Giardinaggio efiori.com  



 

Torna Indietro   Giardinaggio efiori.com > Giardinopedia > Giardinopedia: le nostre schede sulle hoya

Hoya linearis

Questa discussione si intitola Hoya linearis nella sezione Giardinopedia: le nostre schede sulle hoya, appartenente alla categoria Giardinopedia; Nome: Hoya linearis (Wallich ex D. Don) Foto Pulcius: Foto Vanda: Foto Pulcius : Foto Rosmarie: Foto Marieta: Origine: Montagne ...

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
  #1  
Vecchio 24-02-13, 07:04
L'avatar di Rosmarie
Rosmarie Rosmarie è online
Tutor della sezione: Hoye
 
Data Registrazione: 08-01-11
Località: Gravina di Catania
Messaggi: 11326
Grazie dati: 2513
Ringraziato 2969 volte in 1993 post
Punti reputazione: 100
Sono....: Donna
Predefinito Hoya linearis

Nome: Hoya linearis (Wallich ex D. Don)


Foto Pulcius:


Foto Vanda:


Foto Pulcius :


Foto Rosmarie:


Foto Marieta:



Origine: Montagne del sud-est asiatico (India, Nepal, Birmania e Cina) dove cresce fino a 1500-2000 m. di altitudine, fu descritta nel 1825.
Sembra che la Hoya linearis che coltiviamo generalmente sia la varietà sikkimensis.

Habitat: epifita dei sottoboschi umidi freschi o temperati.

Portamento: ricadente.

Fiori: ombrelle lasse e appiattite di 10-20 fiori bianchi di circa 10 mm di diametro, piatti o leggermente ricurvi.
Le infiorescenze raggiungono un diametro di circa 5-8 cm. nascono abitualmente sulla parte terminale del ramo e raramente su peduncoli all'ascella foliare. Dopo la fioritura la maggior parte dei peduncoli cade; si riformeranno l’anno successivo.
I fiori producono poco nettare e
sono tipicamente a geotropismo (o gravitropismo) positivo cioè orientati verso il suolo.

Colore: corolla bianca, corona bianca e beige/giallo pallido con una piccola parte centrale rosata.

Profumo: particolarmente marcato la sera con note di limone, vaniglia e canfora.

Foglie: aghiformi, leggermente ricurve, di colore verde chiaro senza venature, con picciolo molto corto, pubescenti (ricoperte di una sottile peluria), lunghe circa 5-7 cm, opposte, su fusti verde grigio delicati, lunghi e morbidi. Ai nodi si trovano spesso piccole radici aeree.

Periodo di fioritura: la fioritura avviene generalmente da fine estate all'autunno, quando le giornate si accorciano. Per la fioritura necessita di uno scarto di temperatura tra il giorno e la notte. Il fiore dura mediamente 5 giorni.

Esposizione: ombra molto luminosa, mai sole diretto.

Dimensioni: 1 m. e oltre.

Crescita: lenta.

Riproduzione: per talea. In natura si riproduce spesso per talee spontanee da rami spezzati.

Rusticità: questa Hoya sopporta temperature minime di circa 5°. D’estate soffre con temperature troppo alte. Può essere tenuta all'aperto in zone con inverni molto miti, altrimenti va ricoverata in casa o in serra.

Coltivazione: terriccio drenante neutro o leggermente acido, nessun ristagno di acqua. Necessita di una buona aerazione e di una umidità ambientale tra il 50 e il 70% che in casa si può ottenere con frequenti vaporizzazioni.

Difficoltà di coltivazione: è una pianta molto sensibile sia agli eccessi di acqua che alla siccità; ha radici molto delicate per cui non ama gli spostamenti. Considerata una Hoya un po’ difficile da coltivare, non è adatta ai principianti.

Patologie più frequenti: marciume radicale (generalmente per eccesso di annaffiature) e cocciniglia cotonosa (Icerya purchasi).


