Giardinaggio efiori.com  



 

Torna Indietro   Giardinaggio efiori.com > Oltre il giardino > Quattro zampe in giardino ma anche due, sei, cento....

problematiche gatti

Questa discussione si intitola problematiche gatti nella sezione Quattro zampe in giardino ma anche due, sei, cento...., appartenente alla categoria Oltre il giardino; Mi rivolgo a chi se ne intende. Una mia cara amica possiede due siamesi thai di circa 10 anni. Il ...

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
  #1  
Vecchio 26-03-20, 13:55
ludmilla ludmilla è offline
Pollice Giallo
 
Data Registrazione: 18-02-17
Località: nord
Messaggi: 659
Grazie dati: 326
Ringraziato 412 volte in 263 post
Punti reputazione: 0
Sono....: Donna
Predefinito problematiche gatti

Mi rivolgo a chi se ne intende.
Una mia cara amica possiede due siamesi thai di circa 10 anni. Il maschio è molto buono, appiccicoso in maniera viscerale (abituato molto male, a mio avviso) e assai delicato di natura, la femmina molto più schiva e non invadente.
Da quando lavora in casa a causa del virus, pare che i gatti abbiano accentuato alcune problematiche, tendono a fare i bisogni fuori dalla cassetta e vomitano più spesso del solito.
Sono esagitati perché ora la vedono sempre in casa: alle volte mi chiama esasperata perché non la lasciano in pace, se li chiude in altra stanza comunque la sentono e quando li libera si scatenano...
E' preoccupata perché sporcano sempre di più. Questo mese ci sarebbe stata la visita di controllo, ma non può e non vuole portarli a causa del virus.
Il maschio in particolare vomita più spesso del solito. Lei dice che è dovuto al pelo, alla sua voracità e a problemi di denti, perché ingoiano e non masticano (per fargli la pulizia dentale li devono addormentare, e questo praticamente da sempre: questa cosa non la capirò mai).
Secondo voi, dal momento che il maschio è un po' in sovrappeso perché la mia amica abbonda con le dosi per il fatto che lui è vorace e spesso non avanza cibo per la femmina (abituata a mangiare quando vuole lei, altra pessima abitudine), sarebbe il caso perlomeno di diminuire le dosi? Io, che non me ne intendo di gatti, le ho proposto di dimezzare, almeno per una settimana. Se la gatta resta un po' indietro di cibo, ad un certo punto farà di necessità virtù e per sopravvivere mangerà pure lei all'ora stabilita, giusto? Ve lo chiedo da inesperta.
Secondo voi, frantumare i croccantini può alleviare almeno un po' il problema dell'ingordo?
Certo, il rischio che abbiano altri tipi di disturbi potrebbe esserci, ma lei è convinta di no...
Rispondi Con Citazione

Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    

  #2  
Vecchio 26-03-20, 14:12
L'avatar di Silvana
Silvana Silvana è online
Tutor della sezione: Progettiamo - Tecniche di giardinaggio - Metodi di riproduzione
 
Data Registrazione: 27-05-10
Località: Albairate (MI)
Messaggi: 19315
Grazie dati: 16755
Ringraziato 8258 volte in 6038 post
Punti reputazione: 335
Invia un messaggio via Skype™ a Silvana Sono....: Donna
Predefinito

Io penso che la sua presenza, a casa lì ecciti al punto da richiedere più spesso il cibo, lo verifico anche con il mio, se sono fuori casa spesso non tocca cibo, se sono in casa, ogni volta che entro in cucina si precipita a richiederne, anche se magari ne ha ancora

secondo me deve dargliene di meno, anche se so che non è facile perché sanno diventare molto insistenti

per i vomitini potrebbero essere i boli di pelo, dovrebbe dare loro quelle paste o gel apposite che aiutano a liberare lo stomaco dai peli, certo che se mangiano di più avranno anche più difficoltà a liberarsi
__________________
Puoi conoscere il cuore di un uomo già dal modo in cui egli tratta gli animali.
(Immanuel Kant)

Fino a quando non hai amato un animale, una parte della tua anima sarà sempre senza luce.
(Anatole France)
Rispondi Con Citazione
  #3  
Vecchio 26-03-20, 14:43
L'avatar di Titti7
Titti7 Titti7 è offline
Utente esperta in orchidee

