Giardinaggio efiori.com  



 

Torna Indietro   Giardinaggio efiori.com > Oltre il giardino > Fotografia, arte, letteratura e musica > Poesie e Pensieri

i gatti nella tradizione

Questa discussione si intitola i gatti nella tradizione nella sezione Poesie e Pensieri, appartenente alla categoria Fotografia, arte, letteratura e musica; il gatto nella tradizione islamica: Dal VI secolo attraverso la via dell'Egitto il gatto raggiunse anche i paesi arabi dell'Islam, ...

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
  #1  
Vecchio 17-12-12, 20:24
L'avatar di nadia64
nadia64 nadia64 è offline
Pollice Giallo
 
Data Registrazione: 25-03-11
Località: primavalle
Messaggi: 745
Grazie dati: 44
Ringraziato 144 volte in 114 post
Punti reputazione: 0
Sono....: Non voglio dirlo!
Predefinito i gatti nella tradizione

il gatto nella tradizione islamica:

Dal VI secolo attraverso la via dell'Egitto il gatto raggiunse anche i paesi arabi dell'Islam, dove l'animale eletto era il cavallo. Le simpatie suscitate dal gatto superarono la fama degli equini.
La tradizione musulmana infatti riporta molte leggende intorno a questo animale. La più nota di queste narra che Maometto aveva costantemente al suo fianco una gatta chiamata Muezza, a cui voleva un bene infinito.

Muezza un giorno si addormentò sulla veste di Maometto e giunta l’ora della preghiera, Maometto indeciso sul da farsi, per non svegliare la gatta, taglio il pezzo di veste dove essa dormiva. Al ritorno di Maometto la gatta gli andò incontro e per ringraziarlo gli fece tante fusa.
Egli, lieto e contento di tale accoglienza, elargì doni per Muezza e i gatti a venire.
La accarezzò tre volte sul dorso e i “segni” rimasti, furono secondo la leggenda l’avvio per la colorazione tabby (fondo grigio con sottili strisce nere o marroni appartenute all’antenato gatto africano), inoltre ebbe in dono la capacità di atterrare sempre sulle zampe a qualsiasi altezza cadesse,(più avanti si scoprirà che tale capacità è collocata nell’apparato uditivo del gatto) le nove vite e un posto in paradiso.


Un'altra leggenda narra invece che Maometto si ritrovò un serpente velenoso intrufolato nella manica della sua veste e siccome per il principio della religione non voleva fargli del male, si fece aiutare dalla gatta che, appena il serpente uscì la testa dalla manica della veste di Maometto, Muezza prontamente lo catturò salvando la vita di Maometto.
Gli arabi amano molto i gatti e difatti sono gli unici animali liberi di stare nelle moschee e anche loro come gli antichi egizi, non possono colpire malamente i gatti perché la legge islamica, punisce chi commette violenza sui gatti.
__________________
Rispondi Con Citazione

Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    

  #2  
Vecchio 17-12-12, 20:42
L'avatar di nadia64
nadia64 nadia64 è offline
Pollice Giallo
 
Data Registrazione: 25-03-11
Località: primavalle
Messaggi: 745
Grazie dati: 44
Ringraziato 144 volte in 114 post
Punti reputazione: 0
Sono....: Non voglio dirlo!
Predefinito

In una delle raccolte canoniche più prestigiose dell’Islam, quella di Al Bukhari, si racconta che l’inferno e le torture eterne fossero stati la ricompensa per una donna che aveva rinchiuso il proprio gatto senza nutrirlo e senza dargli, quindi, la possibilità di procacciarsi da solo il cibo.

L’Islam ha sicuramente un rapporto privilegiato coi gatti, forse dovuto all’abitudine dello stesso Maometto di predicare o di ricevere i fedeli con la sua Muezza seduta in grembo.
In generale, le crudeltà verso gli animali sono pesantemente sanzionate, e vengono considerate dei gravi peccati. È vero, d’altra parte, che i cani non sono visti di buon occhio, secondo la superficiale spiegazione che, rovistando tra i rifiuti, siano animali impuri.
Ovviamente si tratta di considerazioni che non porterebbero mai una persona sana di mente a torturare un cane: anzi, le popolazioni nomadi hanno spesso uno strettissimo rapporto con levrieri come i Saluki, compagni di caccia nel deserto e autorizzati a dormire nella tenda del padrone, come un membro della famiglia.