Commenti degli utenti:


Citazione:
Pulcius (Forlì)
Se pur in cattività, la mia Hoya linearis ha fiorito, non ci speravo perchè quando l’ ho messa dentro aveva appena approntato i boccioli e anche se alcuni sono caduti, altri sono sbocciati e sono carinissimi.
Citazione:
Vanda (Gozzano):
dalla mia esperienza con questa Hoya credo di aver capito che vuole molta acqua. E' in un vasetto molto piccolo rispetto alle dimensioni che ha raggiunto ed è una delle poche che non ho rinvasato, ha ancora la sua terra originale.

Con l'arrivo del fresco ho diradato le innaffiature e pochi giorni dopo mi sono accorta che le foglie alle estremità tendevano ad assottigliarsi. Visto che le temperature erano scese e non ero sicura se fosse per il freddo o per la mancanza d'acqua l'ho ritirata lasciandola ancora altri tre giorni senza acqua. Il risultatoè stato l'ingiallimento dei peduncoli ormai in fase di fioritura.
Dopo aver rincominciato a bagnare ogni giorno vedo le foglie nuovamente cicciotte e addirittura un mezzo fiore è riuscito ad aprirsi
Citazione:
Je suis (Lecce):
Secondo me questa è un' Hoya che davvero dovrebbe stare in idrocoltura. Infatti credo che voglia:
-umidità ambientale e radicale
-ossigeno alle radici
-fresco
Citazione:
Rosmarie (Catania):
La mia ha passato l'estate all'ombra, appesa ad un ramo dell'albero di limone assieme alle sue talee, in autunno e primavera riceve la pioggia anche abbondante. D'inverno sta sulla terrazza, un pò più protetta dal vento.
E’ il secondo inverno che passa fuori e abbiamo avuto temperature notturne fino a 5° anche di giorno e sembra stare bene.
Ha resistito alle alte temperature estive grazie probabilmente all'elevata umidità notturna dovuta all'impianto di irrigazione del prato.
Ha iniziato a fiorire ad inizio ottobre.
Quando l'umidità ambientale è meno marcata la vaporizzo con un po’ di acqua decalcificata.
Citazione:
Carlog (Nova Milanese)
interessante il retro del fiore che permette di vedere se e come si arricciano i petali e la parte del peduncolo.
Salva
__________________

Ultima modifica di oldhen; 19-11-16 alle 12:02
Rispondi Con Citazione
I seguenti 3 utenti hanno ringraziato Rosmarie per questo post
vanda (24-02-13), Wissia (10-09-13), xmery (02-02-15)

Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    

  #2  
Vecchio 19-11-16, 16:09
L'avatar di carlog
carlog carlog è offline
Tutor della sezione: Hoye
 
Data Registrazione: 04-09-12
Località: Nova Milanese
Messaggi: 1819
Grazie dati: 358
Ringraziato 1213 volte in 616 post
Punti reputazione: 0
Sono....: Uomo
Predefinito

Queste sono le mie fioriture di Hoya linearis, in ottobre:

Foto Carlog:


Foto Carlog:


Foto Carlog:


Foto Carlog:


Foto Carlog:


Foto Carlog:


Foto Carlog:


Foto Carlog:


Aggiungo anche vecchie foto dei bacelli, che raggiungono la dimensione massima all'incirca in tre mesi, e fino ad aprirsi e rilasciare i semi dopo 7/8 mesi dalla fioritura:

Foto Carlog:


Foto Carlog:


aggiungo i link alle discussioni intere che parlano della linearis, se qualcuno volesse leggere di più

il mio primo baccello di Hoya

Hoya linearis
Salva
__________________
Rispondi Con Citazione
Il seguente utente ha ringraziato carlog per questo post
xmery (20-11-16)

Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    

Rispondi

Tag
hoya, linearis

Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 08:55.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2017, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0
Alcune foto potrebbero provenire da altri siti. Qualora qualcuno riconoscesse la propria foto e non avesse piacere di vederla su questo forum è invitato a comunicarlo all'Amministratore. Provvederemo a rimuoverla al più presto.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2017, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0