Giardinaggio efiori.com  



 

Torna Indietro   Giardinaggio efiori.com > Giardino e dintorni > Metodi di riproduzione

Come si impollina manualmente un helleboro

Questa discussione si intitola Come si impollina manualmente un helleboro nella sezione Metodi di riproduzione, appartenente alla categoria Giardino e dintorni; . ora si deve capire quando è il momento giusto per farlo .. cioé quando il polline è maturo e ...

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
  #11  
Vecchio 24-11-18, 13:18
L'avatar di Silvana
Silvana Silvana è offline
Tutor della sezione: Progettiamo - Tecniche di giardinaggio - Metodi di riproduzione
 
Data Registrazione: 27-05-10
Località: Albairate (MI)
Messaggi: 15338
Grazie dati: 12299
Ringraziato 5683 volte in 4118 post
Punti reputazione: 335
Invia un messaggio via Skype™ a Silvana Sono....: Donna
Predefinito

. ora si deve capire quando è il momento giusto per farlo .. cioé quando il polline è maturo e l'ovario ricettivo

a proposito di questo ho letto che nei vari link che ho postato più sopra

Citazione:
.Un fiore può avere da tre a dieci carpelli (foglie modificate con funzione riproduttiva). I carpelli maturano prima degli stami (fenomeno che prende il nome di proteroginia o protoginia).

Questa strategia aumenta le probabilità che le piante vengano impollinate con il polline di un'altra pianta (impollinazione incrociata o eteroclina), nonostante che gli ellebori siano fondamentalmente autofertili.


Citazione:
. Lo stame, l'organo sessuale maschile, consiste in lunghi filamenti, che sorreggono all'apice le antere, composte da due teche. Un singolo fiore può arrivare ad avere ben 150 stami.
In una prima fase, gli stami appaiono raccolti intorno al carpello, l'organo riproduttivo femminile. Man mano che il fiore si sviluppa, gli stami si allungano.


Citazione:
. Quando nei fiori, come quella qui sotto, sono all'inizio della fioritura, l'anello dei sepali ha una colorazione rosa-beige
. Questo colore si spegne lentamente ad una tonalità più verde dopo la fecondazione. Diversamente petali normali, questi sepali subiscono una quantità significativa di attività fotosintetica, la quantità di cui aumenta dopo la fecondazione.
La tonalità verdastra è la prova di questo aumento di fotosintesi

Citazione:
.Qui è un fiore Elleboro maturo. Alla base dei sepali, v'è un anello di tubolari giallo-verdi, , o nettarii a forma di imbuto
. Alcuni botanici riferiscono che questi sono petali di fiore attualmente modificati, che si sono fusi ai loro bordi per formare tubi con questi nettarini per attirare insetti al fiore. . All'interno dell'anello nettario ci sono molti stami composti da antere, (polline maschile per produrre organi), e loro filamenti di supporto. Al centro di questo gruppo di stami ci sono i pistilli (organi riproduttivi femminili).




Citazione:
. Quando un bocciolo si apre prima, le antere sono racchiuse in una corolla di antere da giallo-verde. I fiori di elleboro sono protogynus , il che significa che i loro stimmi sono ricettivi prima del rilascio del polline degli stami
Questo diminuisce la probabilità di una autoimpollinazione stessa, e favorisce la fecondazione incrociata. (In realtà, tuttavia, un fiore Elleboro in una fase successiva può fecondasi da sé,infatti è indicato come essere autofertile .)

Nelle immagini, le antere ei loro filamenti circondano le basi gonfie degli stili - (ovaie che producono semi ).





Citazione:
. I sepali non cadono finché il seme non è maturo. A fecondazione avvenuta, i fiori cambiano colore, senza peraltro perdere valore decorativo

OK.. adesso non mi rimane che passare alla pratica... avete altri consigli?j ..

ho detto qualche strafalcione .? .. nel caso correggetemi.. sto imparando
__________________

Ultima modifica di Silvana; 24-11-18 alle 13:29
Rispondi Con Citazione

Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    

  #12  
Vecchio 24-11-18, 15:05
L'avatar di oldhen
oldhen oldhen è offline
Santa Gallina da Casale
Moderatrice Forum Giardinaggio eFiori.com

