Giardinaggio efiori.com  



 

Torna Indietro   Giardinaggio efiori.com > Giardinaggio > Orto e Alberi da frutta > Orto e alberi da frutta: Approfondimenti

L’ulivo

Questa discussione si intitola L’ulivo nella sezione Orto e alberi da frutta: Approfondimenti, appartenente alla categoria Orto e Alberi da frutta; L’ulivo è una pianta che per la sua struttura e particolare longevità mi ha sempre affascinato. Nell’antichità questa pianta non ...

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
  #1  
Vecchio 10-10-11, 14:19
rita
Guest
 
Messaggi: n/a
Predefinito L’ulivo

L’ulivo è una pianta che per la sua struttura e particolare longevità mi ha sempre affascinato.

Nell’antichità questa pianta non poteva mancare nei giardini dei nobili, perché da sempre simbolo di pace e di grande religiosità.

Nel corso degli anni questa particolarità è venuta a scemare, adesso gli alberi d’ulivo si trovano un po’ ovunque e alla pianta si attribuisce solo il merito di fare dell’ottimo olio e deliziarci a tavola con i suoi frutti.

Esistono svariate varietà di ulivi.

Gli agricoltori selezionano queste varietà, in base alle proprie esigenze, per ottenere olio extra vergine di qualità o per la produzione di ottime olive da tavola.

Tra le più famose varietà coltivate in Italia ci sono:

Per le olive da tavola:

Ascolana nelle Marche;

Cerignola in Puglia;

Giarraffa e la Nocellara in Sicilia;

Santa Caterina in Toscana;

Matiaca in Basilicata;

Cucco in Abruzzo;

Strana e Nere di Gaeta nel Lazio;

Grossa di Cassano in Calabria;

La Tonda e la Manna in Sardegna;


Per la produzione di olio extra vergine:

Ogliara siciliana in Sicilia;

Aurina nel Molise;

Pinola in Liguria;

Premezzana, Corantina e Ogliara barese in Puglia;

Corregiolo e Frantoio in Toscana;

Palma in Sardegna;

Leccino in tutto il centro Italia;

Vernino nel Lazio;

Ogni albero, se coltivato bene, può produrre da 30 ai 40 Kg di olive l’anno.


Cerchiamo di conoscere, in modo semplice, questa meravigliosa pianta.

L’ulivo appartiene alla famiglia delle Oleaceae.

E’ una pianta sempreverde che vive molto a lungo particolarmente indicata per i climi mediterranei, anche se negli ultimi anni si sta cercando di selezionare delle varietà che possano vivere anche nelle zone fredde.

Possiede un apparato radicale molto sviluppato ma prevalentemente superficiale, capace di insinuarsi anche tra le rocce.

L’ulivo, può raggiungere delle notevoli dimensioni, fino a 15 metri di altezza, dai 6 a 10 metri la larghezza della sua chioma.

Ha un portamento arboreo e, nelle varietà selvatiche, arbustivo.



.

Ultima modifica di Cerchina; 10-10-11 alle 20:10
Rispondi Con Citazione
Il seguente utente ha ringraziato per questo post
Lidia (24-10-11)

Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    

  #2  
Vecchio 10-10-11, 14:45
rita
Guest
 
Messaggi: n/a
Predefinito il tronco

Il tronco

Fino al decimo anno di vita il tronco è liscio, regolare e di colore grigio, poi diventa nodoso, irregolare, contorto, spesso squamoso e di colore grigio scuro.



Il legno è molto duro e pesante, di colore giallo scuro e viene usato per lavori di ebanisteria.




Vista la sua longevità, può raggiungere oltre i 1000 anni, il tronco si modifica nel corso del tempo, creando delle forme e delle cavità naturali, che sembrano delle vere e proprie sculture.
























Ultima modifica di oldhen; 26-08-14 alle 15:59 Motivo: Devi attendere un minuto per poter effettuare la modifica.
Rispondi Con Citazione
Il seguente utente ha ringraziato per questo post
Lidia (24-10-11)
  #3  
Vecchio 10-10-11, 14:51
rita
Guest
 
Messaggi: n/a
Predefinito le foglie e i fiori

Le foglie

Le foglie sono coriacee e lanceolate, di un bel colore verde scuro e liscio nella pagina superiore, invece di un grigio perlato, ruvido e peloso, nella pagina inferiore.