 
Data Registrazione: 10-07-17
Località: Roma
Messaggi: 3133
Grazie dati: 5922
Ringraziato 3776 volte in 2204 post
Punti reputazione: 85
Sono....: Donna
Predefinito

Ciao Lud, ci sono passata con il mio micio birmano che, talvolta, per ragioni idiopatiche ( se ad.es.non mi vedeva per qualche giorno a causa dei miei viaggi di lavoro all'estero) si faceva prendere da attacchi di vomito ( o meglio, di rigurgito)
C'è una piccola differenza tra le due problematiche perché se si tratta di vomito vero e proprio, allora la consistenza è liquida o semiliquida e di colorito giallastro (in pratica da cibo digerito).
Se invece rimette una palla simile ad una salsiccia quasi immediatamente dopo il pasto, allora è un rigurgito ( a volte causato da una voracità eccessiva, come capitava anche al mio micio quando voleva palesarmi il suo disagio).
Il consiglio che mi diede all'epoca la mia vet fu di farlo mangiare meno, ma più spesso.
E uso del feliway nei momenti di mia forzata assenza ( che se anche non era solo, sentiva ugualmente il distacco).
Sincerati dalla tua amica se sia realmente questa la problematica ( in base al tipo di vomito) o che non dipenda da altri eventuali fattori.
Per inquadrare meglio la situazione sarebbe poi utile capire come si alimenta il micio e se i disturbi sono insorti da quando lei sta a casa oppure erano presenti anche prima, magari in misura minore.

Ps: Naturalmente parlo per esperienza con il mio personale caso, ma da profana lascio la parola ai/alle vet di turno.

Inviato dal mio SM-G920F utilizzando Tapatalk

Ultima modifica di Titti7; 26-03-20 alle 15:03
Rispondi Con Citazione
  #4  
Vecchio 26-03-20, 14:57
L'avatar di lalla
lalla lalla è offline
Tutor della sezione: Orto e Alberi da frutta - Identificazioni
 
Data Registrazione: 25-05-08
Località: Saluzzo prov. Cuneo
Messaggi: 16808
Grazie dati: 2206
Ringraziato 6448 volte in 4341 post
Punti reputazione: 10
Sono....: Donna
Predefinito

Io vado contro tendenza.

Pettinarli ogni giorno per evitare che ingeriscano peli e vomitino, oltre eventualmente alla pasta che dice Silvana.

Dosi giuste e piatti separati, magari in due zone diverse della casa, in modo che ognuno mangi quello che gli spetta e quando vuole.

E se uno dei due è più ingordo, probabilmente mangia troppo in fretta e vomita per questo motivo.
In questo caso, dimezzare le dosi e dargliene più volte al giorno.

Non è che un gatto riesci ad abituarlo a fare quello che vuoi tu, io ho gatti fin da quando ero nella culla, centinaia, in tutti questi anni, e nessun gatto ha mai fatto a modo mio.

Io penso che siano eccitati perchè sperano che essendo in casa la tua amica distribuisca coccole a gogò.

Comunque, esiste un prodotto che si chiama Feliway, ha un diffusore che funziona infilato in una presa, e poi ovviamente ci sono le ricariche, e dovrebbe calmare i gatti. Penso che siano feromoni.

Non è che funziona dal primo giorno, e neanche funziona su tutti i gatti, ma vale la pena provare, mettendo il diffusore nella stanza più frequentata dai gatti. Oppure mettendone uno in ogni stanza.

Titti, ci siamo incrociate!
__________________

Non piangere perchè qualcosa finisce, sorridi perchè è accaduta.
Gabriel Garcia Marquez

Ultima modifica di lalla; 26-03-20 alle 14:58 Motivo: Devi attendere un minuto per poter effettuare la modifica.
Rispondi Con Citazione
Il seguente utente ha ringraziato lalla per questo post
Titti7 (26-03-20)
  #5  
Vecchio 26-03-20, 16:35
ludmilla ludmilla è offline
Pollice Giallo
 
Data Registrazione: 18-02-17
Località: nord
Messaggi: 659
Grazie dati: 326
Ringraziato 412 volte in 263 post
Punti reputazione: 0
Sono....: Donna
Predefinito

