Giardinaggio efiori.com  



 

Torna Indietro   Giardinaggio efiori.com > Giardino e dintorni > Metodi di riproduzione

Stratificazione semi

Questa discussione si intitola Stratificazione semi nella sezione Metodi di riproduzione, appartenente alla categoria Giardino e dintorni; Come da richiesta della cara Lidia, provo a scrivere qualcosa sulla tecnica di stratificazione dei semi. Non ho ancora avuto ...

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
  #1  
Vecchio 27-01-08, 23:56
L'avatar di Meddy
Meddy Meddy è offline
Pollice Rosso
 
Data Registrazione: 30-12-07
Località: torino
Messaggi: 2501
Grazie dati: 0
Ringraziato 0 volte in 0 post
Punti reputazione: 40
Sono....: Donna
Predefinito Stratificazione semi

Come da richiesta della cara Lidia, provo a scrivere qualcosa sulla tecnica di stratificazione dei semi. Non ho ancora avuto modo si verificare se si ottengono dei buoni risultati perchè è la prima volta che adotto questo sistema. Leggendo qua e là ho trovato:

"Stratificazione: i semi delle specie arboree, oltre al tugmento duro ed impermeabile, presentano il fenomeno della “dormienza”, che ne impedisce la pronta germinazione. Per superare questo stato, è necessario effettuare la “stratificazione”. L’operazione consiste nel mescolare il seme in un substrato umido composto da sabbia e torba in parti uguali, oppure tra leggeri tessuti inumiditi, ovatta bagnata ecc. La durata della stratificazione varia da 1 a 6 mesi e la temperatura deve mantenersi attorno ai 4 °C. Nelle regioni con inverni rigidi il fabbisogno di freddo può essere soddisfatto ponendo le cassette contenenti i semi all’aperto al di sotto di tettoie, altrimenti si collocano i semi avvolti in stoffa, o ovatta, in frigorifero. Durante il periodo di stratificazione i semi vanno controllati settimanalmente, sia per verificare il grado di umidità (assolutamente non si debbono asciugare) sia per evitare che la germinazione avvenga prematuramente: se i semi iniziano a gonfiarsi, vanno subito estratti e interrati nel substrato di semina."

Io ci sto provando con i semi di Acer palmatum. Purtroppo ho scoperto con un po' di ritardo che i semi andavano stratificati appena raccolti, pertanto li ho posti in frigorifero soltanto da un mesetto. Prima li ho messi in ammollo in acqua tiepida x due giorni e poi li ho sistemati tra due dischetti di ovatta inumidita, in un contenitore di polistirolo che ho coperto con la pellicola, perchè mi sono accorta che il frigorifero asciuga abbastanza in fretta l'ovatta. Ogni due giorni circa tolgo per un po' la pellicola per far respirare.
Viste le basse temperature qui a Torino, avrei potuto mettere i semi direttamente in terra, ma da qualche parte ho letto che è meglio il frigorifero perchè mantiene la temperatura costante.
Come già detto, è la prima volta che mi cimento in questa tecnica e mi piacerebbe conoscere le opinioni di chi ha più esperienza in tal senso.
Ciao e grazie a tutti.
Rispondi Con Citazione

Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    

  #2  
Vecchio 28-01-08, 00:25
L'avatar di Jet
Jet Jet è offline
Pollice Giallo
 
Data Registrazione: 18-01-08
Località: Grosseto
Messaggi: 767
Grazie dati: 0
Ringraziato 0 volte in 0 post
Punti reputazione: 40
Invia un messaggio via MSN a Jet Sono....: Uomo
Predefinito

ciao meddy...

è la prima volta che ne sento parlare...è una specie di forzatura a quanto ho visto! il seme dell'olivo per esempio ci mette 3 anni prima di poter germinare...in vivaio viene forzato con gli ormoni e la temperatura...sinceramente il fabbisogno in freddo non so se condiziona realmente il seme... è un fatto di genetica...
con gli ormoni si stimola il seme a germinare...il fatto è che il suo orologio biologico dice cosi...Non devo germinare prima di un tot di tempo...è scritto tutto nel DNA...
Non so cosa induce il seme a germinare con questa tecnica, ma se funziona non è male...mi documenterò...