Le foglie si rinnovano ogni tre anni e cambiano forma a seconda della varietà.





I fiori

I fiori formano delle infiorescenze a grappolo, chiamate “Mignole”.

Sono piccolissimi, bianchi, molto profumati e sbocciano all’ascella delle foglie.

Nell’ulivo la fioritura avviene tra aprile e la fine di giugno.

Il fiore è ermafrodita, possiede sia gli organi maschili (due stami) sia quello femminile (pistillo).

Ma purtroppo le varietà della specie presente in Italia, Olea europea, sono auto-sterili, quindi la fecondazione dell’ulivo è prevalentemente eterogama, cioè avviene con piante che presentano due tipi distinti di fiori (maschili e femminili).

E visto che l’ulivo non ha nettare nei suoi fiori, l’impollinazione è anemofila, cioè col polline trasportato dal vento e non con api ed insetti pronubi, il vento trasporta il polline molto lontano anche tra piante molto distanti tra loro.

Solo una piccola parte dei fiori diventeranno dei frutti perché molti cadono prima, la pianta effettua così una sorta di una selezione.







Ultima modifica di oldhen; 26-08-14 alle 16:00
Rispondi Con Citazione
Il seguente utente ha ringraziato per questo post
Lidia (24-10-11)
  #4  
Vecchio 10-10-11, 14:53
rita
Guest
 
Messaggi: n/a
Predefinito le olive

I frutti

Il frutto dell’ulivo è l’oliva.

L’oliva è una drupa (frutto con l’esterno sottile e la parte carnosa all’interno che racchiude il seme).

Hanno una forma ovale, di colore verde quando sono acerbe e nerastre quando sono mature.









La polpa è rivestita da una pellicina sottile, liscia e lucida.

All’interno della polpa c’è un nocciolo, che è anche il seme dell’ulivo.

L’oliva è formata da una buona percentuale di acqua, di olio e di materie solide come la cellulosa, gli zuccheri e le proteine.

L’olio si ottiene dalla spremitura della polpa e, in una piccola parte, dalla spremitura del suo nocciolo.

Le olive maturano tra novembre e dicembre e la raccolta avviene in modo scaglionato, in base alla graduale maturazione dell’oliva della varietà a cui appartiene e della zona di coltivazione.

Nei miei ricordi di bambina ci sono questi immensi alberi durante la raccolta delle olive, con sotto dei tappeti fatti di sacchi di iuta tagliati e poi cuciti insieme per formare, appunto, un tappeto (da noi si chiamano “la Tenna”).

Gli uomini erano addetti a colpire i rami dell’albero per far cadere le olive, con dei lunghi bastoni (“le Vrie”), di diverse altezze e grossezze in base al ramo da colpire e l’altezza dello stesso.

Le donne e i bambini raccoglievano le olive che cadeva fuori dalle “ Tenne”.

Appena tutto l’albero era stato scaricato dalle sue olive, venivano tolte dalle “Tenne” i rametti e le foglie che erano caduti, poi le olive venivano insaccate e si passava ad un altro albero.

Un lavoro fatto di braccia e fatica, ben diverso dalle tecniche di raccolta dei nostri tempi.

Ogni contadino aveva a casa sua un piccolo frantoio in pietra, con la grossa pietra che veniva fatta girare dai muli.

La spremitura era un momento di aggregazione e di festa per tutto il vicinato.



Ultima modifica di oldhen; 26-08-14 alle 16:08
Rispondi Con Citazione
Il seguente utente ha ringraziato per questo post
Lidia (24-10-11)
  #5  
Vecchio 10-10-11, 14:55
rita
Guest
 
Messaggi: n/a
Predefinito coltivazione

La riproduzione dell’ulivo avviene:

Per via sessuale

Con il seme (nocciolo), che non dà la stessa caratteristica della pianta madre, ma offre degli ottimi porta innesti.

