Giardinaggio efiori.com  



 

Torna Indietro   Giardinaggio efiori.com > Giardinopedia > Giardinopedia: le nostre schede sulle bulbose e rizomatose

Sternbergia lutea

Questa discussione si intitola Sternbergia lutea nella sezione Giardinopedia: le nostre schede sulle bulbose e rizomatose, appartenente alla categoria Giardinopedia; Nome botanico : Sternbergia lutea Nome comune : Zafferanastro giallo Foto petruz: Foto giova212: Foto Matteo: Foto nature's world: Foto ...

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
  #1  
Vecchio 24-02-15, 05:09
L'avatar di amantedeifiori
amantedeifiori amantedeifiori è offline
Pollice indaco
 
Data Registrazione: 30-12-08
Località: Mugello
Messaggi: 4451
Grazie dati: 1107
Ringraziato 1233 volte in 772 post
Punti reputazione: 470
Sono....: Donna
Predefinito Sternbergia lutea

Nome botanico: Sternbergia lutea

Nome comune: Zafferanastro giallo

Foto petruz:



Foto giova212:



Foto Matteo:



Foto nature's world:



Foto Solandra:



Famiglia: Amaryllidaceae

Genere: Sternbergia

Origine: originaria di prati aridi e pietraie dell'Asia Minore è diffusa dalla Spagna all'Afghanistan, in Italia è presente nelle regioni centro meridionali, in Sicilia, Sardegna ma anche in Liguria e Toscana. La presenza nelle regioni settentrionali è dovuta a naturalizzazione dai giardini.

Morfologia della pianta: erbacea perenne, geofita bulbosa, a fusto eretto, forma larghi cuscini.

Dimensioni: altezza 12-22 cm. larghezza intorno ai 20 cm, si allarga facilmente se viene lasciata indisturbata.

Organo geofita: bulbo oblungo delle dimensioni di 2-3 centimetri di larghezza e 3-5 centimetri di lunghezza, ricoperto da tuniche di colore marrone o nerastro. Assomiglia a quelli dei narcisi ed è molto velenoso.

Foglie: Le foglie sono basali, lunghe tra i 12 ed i 18 cm, larghe 7-11 mm, molto lanceolate e con una scanalatura centrale di un bel verde scuro. Continuano ad allungarsi, fino a 30 cm, anche dopo la fioritura ed assumono una posizione eretta o leggermente curvata ad arco verso l'esterno.

Fiori: quasi sempre singoli simili ai Crocus, portati da steli biancastri, sono di forma ovoidale con 6 tepali lunghi fino a 5 cm e larghi circa 1 cm. saldati alla base in un tubo corto (6-8 mm). Gli stami sono 6 con le antere di colore arancione. Producono frutti ovoidi di 10-15 mm. contenenti piccoli semi di 3-4 mm.

Colore: giallo oro.

Profumo: assente.

Periodo di piantagione: I bulbi di nuovo acquisto vanno piantati alla fine dell'estate, quando sono in quiescenza, alla profondità di 15 cm.

Periodo di fioritura: autunno

Esposizione: zona ben assolata, assicurando almeno 4 ore di sole pieno, possibilmente nelle ore mattutine. Nelle zone molto calde e siccitose tuttavia è preferibile la mezz'ombra ma crescono bene anche in ombra luminosa.

Tecniche colturali: la coltivazione della Sternbergia è molto semplice, si sviluppa senza alcun problema anche in terreni secchi, asciutti e poveri di sostanze nutritive, si tratta di bulbose abbastanza spartane che non amano substrati eccessivamente ricchi e soffici.

In giardino i bulbi vanno piantati secondo la regola "uno si, uno no" o più distanziati, ma sempre possibilmente in gruppi numerosi a macchie, simili al modo in cui le piante crescono in natura.
Una volta piantati è bene non rimuoverli se non quando si desidera dividerli; la divisione è consigliabile quando la fioritura si deteriora.

Si possono coltivare in vaso; in questo caso è consigliabile asportare i bulbilli ogni primavera, per evitare il sovraffollamento dei contenitori.
Una debole concimazione con un fertilizzante liquido per piante fiorite subito dopo la fioritura aiuta lo sviluppo dei bulbi.

Conservazione: è preferibile lasciare i bulbi indisturbati per molti anni.

Impiego: aiuole, bordi misti, giardini informali, molto adatta all’inselvatichimento.

Crescita: da contenuta a vigorosa.

Periodo vegetativo e di dormienza: la fioritura avviene in autunno mentre le foglie compaiono verso fine estate, poco prima della fioritura, e permangono per tutto l'inverno e la primavera quando disseccano per preparare il bulbo al riposo vegetativo estivo.

Riproduzione: la tecnica migliore di riproduzione è per divisione dei bulbi, asportando i bulbilli che vengono prodotti liberamente ogni anno. I giovani bulbi si pongono direttamente a dimora.
In ambiente adatto si dissemina spontaneamente con molta facilità.