Ciao ciao!
Rispondi Con Citazione
  #3  
Vecchio 28-01-08, 08:52
L'avatar di Lidia
Lidia Lidia è offline
Pollice Celeste
 
Data Registrazione: 02-10-07
Località: Sicilia - Zona USDA 9b
Messaggi: 18898
Grazie dati: 90
Ringraziato 195 volte in 96 post
Punti reputazione: 250
Sono....: Non voglio dirlo!
Predefinito

Meddy ma è una tecnica molto elaborata per quanto posso leggere!
__________________
[/FONT][/B][/COLOR] "Un bimbo muove tutto sottosopra e allo stesso tempo mette le cose al posto giusto."
Rispondi Con Citazione
  #4  
Vecchio 28-01-08, 09:37
L'avatar di Meddy
Meddy Meddy è offline
Pollice Rosso
 
Data Registrazione: 30-12-07
Località: torino
Messaggi: 2501
Grazie dati: 0
Ringraziato 0 volte in 0 post
Punti reputazione: 40
Sono....: Donna
Predefinito

Citazione:
Originariamente Scritto da Jet Visualizza Messaggio
è una specie di forzatura a quanto ho visto!
Ciao Jet, in effetti è una sorta di forzatura, il freddo spacca il tegumento duro del seme che è così facilitato nella germinazione. Con la tecnica del freezer (e non frigorifero) ho avuto buoni risultati con i semi di rosa, anch'essi molto duri.

Citazione:
Originariamente Scritto da Lidia Visualizza Messaggio
Meddy ma è una tecnica molto elaborata per quanto posso leggere!
Ma no Lidia, si tratta solo di mettere in ammollo i semi per due giorni e poi sistemarli in frigo tra l'ovatta. Unico accorgimento: controllare ogni tanto che si mantengano umidi.

Rispondi Con Citazione
  #5  
Vecchio 29-01-08, 19:02
geronimo geronimo è offline
Pollice Bianco
 
Data Registrazione: 29-01-08
Messaggi: 8
Grazie dati: 0
Ringraziato 0 volte in 0 post
Punti reputazione: 10
Predefinito

caspita..... e da che parte si comincia?????
Rispondi Con Citazione
  #6  
Vecchio 29-01-08, 19:31
Anna Damiani
Guest
 
Messaggi: n/a
Predefinito

Non so se esattamente se si possa definire una forzatura, anche perchè non sempre si ottiene l'interruzione della dormienza con la vernalizzazione e non tutti i generi vanno trattati allo stesso modo. Poi andrebbe detto anche, che i tipi di dormienza sono due: endogena ed esogena e che per ciascuna si utilizzano modi diversi per interromperla. Anche la stratificazione, ad esempio, non è indicata per i semi soggetti alla dormienza endogena.
Altra cosa da sapere è che molto spesso, nei semi provenienti da piante non selvatiche, cioè coltivate, questo fenomeno (la dormienza) non si verifica.

In ogni caso, l'interruzione della dormienza come si evince è qualcosa che fa parte di un intervento esterno ai ritmi biologici della pianta.

Il seme (come giustamente diceva Jet) ha nel suo DNA un'informazione di base che gli dice che NON deve germinare quando non ci sono tutte le giuste condizioni che possano determinare l'attecchimento della piantina che nascerebbe.
Esempio: se una pianta che ha certe caratteristiche facesse sì che il suo seme germogliasse, che so, in pieno inverno quando le possibilità di attecchimento per quel genere e specie sono pari allo 0 in quel periodo dell'anno, magari a causa delle temperature, la continuità del genere e della specie non sarebbe assicurata.
Ecco che la Grande Maestra, nel corso dell'evoluzione, ha caratterizzato nei semi delle piante, il processo della dormienza.

Il seme se ne sta lì buono buono fin quando non si creano le condizioni atte a farlo germogliare e a far radicare la plantula.

Il processo di vernalizzazione serve appunto a dire al seme, OK c'è stato il freddo ed ora non c'è più, avanti Savoia!

Detto questo, dobbiamo ricordarci anche che, se i semi interrompendo la dormienza non trovano le condizioni necessarie alla vita, si possa verificare la dormienza secondaria, attivata dal seme stesso.

Bene, ora che ho complicato le cose, buon esperimento!


