversi (anche sensibilmente lontani fra loro).

Personalmente, sono piuttosto diffidente nei confronti delle sementi etichettate semplicemente come “rustico”, “soleggiato”, “da gioco”, “ornamentale”, ecc. Questi termini possono fornire un'indicazione di massima, ma è un errore fermarsi ad essi.
Secondo me, si tratta di classificazioni del tutto arbitrarie, che rispondono a logiche commerciali e che aiutano poco nell'orientamento del cliente inesperto e anzi, al contrario, lo possono indurre in errore.

Imparate a leggere le etichette come fareste per un prodotto alimentare.
Ogni confezione dovrebbe riportare la composizione in percentuale del miscuglio (o del singolo seme) e alcune anche l'ibrido della specie.
Ricordate che generalmente solo i migliori produttori non si limitano a indicare la specie, ma specificano anche il nome dell'ibrido.

Va detto che la composizione percentuale in peso raramente corrisponde alla percentuale in quantità del singolo seme.

Per esempio, può essere che un miscuglio di due specie abbia una percentuale in peso di ogni specie del 50% e 50% e una percentuale in numero di semi di 65% e 35%.

Un ulteriore parametro utile a valutare la qualità del seme è la purezza, cioè la percentuale del seme indicato effettivamente presente. In genere, dovrebbe essere fra il 95% e il 99%.

Un altro importante elemento di scelta è la percentuale di germinazione garantita (germinabilità). Il produttore, cioè, assicura la germinazione di una aliquota minima di semi. In genere dovrebbe essere maggiore del 90%, attestandosi mediamente fra il 93% e il 97%.
Ovviamente, maggiore è la percentuale di germinazione, migliore è la qualità del seme e quindi l'affidabilità del produttore.
Naturalmente, perché queste percentuali di germinabilità siano rispettate, occorre che il seme sia conservato e utilizzato correttamente.

Purtroppo è assai difficile, anche se non impossibile, riuscire a farsi confezionare un miscuglio personalizzato, cioè con percentuali di ogni specie indicate da noi e siccome è difficile anche riuscire ad acquistare semi di una singola specie per poterli poi miscelare noi stessi, in funzione delle nostre esigenze e delle nostre preferenze, non ci resta che affidarci all'offerta commerciale.

Un consiglio che vi posso dare è di farvi consegnare, se è disponibile (ma tutte le migliori marche lo offrono), l'opuscoletto che di solito descrive le specie e le loro caratteristiche principali oltre all'utilizzo suggerito per il miscuglio in oggetto. Consultate il depliant attentamente e, se possibile, confrontatevi con qualcuno che ha già utilizzato lo stesso miscuglio o almeno lo stesso produttore.

Attualmente, i migliori produttori sono americani. Ad essi si deve la ricerca tecnica e scientifica che ha portato alla creazione di ibridi di elevatissima qualità. I più grandi produttori americani distribuiscono anche in Europa e in Italia, a volte attraverso società sussidiarie.

Purtroppo, alcune delle marche più affidabili sono di difficile reperibilità in Italia. Anche i costi delle sementi americane di solito sono piuttosto elevati.
Di seguito, riporto il nome di alcuni produttori USA che hanno ottenuto le migliori performances: Scotts (che distribuisce in Europa attraverso Turf-Seed Europe), Pennington Seed, Turf Merch., Tee2Green Corp.






Mi permetto di suggerire di evitare di acquistare sementi a bassissimo costo. In genere si tratta di miscugli di bassa qualità: seconde scelte con bassi indici di purezza e di germinabilità.
Potrebbe accadere di veder germogliare il prato velocemente e con risultati apparentemente stupefacenti in termini di rapidità di insediamento, vigore, colore e salute, ma anche di veder ingiallire e morire o diradare il vostro prato dopo poche settimane.

I parametri da considerare, come detto, sono molteplici e assai variabili. È difficile riuscire a trovare una miscela di semi che li soddisfi tutti.
Il mio suggerimento è di avere chiare alcune priorità, e mantenerle, nella scelta del seme adatto. Non esiste un seme valido per tutti, ma esiste un seme – o meglio un miscuglio – che sarà capace di soddisfare la maggior parte delle vostre richieste.

Non sottovalutate informazioni come le temperature della vostra zona, la disponibilità d'acqua e la possibilità di manutenzione.
Alcuni semi sono inadatti alle zone ombreggiate e utilizzarli potrebbe vanificare il vostro lavoro e il vostro investimento.

Lo stesso vale per la possibilità di irrigazione.
Personalmente, attribuisco all'impianto di irrigazione automatico una importanza fondamentale: non acquistate semi che richiedono un costante apporto idrico se non siete sicuri di poterlo fornire.

Su alcuni prati, infine, è necessario un lavoro di taglio e di manutenzione (come il diserbo) continui e costanti. Se non siete sicuri di poterlo fare, potreste compromettere la salute del manto erboso.

Non credo che esista un seme adatto al sole e all'ombra, che richieda molta acqua ma si adatti alla siccità, che preferisca tagli alti ma stia benone con tagli bassi, che sia brillante, robusto e resistente alle infestanti e alle malattie e che non richieda concimazioni.
Dovrete per forza trovare un compromesso e l'offerta commerciale è così vasta che potrete facilmente trovarlo.





Io considero il prato come un organismo unico piuttosto che come un insieme di organismi indipendenti fra loro. È un ecosistema completo, integrato nell'ambiente che lo circonda e che richiede amore, cure e attenzioni costanti.

Riprendendo una delle suddivisioni illustrate nella parte precedente di questa guida, nella puntata successiva cercherò di introdurre le principali e più utilizzate specie di sementi, descrivendo alcune Microterme e alcune Macroterme.


Autore: Carlo Queirolo (Gardener)
__________________
.

Spesso è assai difficile dire dove termini la forza di carattere e cominci la testardaggine. Karl Von Clausewitz
.

Ultima modifica di Ortensia Mancini; 04-08-10 alle 23:12
Rispondi Con Citazione

Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    


Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    

Rispondi

Tag
erbosi, parte, sementi, specie, tappeti, varietà

Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 19:23.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0
Alcune foto potrebbero provenire da altri siti. Qualora qualcuno riconoscesse la propria foto e non avesse piacere di vederla su questo forum è invitato a comunicarlo all'Amministratore. Provvederemo a rimuoverla al più presto.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0