Giardinaggio efiori.com  



 

Torna Indietro   Giardinaggio efiori.com > Le Speciali > Hoye > Hoye: Coltivazione

Consigli per una Hoya obovata

Questa discussione si intitola Consigli per una Hoya obovata nella sezione Hoye: Coltivazione, appartenente alla categoria Hoye; Ho ricevuto gentilmente da Rosmarie una talea di Hoya obovata a fine novembre. L'ho messa in terriccio molto drenante e ...

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
  #1  
Vecchio 10-01-20, 00:18
L'avatar di amterme63
amterme63 amterme63 è offline
Pollice Giallo
 
Data Registrazione: 10-11-15
Località: Fucecchio (FI)
Messaggi: 1090
Grazie dati: 1034
Ringraziato 1460 volte in 740 post
Punti reputazione: 0
Sono....: Uomo
Predefinito Consigli per una Hoya obovata

Ho ricevuto gentilmente da Rosmarie una talea di Hoya obovata a fine novembre. L'ho messa in terriccio molto drenante e annaffiata allora e poi più (il terriccio è tutt'ora leggermente umido).
La sto tenendo in un garage dove fino a ora la temperatura si era mantenuta sopra i 10 gradi. Ultimamente è scesa a 9 e continua tutt'ora a scendere. L'umidità in questo garage è sempre sopra l'80%. E' davanti a una finestra, anche se non ha però tantissima luce (il vetro è di quelli oscurati).
La pianta è sempre verde, ma ha perso un po' di lucidità nelle foglie, che appaiono un po' più opache e sofferenti del solito. Manca forse acqua? E' troppo freddo? Vuole più luce?
L'alternativa sarebbe quella di metterla in casa, davanti a una finestra molto luminosa, con un po' di sole diretto la sera tardi. Le temperature sono intorno ai 14-15 gradi e a volte superiori. Lì però l'aria è molto più secca.
Cosa mi conviene fare? La metto lì al calduccio, anche se al secco?
Rispondi Con Citazione

Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    

  #2  
Vecchio 10-01-20, 00:32
L'avatar di Rosmarie
Rosmarie Rosmarie è offline
Tutor della sezione: Hoye
 
Data Registrazione: 08-01-11
Località: Gravina di Catania
Messaggi: 14469
Grazie dati: 4134
Ringraziato 6030 volte in 3862 post
Punti reputazione: 100
Sono....: Donna
Predefinito

Se la vuoi mettere al calduccio puoi sempre nebulizzare un po’ di acqua sulle sue foglie.

Potresti anche mettere il vaso su un sottovaso contenente dell’argilla espansa e un po’ di acqua facendo 8n modo che il vaso non tocchi l’acqua, per crearle un ambiente un po’ più umido.
Rispondi Con Citazione
Il seguente utente ha ringraziato Rosmarie per questo post
amterme63 (10-01-20)
  #3  
Vecchio 10-01-20, 08:39
L'avatar di Silvana
Silvana Silvana è offline
Tutor della sezione: Progettiamo - Tecniche di giardinaggio - Metodi di riproduzione
 
Data Registrazione: 27-05-10
Località: Albairate (MI)
Messaggi: 19856
Grazie dati: 17150
Ringraziato 8452 volte in 6184 post
Punti reputazione: 335
Invia un messaggio via Skype™ a Silvana Sono....: Donna
Predefinito

Io quando ho ricevuto talee di hoye le ho messe a radicare sia in agriperlite che in fibra di cocco ,con il secondo substrato ho avuto più successo ... dentro al sacchetto ..sopra al calorifero ..in una lcazione con molta luce,come ho fatto con le talee e clematis ..con le hoya ho avuto sempre successo ..non le clematis no

Le mie piccole talee di hoya
__________________
Puoi conoscere il cuore di un uomo già dal modo in cui egli tratta gli animali.
(Immanuel Kant)

Fino a quando non hai amato un animale, una parte della tua anima sarà sempre senza luce.
(Anatole France)

Ultima modifica di Silvana; 10-01-20 alle 08:45
Rispondi Con Citazione
  #4  
Vecchio 10-01-20, 11:31
L'avatar di carlog
carlog carlog è offline
Tutor della sezione: Hoye
 
Data Registrazione: 04-09-12
Località: Nova Milanese
Messaggi: 2153
Grazie dati: 422
Ringraziato 1624 volte in 850 post
Punti reputazione: 0
Sono....: Uomo
Predefinito

ti consiglio di tenerla in casa anche se è più secco: la temperatura e le condizioni di luce sono più appropriate.