 
Data Registrazione: 08-08-09
Località: Casale Monferrato
Messaggi: 28348
Grazie dati: 764
Ringraziato 2736 volte in 2038 post
Punti reputazione: 10
Sono....: Donna
Predefinito

mi sembra tu abbia detto tutto per bene, ti seguo...
__________________


L'indirizzo della moderazione è
moderazione@efiori.it
Per piacere scrivere solo per richieste inerenti alla moderazione, per tutto il resto rivolgersi direttamente sul forum


Salva
Salva
Rispondi Con Citazione
Il seguente utente ha ringraziato oldhen per questo post
Silvana (24-11-18)
  #13  
Vecchio 24-11-18, 16:32
L'avatar di Silvana
Silvana Silvana è offline
Tutor della sezione: Progettiamo - Tecniche di giardinaggio - Metodi di riproduzione
 
Data Registrazione: 27-05-10
Località: Albairate (MI)
Messaggi: 15338
Grazie dati: 12299
Ringraziato 5683 volte in 4118 post
Punti reputazione: 335
Invia un messaggio via Skype™ a Silvana Sono....: Donna
Predefinito

Ho trovato un'altro sito inglese che da alcuni parametri da seguire per la scelta delle caratteristiche degli hellebori da impollinare

https://gardenofeaden.blogspot.com/2...llination.html


Citazione:
.
Colore Sepal
:Quando cerchi colori chiari, ha senso evitare le piante con macchie o venature. Allo stesso modo, se l'interesse primario si trova in alcune gamme di colori come il bianco-giallo o il viola-nero, allora ha anche senso evitare generalmente i colori intermedi tra loro. Generalmente, per creare particolari linee di colore si dovrebbe lavorare all'interno dei gruppi di colori. Sebbene attraversare colori molto divergenti può a volte creare sfumature e combinazioni meravigliose e interessanti, gli ibridi sono noti per dare risultati "fangosi".

2. Forma delle sepali:Se un obiettivo è arrotondato sui sepali sovrapposti, allora ha senso evitare le piante con sepali molto appuntiti, contorti e a forma di stella. La simmetria è un obiettivo importante per molti allevatori. Molti, se non la maggior parte, fiori di elleboro hanno la tendenza a mostrare schemi asimmetrici nella forma e nel colore. Alcune asimmetrie sono causate da materiale genetico che risponde a fattori ambientali e può essere difficile da controllare, in particolare nel giardino aperto.

3. Dimensione / numero dei fiori : la dimensione e la quantità dei fiori varia. Alcune piante hanno fiori bellissimi che vengono prodotti sporadicamente; altre piante producono dozzine di fiori mediocri in una stagione. Vi è spazio per produrre molti fiori di dimensioni decenti di buon colore e sostanza su infiorescenza abbondante.

4. Nettari: Negli ultimi anni, è stata data più attenzione alla forma e al colore del nettare, e per una buona ragione. I nettari piacevoli possono fornire un interessante contrasto con lo sfondo alla base dei sepali. Sembrano anche avere un ruolo nel 'raddoppiamento', poiché i veri nettari sono tipicamente assenti nelle forme doppie più comuni.

5. Bratte / foglie di Cauline
: le brattee possono essere molto importanti. Danno consistenza ai gambi dei fiori emergenti e possono anche avere una colorazione molto interessante da abbinare o contrastare con i fiori. Le piante con brattee piccole presentano i fiori, ma le brattee più grandi spesso conferiscono all'infiorescenza un aspetto più consistente.

6. Fogliame:Il fogliame è forse uno degli aspetti più importanti dell'ibridazione, ma spesso uno dei più ignorati. Tipicamente sono le specie che mostrano il fogliame più polimorfo e interessante (questo è uno dei motivi per cui è strano che le specie siano spesso ignorate nei programmi), ma a volte possono essere raggiunte anche interessanti gamme negli ibridi. Colore, consistenza e numero e larghezza delle divisioni sono alcune cose importanti da tenere a mente. È anche importante considerare se si desidera o meno un fogliame sempreverde perché il fogliame di molte specie morirà durante l'inverno.