Per via vegetativa

con la talea di succhioni, con i polloni, la margotta di ceppaia e con l’innesto (a corona, a gemma o a spacco).


La potatura

La potatura dell’ulivo si divide in tre fasi:

Potatura verde

Si pratica a fine estate, eliminando gli apici, dando forma e togliendo anche i polloni e i succhioni della base e del tronco della pianta.

Potatura secca

Si pratica in inverno tra gennaio e marzo.

Per effettuare questa potatura bisogna principalmente riconoscere i rami dell’ulivo e non è semplice, ci vuole esperienza ed occhio.

Nell’ulivo oltre i rami portanti, ci sono i rami maschili e i rami femminili.

I rami maschili sono quelli che partono dritti dal ramo portante, uno stelo con solo foglie.



I rami femminili sono quelli che partono dal ramo portante ed hanno delle biforcazioni (o getti) laterali e foglie.




Si eliminano tutti i rami in alto e tutti quelli rivolti verso l’interno della chioma, questo serve per dare luce ed aria utili alla pianta nel periodo dell’impollinazione.

Si lasciano per ogni ramo portante uno o due rami maschili in alto, questo serve per far scorrere la linfa fino in cima al ramo.

Dei rami rami femminili si lasciano quelli rivolti verso il basso per facilitare poi la raccolta.

Bisogna lasciare per ogni ramo portante un numero non eccessivo di rami per far si che la pianta si concentri solo sui rami che porteranno i frutti.


Potatura straordinaria

Si esegue in rarissimi casi, solo per ringiovanire le piante che hanno avuto un invecchiamento precoce e si procede tagliando in modo molto drastico i rami portanti.

Ultima modifica di oldhen; 26-08-14 alle 15:33
Rispondi Con Citazione
Il seguente utente ha ringraziato per questo post
Lidia (24-10-11)
  #6  
Vecchio 10-10-11, 14:56
rita
Guest
 
Messaggi: n/a
Predefinito l'ulivo in vaso

L’ulivo in vaso

L’ulivo si presta bene ad essere coltivato in vaso perché ha una crescita lenta ma anche perché le sue radici corrono in superficie e non hanno bisogno di molta profondità.

L’ulivo è una pianta che vive bene nei climi temperati, ma ciò non toglie che, con dei piccoli accorgimenti, non si possa far stare bene un ulivo in vaso anche al nord.

Ecco alcuni consigli per una pianta di ulivo in vaso:

In inverno, nelle zone fredde, collocare il vaso con l’ulivo a ridosso di un muro, possibilmente esposto a sud, riparato dai venti e magari in prossimità dell’apertura del balcone, per far si che riceva un po’ di calore dalla casa. Spruzzare la chioma con dell’ossicloruro di rame che proteggerà le foglie rendendole più spesse e più resistenti al freddo.

Usare per piantarlo una composta costituita da metà terriccio universale e l’altra metà, in parti uguali, da torba, sabbia, stallatico e lapillo.

Le radici vanno protette con una pacciamatura che può essere di foglie, paglia o agri tessuto.

L’ulivo è una pianta che ama i terreni secchi e quindi le annaffiature devono essere effettuate solo quando il terriccio è asciutto, soffre infatti molto i ristagni d’acqua.

Sostituire il terriccio alla superficie del vaso ogni anno e rinvasare la pianta ogni 2/3 anni per i primi anni di vita, poi la pianta rallenterà la sua crescita e i travasi non saranno necessari così frequentemente.

La sostituzione del terriccio o il travaso dovranno essere effettuati agli inizi della primavera.

Le concimazioni vanno effettuate a partire dagli inizi della primavera e fino ai primi freddi, per favorire la germogliazione della pianta, senza eccedere e usando concime liquido a base di azoto, fosforo e potassio 3/1/2 (in commercio si trova facilmente) da mescolare all’acqua delle annaffiature.