probabilmente dovrai bagnare più spesso e se è veramente molto secco fai ogni tanto una doccia alle parti aeree senza inondare il terriccio questo per prevenire l'insorgenza di cocciniglia
__________________
Rispondi Con Citazione
Il seguente utente ha ringraziato carlog per questo post
amterme63 (10-01-20)
  #5  
Vecchio 10-01-20, 12:10
L'avatar di lalla
lalla lalla è offline
Tutor della sezione: Orto e Alberi da frutta - Identificazioni
 
Data Registrazione: 25-05-08
Località: Saluzzo prov. Cuneo
Messaggi: 17215
Grazie dati: 2298
Ringraziato 6631 volte in 4485 post
Punti reputazione: 10
Sono....: Donna
Predefinito

Le mie sono in magazzino, davanti ad una finestra soleggiata, dove la temperatura non va mai sotto i 15/16 gradi.

La obovata è una pianta tosta, la mia ha faticato un po' all'inizio, aveva solo due foglie, ma poi è partita come un razzo e fiorisce allegramente.

Invece, ho perso diverse delle piccole talee sia di Ros che di Carlog, ma è possibile che abbiano preso troppa acqua in autunno, erano fuori su una finestra dove la pioggia non avrebbe dovuto arrivare... ma le foglie del ciliegio avevano otturato la grondaia che ha buttato un sacco di acqua proprio sulla finestra e quando me ne sono accorta era troppo tardi.
Le talee che stanno radicando (rami di carnosa potata in novembre, dimenticati per almeno un mese in magazzino e poi tagliati a pezzetti e messi in acqua), li tengo in cucina dove la temperatura è sempre piuttosto alta. Le radici spuntano velocissimamente.
__________________

Non piangere perchè qualcosa finisce, sorridi perchè è accaduta.
Gabriel Garcia Marquez
Rispondi Con Citazione
Il seguente utente ha ringraziato lalla per questo post
amterme63 (10-01-20)
  #6  
Vecchio 10-01-20, 21:55
L'avatar di Rosmarie
Rosmarie Rosmarie è offline
Tutor della sezione: Hoye
 
Data Registrazione: 08-01-11
Località: Gravina di Catania
Messaggi: 14469
Grazie dati: 4134
Ringraziato 6030 volte in 3862 post
Punti reputazione: 100
Sono....: Donna
Predefinito

Luca, le talee che ti ho date potrebbero avere un pò di difficoltà all'inizio, avevano molte radici ma radici cresciute in acqua dunque per ora debbono adattarsi al terriccio e fare crescere nuove radici ma la Hoya obovata è molto "sportiva", vedrai che di qui a poco si adatterà e in primavera inizierà a crescere, dopodiché non la fermerai più
Rispondi Con Citazione
Il seguente utente ha ringraziato Rosmarie per questo post
amterme63 (10-01-20)
  #7  
Vecchio 10-01-20, 22:50
L'avatar di amterme63
amterme63 amterme63 è offline
Pollice Giallo
 
Data Registrazione: 10-11-15
Località: Fucecchio (FI)
Messaggi: 1090
Grazie dati: 1034
Ringraziato 1460 volte in 740 post
Punti reputazione: 0
Sono....: Uomo
Predefinito

Grazie a tutti dei consigli.
La piantina adesso se ne sta in una stanza calda (relativamente), davanti a una finestra che la inonda di bella luce, ma non con il sole diretto se non il tardo pomeriggio.
L'ho piazzata in un sottovaso con sassolini sotto che cercherò di tenere costantemente umidi. Le ho dato pure una bella spruzzatina di acqua riposata tiepida sulle foglie e l'ho annaffiata (senza esagerare) sempre con la stessa acqua. Ne aveva bisogno perché il terriccio era diventato piuttosto asciutto.
In poche parole la sto trattando come ho trattato fino a ora lo Stephanotis; un trattamento che ha sempre giovato, anche perché perlomeno lo Stephanotis è sempre uscito bello, sano e verde dalla pausa invernale, fiorendo con abbondanza poi in estate.
Spero che anche l'Hoya gradisca questo trattamento. Comunque, Rosmarie, la talea che mi hai dato mi sembra che stia molto bene. Per ora sono soddisfatto e non vedo l'ora che venga maggio per metterla fuori e vederla crescere. A suo tempo poi vi chiederò ulteriori consigli su in che posizione metterla e come trattarla.
Rispondi Con Citazione
  #8  
Vecchio 13-01-20, 00:29
rsanna rsanna è offline
Pollice Arancione
 