7. Salute / vigore:A volte una pianta può produrre un fiore che è proprio quello che vuoi, ma può essere un coltivatore molto debole o incline a funghi o malattie. È nostra opinione che tali piante dovrebbero essere evitate. Puoi ottenere piante più vigorose dalle generazioni future, ma non c'è alcuna garanzia che la pianta diventi un buon genitore. Inoltre, permettendo alle piante deboli o malate di rimanere nel tuo giardino aumenta potenzialmente la possibilità che gli agenti patogeni si diffondano ad altre piante.
__________________
Rispondi Con Citazione
  #14  
Vecchio 24-11-18, 17:32
L'avatar di Silvana
Silvana Silvana è offline
Tutor della sezione: Progettiamo - Tecniche di giardinaggio - Metodi di riproduzione
 
Data Registrazione: 27-05-10
Località: Albairate (MI)
Messaggi: 15338
Grazie dati: 12299
Ringraziato 5683 volte in 4118 post
Punti reputazione: 335
Invia un messaggio via Skype™ a Silvana Sono....: Donna
Predefinito

Mi dite se in questo video si parla di impollinazione..(altrimenti lo cancello).
sullo scritto capisco qualcosina.. ina.. ina .. ma sul parlato per me è arabo

https://www.abc.net.au/gardening/fac...44?jwsource=cl
__________________

Ultima modifica di Silvana; 24-11-18 alle 18:00
Rispondi Con Citazione
  #15  
Vecchio 24-11-18, 19:56
L'avatar di oldhen
oldhen oldhen è offline
Santa Gallina da Casale
Moderatrice Forum Giardinaggio eFiori.com

 
Data Registrazione: 08-08-09
Località: Casale Monferrato
Messaggi: 28348
Grazie dati: 764
Ringraziato 2736 volte in 2038 post
Punti reputazione: 10
Sono....: Donna
Predefinito

non dice niente di più di quello che tu hai scritto qui sopra prima


come hai riportato tu
Citazione:
. Quando un bocciolo si apre prima, le antere sono racchiuse in una corolla di antere da giallo-verde. I fiori di elleboro sono protogynus , il che significa che i loro stimmi sono ricettivi prima del rilascio del polline degli stami
a circa 3 minuti e 50 del filmato lui prende le antere di un fiore maschile e impollina un bocciolo indietro di fioritura in cui gli stigmi sono già pronti ma gli stami no e poi lo richiude


l'anno dopo nascerà la piantina e almeno tre anni dopo vedrai un fiore
__________________


L'indirizzo della moderazione è
moderazione@efiori.it
Per piacere scrivere solo per richieste inerenti alla moderazione, per tutto il resto rivolgersi direttamente sul forum


Salva
Salva
Rispondi Con Citazione
I seguenti 2 utenti hanno ringraziato oldhen per questo post
carlina (25-11-18), Silvana (24-11-18)
  #16  
Vecchio 26-11-18, 17:09
L'avatar di Silvana
Silvana Silvana è offline
Tutor della sezione: Progettiamo - Tecniche di giardinaggio - Metodi di riproduzione
 
Data Registrazione: 27-05-10
Località: Albairate (MI)
Messaggi: 15338
Grazie dati: 12299
Ringraziato 5683 volte in 4118 post
Punti reputazione: 335
Invia un messaggio via Skype™ a Silvana Sono....: Donna
Predefinito

Prima di passare alla pratica sul campo, che tanto non avverrà prima di febbraio, mi sto documentando sulle regole che riguardano i caratteri trasmissibili di un fiore e la dominanza o recessione dei colori, per capire quali colori dovrei prediligere per ottenere un fiore altrettanto bello ma diverso da quelli che già ho..

cioé se impollino un helleboro bianco guttato normale, a 5 petali, con un rosso scuro doppio, che colore potrò ottenere.? . i petali doppi si manterranno o ne devo impollinare due che già abbiano i petali doppi? .la guttatura riemergerà?... . o è meglio scegliere due colori senza sfumature?

se scelgo invece di incrociare un helleboro rosa con. un rosso quale colore avrà la dominanza?

nelle mie ricerche in rete ho trovato una pagina abbastanza esauriente in questo sito

ibridatori per caso: genetica

Si è vero parlano di rose ma credo che le regole della genetica valgano per tutti i fiori... o no?


Citazione:
è chiaro che un minimo di conoscenza della genetica può aiutare molto nella scelta delle varietà da ibridare, può abbreviare i tempi necessari per ottenere risultati e ridurre il lavoro, lo spazio necessario per la coltivazione delle piante e le spese conseguenti.

Potremo interpretare meglio i risultati degli incroci , selezionarli e trovare la strada più breve per il loro miglioramento.