Ultima modifica di Cerchina; 10-10-11 alle 20:16
Rispondi Con Citazione
Il seguente utente ha ringraziato per questo post
Lidia (24-10-11)
  #7  
Vecchio 10-10-11, 20:39
L'avatar di lamartinz
lamartinz lamartinz è offline
Donna Lama Protettrice del Forum
Amministratrice Forum Giardinaggio.efiori.com

 
Data Registrazione: 11-05-09
Località: Vercelli
Messaggi: 30153
Grazie dati: 778
Ringraziato 1022 volte in 728 post
Punti reputazione: 55
Invia un messaggio via Skype™ a lamartinz Sono....: Donna
Predefinito

la parte dell'ultivo in vaso mi sa che me la dovrò studiare a memoria se non voglio ripercussioni fisiche dolorose...

l'ulivo mi ha sempre affascinato, proprio per i giochi che fa con il suo tronco
__________________


L'indirizzo dell'amministrazione è forum@efiori.it
Per piacere scrivere solo per richieste inerenti moderazione ed amministrazione per tutto il resto rivolgersi direttamente sul forum.


OT da faccia tosta
Credo nella purificazione dell'anima attraverso il gioco e il divertimento - Naif Super
Rispondi Con Citazione
  #8  
Vecchio 10-10-11, 21:22
L'avatar di Delvi83
Delvi83 Delvi83 è offline
Pollice Giallo
 
Data Registrazione: 14-08-11
Località: Oleggio Castello (NO)
Messaggi: 512
Grazie dati: 0
Ringraziato 50 volte in 46 post
Punti reputazione: 0
Sono....: Uomo
Predefinito

Eh peccato che qui nel Nord Italia sebbene resistano difficilmente fruttificano...le gemme a frutto infatti vengono danneggiate a temperature di -8° e i fiori non "partono" dai rami dell'anno, ma da quelli dell'anno passato (che quindi deve passare l'inverno) !!!
Rispondi Con Citazione
  #9  
Vecchio 10-10-11, 21:30
L'avatar di lamartinz
lamartinz lamartinz è offline
Donna Lama Protettrice del Forum
Amministratrice Forum Giardinaggio.efiori.com

 
Data Registrazione: 11-05-09
Località: Vercelli
Messaggi: 30153
Grazie dati: 778
Ringraziato 1022 volte in 728 post
Punti reputazione: 55
Invia un messaggio via Skype™ a lamartinz Sono....: Donna
Predefinito

interessante annotazione! dovrò starci attenta.

però ci sono oramai uliveti anche in nord italia, magari alcune varietà sono più tolleranti.
__________________


L'indirizzo dell'amministrazione è forum@efiori.it
Per piacere scrivere solo per richieste inerenti moderazione ed amministrazione per tutto il resto rivolgersi direttamente sul forum.


OT da faccia tosta
Credo nella purificazione dell'anima attraverso il gioco e il divertimento - Naif Super
Rispondi Con Citazione
  #10  
Vecchio 10-10-11, 21:34
L'avatar di Delvi83
Delvi83 Delvi83 è offline
Pollice Giallo
 
Data Registrazione: 14-08-11
Località: Oleggio Castello (NO)
Messaggi: 512
Grazie dati: 0
Ringraziato 50 volte in 46 post
Punti reputazione: 0
Sono....: Uomo
Predefinito

Citazione:
Originariamente Scritto da lamartinz Visualizza Messaggio
interessante annotazione! dovrò starci attenta.

però ci sono oramai uliveti anche in nord italia, magari alcune varietà sono più tolleranti.
Nel Nord Italia ci son solo in riva ai laghi...nel Vercellese se ci sono rendono veramente poco. Il problema è che le gelate forti (sotto i -10°) possono compromettere la fruttificazione per più anni...e quindi da noi rimane più che altro un albero ornamentale che forse qualche rara volta può fare qualche oliva.
Rispondi Con Citazione

Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    

Rispondi

Tag
l’ulivo

Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 18:30.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0
Alcune foto potrebbero provenire da altri siti. Qualora qualcuno riconoscesse la propria foto e non avesse piacere di vederla su questo forum è invitato a comunicarlo all'Amministratore. Provvederemo a rimuoverla al più presto.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0