Giardinaggio efiori.com  



 

Torna Indietro   Giardinaggio efiori.com > Giardinopedia > Giardinopedia: le nostre schede sulle acidofile

Kalmia angustifolia

Questa discussione si intitola Kalmia angustifolia nella sezione Giardinopedia: le nostre schede sulle acidofile, appartenente alla categoria Giardinopedia; Nome della specie o della cultivar Kalmia angustifolia (sinonimi: Kalmia intermedia, K. angustifolia var. angustifolia ) Foto Cerchina: Foto Cerchina: ...

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
  #1  
Vecchio 30-07-14, 14:56
L'avatar di Cerchina
Cerchina Cerchina è offline
Nostra Signora della Giardinopedia
Responsabile Giardinopedia

 
Data Registrazione: 27-09-07
Località: Valsesia e Marche
Messaggi: 32268
Grazie dati: 688
Ringraziato 883 volte in 606 post
Punti reputazione: 515
Sono....: Donna
Predefinito Kalmia angustifolia

Nome della specie o della cultivar Kalmia angustifolia (sinonimi: Kalmia intermedia, K. angustifolia var. angustifolia)


Foto Cerchina:


Foto Cerchina:


Foto Cerchina:


Foto Cerchina:


Foto Cerchina:


Famiglia: Ericaceae

Genere: Kalmia

Progenitori: specie botanica

Origine: è originaria del Nordamerica orientale, dall'Ontario e Quebec al sud della Virgina, dove cresce su terreni tendenzialmente acidi in boschi umidi, torbiere e paludi. Tende a ripopolare vaste superfici dopo gli incendi boschivi. Come molte altre piante che crescono in habitat infertili necessita per propagarsi dell'associazione con funghi micorrizzici.

Morfologia della pianta: arbusto sempreverde, eretto, pollonante che emette nuovi germogli da rizomi sotterranei, il processo è stimolato dall'azione del calore.
Tutta la pianta è velenosa specialmente per il bestiame ovino.

Fiori: piccoli, di 0,5-1 cm di diametro, a coppa o calice, sono formati da cinque sepali, con una corolla di cinque petali fusi e dieci stami fusi alla corolla. Sbocciano da bellissimi boccioli simili a gioielli in fitti corimbi ascellari larghi circa 5 cm sulla vegetazione dell'anno precedente. Ai fiori seguono capsule contenenti circa 180 semi giallastri.

Colore: dal rosso porpora al rosa.

Profumo: assente.

Foglie: sempreverdi, coriacee, oblungo-lanceolate, sono lunghe 3-6 cm e larghe 7-15, di colore verde chiaro sulla pagina superiore e più chiare sull'inferiore, tendono tipicamente ad emergere dal fusto in verticilli di tre.

Periodo di fioritura: dalla fine della primavera all'inizio dell'estate, tra fine maggio e luglio.

Esposizione: la posizione ideale è la mezz'ombra, troppa ombra compromette la compattezza dell'arbusto. Può tollerare anche una maggiore insolazione purché il clima non sia asciutto.

Dimensioni: altezza 0,60-1 mt. Larghezza fino ad 1,5 mt in condizioni ideali.

Impiego: nel clima ideale la Kalmia si adatta a molti stili sia nel giardino formale sia in quello informale: dal bordo misto arbustivo, al giardino formale giapponese, come esemplare isolato nel giardino a bosco, come siepe bassa o in grandi gruppi in parchi e grandi giardini.

Tecniche di coltivazione: Ha necessità di coltivazione del tutto simili a quelle dei rododendri: terreno acido, umido ma ben drenato, moderatamente fertile, in climi freschi e con elevata umidità ambientale.
Il terreno calcareo può essere ammendato con torba e terriccio di foglie provvedendo comunque ad un buon drenaggio e ad una buona pacciamatura per mantenere fresche le radici.
L'irrigazione è necessaria solo per le piante giovani o in periodi di prolungata siccità, ma nelle condizioni climatiche ideali sono sufficienti le piogge.

Riproduzione: è una pianta difficile da propagare: le talee semilegnose sono di difficile attecchimento anche con l'aiuto di auxine o altri ormoni radicanti. Sembra che le talee tratte da piante giovani abbiano maggiori possibilità di successo.

Solo i semi maturi hanno una buona germinabilità e non nascono al buio. La semina richiede quindi particolari accorgimenti: a inizio dicembre vanno seminati superficialmente in seminiere coperte ed illuminate, in una miscela di torba e sabbia coperta da sfagno, in condizioni di elevata umidità e temperature comprese tra 21 e 24°C.
La germinazione avviene in circa 20 giorni.