In quasi tutte le città a maggioranza musulmana c'è una quantità di gatti notevole. I gatti sono parte integrante del paesaggio, e la gente li tratta come appartenenti di diritto alla popolazione residente.
In nazioni che storicamente possono considerarsi “bibliofile”, i gatti assicuravano la salvaguardia dei preziosi volumi dai topi che infestavano le biblioteche.
Il viaggiatore che si appresta a visitare Istanbul o il Cairo noterà, una volta sul posto, gattini che si aggirano persino nelle moschee, che riposano all’ombra degli antichi minareti o che, semplicemente, attendono con pazienza davanti a quei piccoli ristoranti col bancone sulla strada, che invece di hot dog sfornano deliziosi cibi profumati.
Più di una persona, trovandosi in una di queste città per lavoro, è poi tornata in Italia con un trasportino dal quale spuntava un musetto curioso: il musetto di un animaletto nato e cresciuto in una nazione che, come l’Egitto, sul gatto ha fondato parte della propria storia religiosa. Chissà questo gattino come si troverà qui, in un paese che sembra perdere sempre più il senso della sacralità del rapporto tra uomo e animale.

storie prese dal web.
__________________
Rispondi Con Citazione
  #3  
Vecchio 17-12-12, 21:02
L'avatar di Tutù
Tutù Tutù è offline
Pollice Blu
 
Data Registrazione: 26-03-10
Località: monza
Messaggi: 12123
Grazie dati: 1031
Ringraziato 1050 volte in 838 post
Punti reputazione: 10
Sono....: Donna
Predefinito

molto interessante nadia

non sapevo di quest'amore tra maometto e i gatti
e la gratitudine del popolo arabo verso i gatti offre molti gli spunti di riflessione

ad esempio mi ha colpito che amino i gatti perchè preservano i libri dall'attacco dei topi.....anche da noi i gatti sono apprezzati per la caccia ai topi ma perchè questi ultimi devastano le dispense di cibo e non la cultura
__________________
Mi era stato detto che l' addomesticamento con i gatti è molto difficile. Non è vero. Il mio mi ha addomesticato in un paio di giorni
Rispondi Con Citazione
  #4  
Vecchio 17-12-12, 21:56
L'avatar di nadia64
nadia64 nadia64 è offline
Pollice Giallo
 
Data Registrazione: 25-03-11
Località: primavalle
Messaggi: 745
Grazie dati: 44
Ringraziato 144 volte in 114 post
Punti reputazione: 0
Sono....: Non voglio dirlo!
Predefinito

questa è una storia vera:



mi spiace sia in americano.
ne ho letto il libro..... che commozione....

qui la descrizione del libro.
http://amicideigatti.com/2010/04/02/...atto-speciale/
__________________

Ultima modifica di nadia64; 17-12-12 alle 22:00
Rispondi Con Citazione
Il seguente utente ha ringraziato nadia64 per questo post
Olga (18-12-12)
  #5  
Vecchio 18-12-12, 12:42
L'avatar di Dani61
Dani61 Dani61 è offline
Pollice Rosso
 
Data Registrazione: 29-07-12
Località: veneto 900 m. s.l.m. zona usda 6 a-b
Messaggi: 2564
Grazie dati: 820
Ringraziato 613 volte in 480 post
Punti reputazione: 145
Sono....: Donna
Predefinito

Nell'antico Egitto i gatti erano considerati animali sacri al punto che quando ne moriva uno venivano procamati lunghi giorni di lutto e se veniva ucciso , anche solo accidentalmente, il responsabile della sua morte, veniva a sua volta ucciso. Gli antichi egizi credevano che anche per il gatto esistesse l'aldilà e quindi nella loro tomba venivano provvisti di una ciotola di latte, affinchè potessero avere di che sfamarsi anche nell'aldilà.
Queste cose mia figlia le ha studiate sul libro di storia.
Rispondi Con Citazione
Il seguente utente ha ringraziato Dani61 per questo post
Olga (18-12-12)

Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    

Rispondi

Tag
gatti, nella, tradizione

Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 08:55.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0
Alcune foto potrebbero provenire da altri siti. Qualora qualcuno riconoscesse la propria foto e non avesse piacere di vederla su questo forum è invitato a comunicarlo all'Amministratore. Provvederemo a rimuoverla al più presto.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0