Grazie a tutte! Stasera sento la mia amica e le chiedo dettagli, anche se credo, Titti, che si tratti proprio del bolo con il pelo.
E' vero, Lalla, che il gatto fa ciò che vuole, ma se gli permetti che ti si arrampichi addosso come uno scoiattolo da quando è un batuffolo poi è ovvio che ti zompa dietro la schiena anche da adulto senza preavviso.
Io sono andata raramente a casa sua, ma appena mi versava il tè nella tazza lui saltava sul tavolo sopra la tazza, è normale a casa vostra? Vuol dire che è abituato da sempre a tutto questo.
Il problema da quel che ho capito è: il pelo che resta nello stomaco (giusto Lalla, anche lei dice che se li spazzola più spesso vomitano meno), la carenza dentale a quanto pare congenita per cui non masticano i croccantini, la voracità del maschio e la ritrosia della femmina. In più, la femmina non usa la cassettina se prima l'ha usata il maschio e non è pulita, piuttosto la fa fuori. Ha provato a mettergliene due: il maschio le usa entrambe, e lei nessuna... disastro.
Quindi la soluzione come dice anche Silvana è di dare meno da mangiare e non lasciarlo sempre disponibile.
Non credo abbia mai usato il Feliway, glielo dico
Rispondi Con Citazione
  #6  
Vecchio 26-03-20, 17:09
L'avatar di lalla
lalla lalla è offline
Tutor della sezione: Orto e Alberi da frutta - Identificazioni
 
Data Registrazione: 25-05-08
Località: Saluzzo prov. Cuneo
Messaggi: 16808
Grazie dati: 2206
Ringraziato 6448 volte in 4341 post
Punti reputazione: 10
Sono....: Donna
Predefinito

Anche i miei gatti saltano sul tavolo, ma non lo fanno quando c'è una tovaglia, o anche solo la tovaglietta della colazione.

Tutti i gattini si arrampicano per arrivarti sulle ginocchia, ma se non li sgridi da piccoli, beh, ormai è tempo perso.

In quanto ai croccantini, non sono il massimo, prova a dire alla tua amica di passare, gradualmente, al cibo umido scegliendo una buona marca e facendo attenzione che sia un cibo completo e non complementare

Ai miei gatti del cortile ho ridotto drasticamente i croccantini e non ho più trovato vomito nella loro stanza, dove li chiudo di notte.

Se dai meno da mangiare e la gatta resta senza, andrà incontro a guai ben più gravi di quelli che ha adesso. Dopo un po' di giorni di digiuno potrebbe anche morire, com'è capitato al mio siamese anni fa.

Non è che se non lasci il cibo disponibile e ne dai di meno si risolve la situazione: il maschio mangerà finchè ha fame, lasciando poco o niente alla gatta, che non avrà neanche modo di mangiare più tardi.

Aspettiamo i consigli di Infinity.
__________________

Non piangere perchè qualcosa finisce, sorridi perchè è accaduta.
Gabriel Garcia Marquez
Rispondi Con Citazione
  #7  
Vecchio 26-03-20, 17:12
L'avatar di Titti7
Titti7 Titti7 è offline
Utente esperta in orchidee

 
Data Registrazione: 10-07-17
Località: Roma
Messaggi: 3133
Grazie dati: 5922
Ringraziato 3776 volte in 2204 post
Punti reputazione: 85
Sono....: Donna
Predefinito

Se è pelo è facile identificarlo perchè si vede ad occhio nudo nel vomito e quindi si capisce subito.
Spazzolarlo spesso è una buona pratica, così come somministrargli ogni tanto la pasta remover.
Se soffre di infiammazioni gengivali che gli complicano la masticazione può ovviare con l'giene dentale che rimuove il tartaro proprio come a noi ( anche Al l'ha fatta, naturalmente addormentato, ma non essendo una pratica frequente non ha particolari controindicazioni).
Sulle cassette contese, può succedere. Ha provato a disporle in stanze diverse e magari in numero maggiore di due?
Generalmente ai gatti piace avere più luoghi dove andare a fare i bisogni, per loro natura le funzioni fisiologiche rappresentano un momento molto importante ( Al ad es. ne ha due in due stanze diverse pur essendo solo, e lontane dal luogo dove mangia perchè si schifa).
Può provare a rimediare così e vedere se vengono entrambi a più miti consigli!