Crescita: lenta.

Rusticità: zona USDA 6, rustica fino a -20°C

Malattie: in condizioni di coltivazione ottimali è una pianta molto resistente, gli oziorrinchi o i bruchi possono essere un problema specie sulle foglie giovani.
In terreni scarsamente drenanti e in climi caldi può essere colpita da marciume radicale causato da Phytophthora che porta alla perdita della pianta. L'oidio può colpire le piante troppo in ombra o troppo fitte con scarsa circolazione d'aria. Sintomi di clorosi possono verificarsi in terreni basici o per concimazioni errate.

Potatura: di solito non necessaria ma tollera potature anche drastiche, se necessarie per mantenere la pianta ben accestita.

Curiosità:
Il nome le è stato dato direttamente da Linneo che dedicò questa pianta al suo allievo Peter Kalm, botanico finlandese che la scoprì durante un viaggio in America e per primo ne documentò la tossicità.

Tutte le parti sono altamente velenose, la loro ingestione è fatale per gli uomini e per gli animali, particolarmente gli ovini e i bovini domestici. Nei paesi di origine viene chiamata infatti "Lamb Kill" (letteralmente uccidi agnelli). I sintomi includono: salivazione, lacrimazione degli occhi e naso, polso lento, nausea, vomito, sudorazione, dolori addominali, mal di testa, formicolio della pelle, mancanza di coordinamento, convulsioni seguite da paralisi.

Nelle zone in cui la Kalmia è endemica gli apicoltori pare facciano assaggiare il miele ai cani prima di consumarlo o di venderlo.

Gli indiani d'America distillavano dalle sue foglie giovani un potente veleno.

Lo scrittore inglese John Ruskin paragona l'interno dei fiori di Kalmia a “borchie in argento incavato, che paiono battute in ogni petalo dagli stami invece che da un martello”

Commenti degli utenti:
Citazione:
Cerchina (Valsesia e Marche):
nel mio giardino valsesiano la Kalmia aveva in teoria il suo ambiente ideale per acidità del terreno, umidità legata al bosco e clima fresco. Quando l'ho acquistata però ho commesso l'errore di piantarla troppo in ombra nella parte alta del giardino dove i grandi faggi non fanno filtrare molta luce.
Per anni non ha fiorito e l'avevo quasi dimenticata, solo quando l'ho spostata in una zona dove riceveva la luce del mattino mi ha regalato la sua magnifica fioritura, almeno suppongo che il motivo sia stato quello e non il fatto che avevo acquistato una pianta piccolissima.

Adesso è venuta con me qui a Loreto ed ho provato a piantarla nell'aiuola aggiungendo una grande quantità di torba, leonardite e micorrizze al terreno argilloso e mi sa che è stato un secondo errore, la povera Kalmia sopravvive ma non mi sembra stare per niente bene.
Se in autunno non darà segni di ripresa credo che tenterò di coltivarla in un grande vaso perché ho notato che anch'essa, come i rododendri, ha un apparato radicale abbastanza ridotto.
__________________

L'indirizzo della moderazione è moderazione@efiori.it
Per piacere scrivere solo per inviare le schede della giardinopedia, per tutto il resto rivolgersi direttamente sul forum

"provare a fornire nuove informazioni a una persona che nutre pregiudizi é come proiettare luce su una pupilla: si contrae". [Oliver Wendell Holmes, Jr.]

Ultima modifica di asfura; 30-07-14 alle 15:49
Rispondi Con Citazione

Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    

  #2  
Vecchio 11-10-17, 00:33
L'avatar di lalla
lalla lalla è offline
Tutor della sezione: Orto e Alberi da frutta - Identificazioni
 
Data Registrazione: 25-05-08
Località: Saluzzo prov. Cuneo
Messaggi: 16757
Grazie dati: 2198
Ringraziato 6434 volte in 4330 post
Punti reputazione: 10
Sono....: Donna
Predefinito

Una delle foto di Cerchina

__________________

Non piangere perchè qualcosa finisce, sorridi perchè è accaduta.
Gabriel Garcia Marquez
Rispondi Con Citazione

Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    

Rispondi

Tag
angustifolia, kalmia

Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 23:40.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0
Alcune foto potrebbero provenire da altri siti. Qualora qualcuno riconoscesse la propria foto e non avesse piacere di vederla su questo forum è invitato a comunicarlo all'Amministratore. Provvederemo a rimuoverla al più presto.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0