Data Registrazione: 08-07-12
Località: Pisa
Messaggi: 1590
Grazie dati: 1
Ringraziato 273 volte in 148 post
Punti reputazione: 0
Sono....: Non voglio dirlo!
Predefinito

certo che se la Obovata è piccola, va trattata con più accorgimenti.
Questo per dire che la mia Obovata, però adulta, sta fuori tutto l'anno
Rispondi Con Citazione
  #9  
Vecchio 13-01-20, 22:59
L'avatar di amterme63
amterme63 amterme63 è offline
Pollice Giallo
 
Data Registrazione: 10-11-15
Località: Fucecchio (FI)
Messaggi: 1090
Grazie dati: 1034
Ringraziato 1460 volte in 740 post
Punti reputazione: 0
Sono....: Uomo
Predefinito

Per curiosità, Rsanna, in che posizione la tieni fuori? E' comunque in un vaso, che puoi riparare in caso di forti gelate?
Questo mi incoraggia un po' ... Se riesce a sopravvivere fuori a Pisa, forse c'è qualche possibilità anche a Fucecchio.
Ho letto che le Hoye sono piante che in natura si comportano spesso da epifite, cioè radicano e crescono fuori terra. Tra la casa e la terrazza ho una meravigliosa Phoenix canariensis che tengo poco "pulita". Le poche foglie che ho tagliato, conservano un lungo spunzone e alla base una specie di fibra vegetale naturale, sui cui spesso vegetano le parietarie. E se in quelle tasche sospese ci facessi crescere una Hoya obovata? La posizione è in ombra luminosa e inoltre le grandi foglie di palma soprastanti fanno sì che raramente si formi gelo. Inoltre il lato sud-ovest è pure sottovento alle temibili tramontane fredde. Tanto più che in caso di rari freddi eccezionali, si potrebbe intervenire comunque con del tnt come protezione supplementare.
E' un sogno, un inutile azzardo o ci sarebbero ragionevoli possibilità di riuscita? Ci posso fare un pensierino?
Rispondi Con Citazione
  #10  
Vecchio 14-01-20, 00:12
L'avatar di Rosmarie
Rosmarie Rosmarie è offline
Tutor della sezione: Hoye
 
Data Registrazione: 08-01-11
Località: Gravina di Catania
Messaggi: 14469
Grazie dati: 4134
Ringraziato 6030 volte in 3862 post
Punti reputazione: 100
Sono....: Donna
Predefinito

Secondo me potresti tentare.

Le mie obovate stanno fuori tutto l'anno. Certo, ho condizioni climatiche diverse delle tue ma le temperature notturne scendono a volte sotto i classici 5° considerati limiti per le Hoye più resistenti al freddo.

Ne ho una grandissima che sta in posizione riparata, riceve poco sole d'inverno quando è più basso. Un'altra, la madre delle tue talee, è appesa ad'un albero di arance amare, prende vento, pioggia e poco sole, tutto l'anno.

Le Hoye sono quasi tutte epifite, certuni le coltivano su zattere di sughero con successo e grande effetto. Provare a coltivarne sul tronco della tua Phoenix mi sembra un'idea molto interessante. Sono pronta a farti avere qualche altra talea se tu volessi fare la prova in primavera.

Purtroppo non ho alberi con i tronchi adatti se no avrei già fatto la prova sia con Hoye che con una Vanda.

La mia [I]Hoya obovata[I], oltre rami pendenti, ha qualche ramo che si è attaccato ai rami dell'arancio amaro, salendo in alto, e in certi punti si è proprio attaccata alla corteccia.

Ultima modifica di Rosmarie; 14-01-20 alle 00:16 Motivo: Devi attendere un minuto per poter effettuare la modifica.
Rispondi Con Citazione

Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    

Rispondi

Tag
consigli, hoya, obovata

Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 07:29.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0
Alcune foto potrebbero provenire da altri siti. Qualora qualcuno riconoscesse la propria foto e non avesse piacere di vederla su questo forum è invitato a comunicarlo all'Amministratore. Provvederemo a rimuoverla al più presto.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0