Patologie: solitamente molto resistente alle malattie, può essere attaccata dal virus del narciso e dai nematodi dei bulbi.

Rusticità: quasi rustica fino a zona USDA 7, tollera brevi gelate con minimi danni al fogliame.

Diffusione nei cataloghi: il bulbo è abbastanza diffuso nei cataloghi ma, almeno in Italia, poco coltivato.

Curiosità: è una specie tossica, assolutamente da non confondere con lo zafferano, la sua ingestione provoca sintomi simili all'avvelenamento da colchicina.

La Sternbergia fa parte parte delle specie protette ed è inserita nel CITES (Convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione).
In Italia a livello regionale è protetta allo stato spontaneo in Emilia Romagna, Lazio, Molise e Calabria

Il nome del genere fu assegnato per commemorare il conte Moritz von Sternberg, botanico di Praga e scopritore della pianta, vissuto nel ‘700.

Varietà:
Sternbergia sicula, a volte descritta come specie a sè stante, viene oggi dai più considerata una sottospecie della S. lutea per cui è accettato il nome di Sternbergia lutea ssp. sicula.
Le differenze con la specie sono minime se non per la dimensione più piccola della pianta, per le foglie più strette, i fiori di colore più chiaro e l'areale di diffusione più limitato a zone aride del sud Italia, Grecia e Turchia.

Commenti degli utenti:

Citazione:
nature's world (prov. Venezia):
è una pianta da apprezzare e conservare perchè è capace con poco di illuminare il giardino nel periodo di fine estate-inizio autunno con i suoi fiori gialli dorati.
E'una pianta vagabonda: infatti i bulbi di questa amarillidacea vivono bene in superficie e capita che, con la calda estate, soprattutto nelle zone dal clima secco e asciutto, quando il terreno si secca ed è poco coperto dalla vegetazione, si stacchino e rotolino qua e là... spuntando poi dove meno te lo aspetti.
Cresce spontanea dall'Emilia Romagna alla Calabria.
La Sternbergia, a differenza dei Crocus che hanno 3 stami, ne ha sei. Le foglie hanno appena iniziato a crescere e continueranno a farlo e -ho letto- le foglie raggiungono il completo sviluppo nella primavera successiva, quindi il momento ideale per spostarli è in estate, tra luglio e agosto, quando le foglie sono ormai completamente secche e il bulbo riposa sottoterra.
Citazione:
amantedeifiori (Mugello):
In giardino ho queste bulbose da qualche anno. Danno un'enorme soddisfazione perché si disseminano con estrema facilità e rallegrano con questo bel giallo tuorlo d'uovo le giornate un po' più cupe.
__________________
Castelluccio di Norcia

Ultima modifica di asfura; 24-02-15 alle 09:18
Rispondi Con Citazione
I seguenti 2 utenti hanno ringraziato amantedeifiori per questo post
lalla (24-02-15), Silvana (24-02-15)

Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    

  #2  
Vecchio 11-04-15, 15:01
fatamorgana87 fatamorgana87 è offline
Pollice Giallo
 
Data Registrazione: 02-01-15
Località: Terni
Messaggi: 888
Grazie dati: 73
Ringraziato 326 volte in 223 post
Punti reputazione: 0
Sono....: Donna
Predefinito

Tutto vero!
Io "purtroppo" li sto spostando in queste settimane ma son talmente rustici che credo proprio non ne risentiranno troppo... grazie amantedeifiori

edit: aggiungo che li sto spostando perchè ho notato che dove diventano molto fitti non cresce altra erbaccia
inoltre all'ombra, perlomeno da me, crescono ugualmente ma le foglie si allungano molto di più e ovviamente producono meno fiori
sto provando a spostarli in terreno particolarmente argilloso e pieno di sassi, ed in una zona in cui è stata buttata troppa cenere,vi farò sapere se si accontentano lo stesso

i miei bulbi... sono fuori terra da 3-4 giorni ma...



Ultima modifica di fatamorgana87; 11-04-15 alle 23:39 Motivo: Refuso
Rispondi Con Citazione
  #3  
Vecchio 11-04-15, 22:16
L'avatar di praetorii
praetorii praetorii è offline
Pollice Bianco
 
Data Registrazione: 12-02-14
Località: vicenza
Messaggi: 299
Grazie dati: 81
Ringraziato 149 volte in 87 post
Punti reputazione: 0
Sono....: Uomo
Predefinito

vicino a casa mia c'è una valletta che ogni anno diventa tutta gialla e molto resistente al freddo e ama i terreni poveri molto bella
Rispondi Con Citazione

Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    

Rispondi

Tag
lutea, sternbergia

Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 01:34.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2017, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0
Alcune foto potrebbero provenire da altri siti. Qualora qualcuno riconoscesse la propria foto e non avesse piacere di vederla su questo forum è invitato a comunicarlo all'Amministratore. Provvederemo a rimuoverla al più presto.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2017, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0