.
Rispondi Con Citazione
  #7  
Vecchio 29-01-08, 22:37
L'avatar di Cerchina
Cerchina Cerchina è offline
Nostra Signora della Giardinopedia
Responsabile Giardinopedia

 
Data Registrazione: 27-09-07
Località: Valsesia e Marche
Messaggi: 32268
Grazie dati: 688
Ringraziato 883 volte in 606 post
Punti reputazione: 515
Sono....: Donna
Predefinito

Anna non ho capito bene la differenza tra dormienza endogena ed esogena: esogena vuol dire che dipende dalle condizioni ambientali???? ed endogena allora?
__________________

L'indirizzo della moderazione è moderazione@efiori.it
Per piacere scrivere solo per inviare le schede della giardinopedia, per tutto il resto rivolgersi direttamente sul forum

"provare a fornire nuove informazioni a una persona che nutre pregiudizi é come proiettare luce su una pupilla: si contrae". [Oliver Wendell Holmes, Jr.]
Rispondi Con Citazione
  #8  
Vecchio 29-01-08, 22:56
L'avatar di Jet
Jet Jet è offline
Pollice Giallo
 
Data Registrazione: 18-01-08
Località: Grosseto
Messaggi: 767
Grazie dati: 0
Ringraziato 0 volte in 0 post
Punti reputazione: 40
Invia un messaggio via MSN a Jet Sono....: Uomo
Predefinito

dunque...la dormienza endogena è quella data dal sistema ormonale, quindi interno del seme...(stato fisiologico, ormonale etc...) mentre quella esogena è data dai fattori atmosferici(temperatura, umidità etc..) ok?? ciao cerchina
Rispondi Con Citazione
  #9  
Vecchio 29-01-08, 23:10
L'avatar di Lidia
Lidia Lidia è offline
Pollice Celeste
 
Data Registrazione: 02-10-07
Località: Sicilia - Zona USDA 9b
Messaggi: 18898
Grazie dati: 90
Ringraziato 195 volte in 96 post
Punti reputazione: 250
Sono....: Non voglio dirlo!
Predefinito

Capito anch'io adesso.........ma se si prolunga la dormienza che succede?
esempio, dovrei tenerli in frigo 1 mese e invece li tengo 3 mesi? o peggio un anno?
__________________
[/FONT][/B][/COLOR] "Un bimbo muove tutto sottosopra e allo stesso tempo mette le cose al posto giusto."
Rispondi Con Citazione
  #10  
Vecchio 29-01-08, 23:24
L'avatar di Jet
Jet Jet è offline
Pollice Giallo
 
Data Registrazione: 18-01-08
Località: Grosseto
Messaggi: 767
Grazie dati: 0
Ringraziato 0 volte in 0 post
Punti reputazione: 40
Invia un messaggio via MSN a Jet Sono....: Uomo
Predefinito

dunque forzare la dormienza è come dire fermare un uragano con un dito...sfidare la natura e racchiudere la sua potenza dentro una bottiglia è immpossibile per quanto pericoloso...
è giusto invece che noi ci integriamo a lei...quindi è sempre bene adattarci noi!
possiamo riprodurre solamente le condizioni per il quale il seme puo germinare...dando ormoni e alzando la temp.
far fare alla natura quello che vogliamo noi non sempre riesce e se riece riesce male quasi sempre...
è un po filosofico...eheheh ciao
Rispondi Con Citazione

Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    

Rispondi

Tag
semi, stratificazione

Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato


Discussioni Simili
Discussione Autore Discussione Forum Risposte Ultimo Messaggio
Semi giova212 Metodi di riproduzione 4 04-03-10 18:27
semi di fuchsia Silvia Metodi di riproduzione 22 02-02-10 14:07
semi dii.. semi dii.. non ricordo come si chiama. simotricci Tropicali 17 25-09-09 08:36
semi di calendula Giudy Metodi di riproduzione 13 08-05-09 10:11
help semi Atlas Metodi di riproduzione 10 02-03-09 13:14


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 06:42.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0
Alcune foto potrebbero provenire da altri siti. Qualora qualcuno riconoscesse la propria foto e non avesse piacere di vederla su questo forum è invitato a comunicarlo all'Amministratore. Provvederemo a rimuoverla al più presto.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0