Inviato dal mio SM-G920F utilizzando Tapatalk

Ultima modifica di Titti7; 26-03-20 alle 17:18
Rispondi Con Citazione
  #8  
Vecchio 26-03-20, 17:21
ludmilla ludmilla è offline
Pollice Giallo
 
Data Registrazione: 18-02-17
Località: nord
Messaggi: 659
Grazie dati: 326
Ringraziato 412 volte in 263 post
Punti reputazione: 0
Sono....: Donna
Predefinito

Eh sì Lalla, quindi concordi con me che la mia amica li ha lasciati molto indisciplinati da piccoli.
Sarà che come dice lei il thai non è un gatto e quindi non valgono le regole comuni, però proprio perché sembrerebbe più intelligente di altri a maggior ragione andava educato da piccolo.
Il problema dei bisogni è serio e purtroppo lei lo ha sempre sopportato senza cercare una causa. Il problema è anche che deve gestire gli spazi non a misura di gatto: io stessa ho letto da qualche parte che non si può far mangiare il gatto nella stessa stanza dove ha la cassettina perché il gatto tenderà a non comportarsi correttamente, ma lei dice che deve per forza lasciare tutto in cucina a causa di pavimenti e arredamento...

Ultima modifica di ludmilla; 26-03-20 alle 17:24
Rispondi Con Citazione
  #9  
Vecchio 26-03-20, 17:32
L'avatar di Titti7
Titti7 Titti7 è offline
Utente esperta in orchidee

 
Data Registrazione: 10-07-17
Località: Roma
Messaggi: 3133
Grazie dati: 5922
Ringraziato 3776 volte in 2204 post
Punti reputazione: 85
Sono....: Donna
Predefinito

Lud, educare un gatto è un parolone.
Se proprio disturba in un determinato luogo o in un dato momento, gli puoi interdire temporaneamente quello spazio.
Ma "educarli fin da piccoli "è operazione pressochè impossibile.
Il gatto non è un cane che fa quel che vuoi. Nè ti riconosce gerarchicamente. È uno spirito libero ed è bello proprio per essere inguaribilmente anarchico.

Inviato dal mio SM-G920F utilizzando Tapatalk

Ultima modifica di Titti7; 26-03-20 alle 19:20
Rispondi Con Citazione
Il seguente utente ha ringraziato Titti7 per questo post
ludmilla (26-03-20)
  #10  
Vecchio 26-03-20, 17:49
ludmilla ludmilla è offline
Pollice Giallo
 
Data Registrazione: 18-02-17
Località: nord
Messaggi: 659
Grazie dati: 326
Ringraziato 412 volte in 263 post
Punti reputazione: 0
Sono....: Donna
Predefinito

eh, ho visto!
Comunque, lo so che è difficile resistere a un gattino e che sia divertente fargli fare tarzan e tu l'albero, ma credo che l'imprinting da piccolo possa funzionare, se non si tratta di animale totalmente decerebrato assocerà comportamento negativo a gesto negativo del padrone. Guardarlo e giocarci un po' meno, magari, prenderlo per la collottola quando sale sul tavolo, almeno che ci salga quando non lo vedi se proprio vuole fare di testa sua... io sono più che altro rimasta colpita negativamente dall'impassibilità della padrona a vederlo passeggiare tra tè e biscotti. Se permetti, mi ha fatto passare la voglia di mangiare...
Il paradosso è che io tutti i difetti dei suoi gatti, che lei ha sempre decantato come migliori compagni del mondo, li ho sempre visti. Il problema è ora con il virus. Comodo avere animali che dormono tutto il giorno e che vedi quel poco la sera e nemmeno nel w.e. visto che lei si assenta spesso. Ora di punto in bianco le fanno venire l'esaurimento...

Ultima modifica di ludmilla; 26-03-20 alle 17:55
Rispondi Con Citazione

Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    

Rispondi

Tag
gatti, problematiche

Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 07:51.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0
Alcune foto potrebbero provenire da altri siti. Qualora qualcuno riconoscesse la propria foto e non avesse piacere di vederla su questo forum è invitato a comunicarlo all'Amministratore. Provvederemo a rimuoverla al più presto.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0