Nel dna di una pianta possono esserci centinaia di geni che determinano uno o più caratteri e più geni possono interagire tra loro per lo stesso carattere (ad es.il profumo,il numero dei petali, la robustezza della pianta, il vigore...sono caratteri determinati dalla interazione di più geni, che possono trovarsi anche su cromosomi differenti,e quindi possono separarsi e non trasmettersi insieme nella progenie ottenuta) e probabilmente ogni gene ha qualche forma di interazione, non sempre visibile, con tutti gli altri presenti sulla stessa pianta..

(la resistenza ad alcune malattie, tipo la ticchiolatura, pare invece che dipenda da un unico gene,dominante, e questo facilita sicuramente l'ottenimento e la trasmissione successiva del carattere)

Ci sono infatti caratteri dominanti e caratteri recessivi,che magari sono presenti in una pianta ma non si vedono, perchè si manifestano solo quando quel carattere è presente in entrambi i genitori e i 2 geni si incontrano nella stessa pianta.

Bisogna anche sapere che molte delle piante selvatiche, botaniche, sono diploidi (hanno cioè ereditato da entrambi i genitori una sola copia del corredo genetico,ovvero hanno un numero cromosomico =14), mentre la maggioparte delle varietà moderne da giardino sono tetraploidi (hanno cioè un corredo genetico doppio n=28) e l'incrocio tra questi 2 tipi, diploidi e tetraploidi, quando riesce, presenta spesso problemi di fertilità,perchè hanno 3 copie del corredo genetico invece di 2 o 4 e sono detti triploidi. (ci sono problemi nella divisione ed accoppiamento dei cromosomi,con rischio di perdita di alcuni cromosomi...infatti alcune varietà hanno numeri cromosomici diversi dai numeri classici: n=14 per i diploidi; n=21 per i triploidi; o n=28 per i tetraploidi).
va beh.. salto questa parte troppo scientifica che mi sta facendo venire il mal di testa . , se volere ve la potete leggere sempre nel link che ho postato più sopra

e veniamo alla parte del discorso che mi interessa

Citazione:
.Altra informazione utile per l'ibridatore è sapere quali sono i caratteri dominanti e quelli recessivi,

Ad es.il numero dei petali è determinato da 2 geni: uno decide se il fiore sarà doppio o semplice (con 5 petali) ed il carattere fiore doppio fortunatamente è dominante, l'altro decide quanto sarà doppio il fiore...i 2 geni devono però essere insieme, per determinare un bel fiore molto doppio e devono esserlo nella giusta proporzione (essendo la rosa tetraploide).

Sul colore dei fiori, ad es... i colori dominanti nella rosa sono quelli che troviamo spesso nelle rose selvatiche, ovvero il rosa ed il rosa-rosso. Se incrociamo una rosa rosa con rose di altro colore, otterremo probabilmente una maggioranza di fiori rosa.(se non tutti).

Se partiamo incrociando una rosa rosa puro (figlia di rose rosa), con altre rose di colore diverso...ci vorranno probabilmente almeno 2-3 generazioni per liberarsi del colore rosa.

La graduatoria della dominanza vede dunque prima il colore rosa, poi il rosso chiaro,il rosso scuro,l'arancio,l'albicocca,il giallo chiaro, il giallo intenso ed il bianco .(che è il più recessivo di tutti).

Ma bisogna ricordare che tutti i colori delle rose sono prodotti da un ristretto numero di pigmenti che spesso si sovrappongono, lavorando insieme e modificandosi a vicenda, alcuni dominando ed altri più recessivi...quindi si hanno spesso sorprese e la comparsa di colori imprevisti od insoliti.

Ma l'ottenimento del colore desiderato va spesso insieme ad altri problemi o caratteristiche che magari non sono altrettanto desiderabili...

Ad esempio ci sono varietà che cambiano colore nel tempo, magari si aprono giallo chiaro e poi diventano salmone...i geni che causano questo cambiamento sono dominanti, quindi risulta difficile ottenere da questi genitori dei gialli puri e costanti nel tempo.

In ogni colore di fondo dei petali,possono essere presenti due tipi di fattori:un fattore "assenza di colore" ed un fattore "per il colore" e molte rose bianche in realtà contengono entrambi i fattori, da cui si deduce che il fattore repressivo del colore è dominante... molte rose bianche sarebbero crema, se non ci fosse questo fattore repressivo.

La sfumatura verde che troviamo in alcune rose bianche come Message (White Night) è dovuta, invece,al fattore repressivo del colore magenta.

Si considera che almeno sei diversi fattori possono entrare in gioco solo per la creazione del colore giallo...ma poichè le rose sono spesso tetraploidi ogni rosa può contenere al massimo 4 di questi fattori ed in quel caso altri 2 vengono esclusi.

Nella creazione del giallo,
infatti possiamo trovare:
1)un gene per il giallo; 2)un gene per la repressione del giallo; 3)un gene per il rosso-blu; 4)un gene per l'intensificazione di quel colore; 5)un gene che intensifica la forza di tutti i colori; 6)un gene per il colore avorio ed uno per intensificare il colore giallo.

Generalmente però ci sono due tipi di sfumature gialle, la prima è il giallo mostarda, come Lydia (H.Robinson,1949),con varie sfumature verdastre, mostrando che il fattore red-blue è presente ed attivo.L'altra, come Allgold,è un chiaro giallo senza sfumature verdi.Nel primo caso altre parti del fiore presentano colorazioni rossicce o verdi, nel secondo il colore puro si estende in ogni parte del fiore.

Ma tornando ai problemi collegati al colore dei fiori ed al loro miglioramento Pernet-Ducher ha creato una serie di bellissime rose gialle ibride con le rose tea chiamate appunto Pernettiane,ma ha avuto alcuni problemi da risolvere...nel clima dell'inghilterra alcune sue rose non sviluppavano il colore giallo,ma diventavano bianche e ci sono voluti vari anni di incroci, per ottenere un giallo stabile come Yellowcrest...ma sfortunatamente dopo la fioritura la pianta si defogliava completamente, poi rispuntavano altre foglie e dopo la fioritura autunnale le foglie cadevano nuovamente (probabilmente per la troppa sensibilità alla ticchiolatura ) col tempo Mrs.Beatty del vivaio B.R.Cant&Sons Ltd. produsse altre rose gialle più resistenti, come Constance Casson,Sovereign e Mrs.Beatty e Queen Mary, parente di Constance Casson, rosa giallo canarino, con sfumature rosse.
Questi cespugli erano piccoli con scarsa vigoria,ma con fiori grandi e foglie robuste e larghe...


la storia continua per chi volesse saperne di più.. io per il momento ho capito che il colore rosa è il più dominante ed il bianco il più recessive di tutti

La graduatoria della dominanza vede dunque prima il colore rosa, poi il rosso chiaro,il rosso scuro,l'arancio,l'albicocca,il giallo chiaro, il giallo intenso ed il bianco .(che è il più recessivo di tutti).

e poi.. il carattere del fiore doppio fortunatamente è dominante 👍.. quindi se incrocio un fiore semplice con uno doppio dovrebbe uscirne un'altro doppio
__________________
Rispondi Con Citazione
  #17  
Vecchio 27-11-18, 02:16
L'avatar di lalla
lalla lalla è offline
Tutor della sezione: Orto e Alberi da frutta - Identificazioni
 
Data Registrazione: 25-05-08
Località: Saluzzo prov. Cuneo
Messaggi: 13565
Grazie dati: 1232
Ringraziato 3911 volte in 2708 post
Punti reputazione: 10
Sono....: Donna
Predefinito

Bene, mi hai chiarito un po' le idee (sull'impollinazione delle rose) e cercherò in primavera di metterle in pratica... voglio impollinare un paio delle mie rose con la gigantessa bianca, è un'idea che mi frulla da un po', con i miei ellebori non ci sarebbe storia... ne ho solo uno rosso/verde, tutti gli altri sono niger, ma pur essendo piantati vicinissimi nascono o rosso/verde o bianchi. Si vede che non sono compatibili.
__________________

Non piangere perchè qualcosa finisce, sorridi perchè è accaduta.
Gabriel Garcia Marquez
Rispondi Con Citazione
Il seguente utente ha ringraziato lalla per questo post
Silvana (06-12-18)

Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    

Rispondi

Tag
helleboro, impollina, manualmente

Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 21:50.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0
Alcune foto potrebbero provenire da altri siti. Qualora qualcuno riconoscesse la propria foto e non avesse piacere di vederla su questo forum è invitato a comunicarlo all'Amministratore. Provvederemo a rimuoverla al più presto.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0