Giardinaggio efiori.com  



 

Torna Indietro   Giardinaggio efiori.com > Le Speciali > Rose > Rose: Coltivazione

concimi ammendanti e rose

Questa discussione si intitola concimi ammendanti e rose nella sezione Rose: Coltivazione, appartenente alla categoria Rose; Concimi e Ammendanti : spesso la confusione su questi due termini genera dubbi e incomprensioni. in realtà sono le due ...

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
  #1  
Vecchio 15-02-13, 19:33
L'avatar di darbin
darbin darbin è offline
Utente esperto di Rose

 
Data Registrazione: 15-10-11
Località: caltanissetta
Messaggi: 1366
Grazie dati: 472
Ringraziato 961 volte in 434 post
Punti reputazione: 55
Sono....: Uomo
Predefinito concimi ammendanti e rose

Concimi e Ammendanti:

spesso la confusione su questi due termini genera dubbi e incomprensioni.

in realtà sono le due facce di un'unica medaglia, ma conviene sempre distinguerle per evitare confusione.
ogni ammendante diventa in parte concime e in parte un miglioratore della struttura del terreno.

un buon modo di distinguere i due prodotti è conoscere la giusta collocazione fisica ed il loro funzionamento.

il Concime nutre la pianta, mentre L'Ammendante nutre la terra.

questo già spiega come mai il più utilizzato degli ammendanti, lo stallatico, sia fra i prodotti più amati dai
coltivatori più attenti che comunque non vogliono rinunciare a splendide piante e a lunghe fioriture.

Tipo di ammendante_____________tempo di attività___________Contenuto elementi fertilizzanti in Kg X Q
__________________________________________________ ____N__________P____________K

Stallatico Bovino Maturo___________Lento_____________
0,60_______0,30_______0,50

Stallatico Cavallo Maturo___________Lento_____________0,58_______0,28 _______0,58

Stallatico Pecora Maturo___________Medio_____________0,83_______0,23 _______0,67

Solo sterco di Pecora____________Immediato___________1,80_______2 ,23_______0,67

Stallatico Maiale Maturo____________Lento_____________0,45_______0,1 9_______0,60

Pollina_______________________Immediato___________ 2,27_______1,68_______0,85

Cornughia______________________Lento______________8,20______0,90________//

Sangue secco organico__________Immediato____________5,40_______//________//

Cenere di Legna_________________Medio_______________//_______3,40_______6,10

questi sono classificati come ammendanti, ma in realtà lo sterco di pecora, la pollina ed il sangue di bue sarebbe
più corretto considerarli dei concimi perchè i loro elementi fertilizzanti sono prontamente disponibili alle piante
e pertanto nel loro utilizzo bisogna prestare le stesse attenzioni che si osservano con i concimi.

ma la scelta di un ammendante è una scelta molto intelligente perchè diamo la possibilità alla pianta di prendere
dal terreno che abbiamo arrichito con un buon ammendante, solo ciò di cui ha bisogno senza inutili e dannosi eccessi.

inoltre gli elementi che l'ammendante rilascia al terreno sono di pronta assimilazione e i microelementi sono
presenti in quantità equilibrata.

un discorso a parte lo merita la Leonardite, un ammendante di origine preistorica, risale infatti a circa 300 milioni di anni fa.
delle foreste sono diventate nel corso di milioni d'anni un ammendante che migliora la terra e permette un assorbimento
di elementi nutritivi che non ha confronti, ma non si trova facilmente come lo stallatico e gli altri ammendanti.

lo Stallatico va sempre controllato, leggere la composizione e acquistarlo con provenienza certa e garantita, spesso
vendono dei prodotti con miscele di varia provenienza (bovino-suino-equino) basta lasciarne un po' in un vaso e
vedere dopo un po' di tempo quanti sali salgono in copertura: troppa salinità è indice di bassa qualità.

Questo è uno dei motivi per cui viene consigliato di non metterlo a contatto con le radici, specialmente quando si impiantano
rose a radice nuda.

la Pollina, prodotto avicolo, è da usare con cautela ed in piccole quantità perchè contiene elementi fitotossici.

il Sangue di bue, per prima cosa dobbiamo controllare quanto c'è di sangue organico e quanto chimico, è molto
importante perchè in quello organico c'è una discreta quantità di buon ferro in quello chimico no.
molti flaconi di sangue di bue liquido hanno ben poco sangue organico.

spero di aver chiarito qualche dubbio, ma spero di più che vogliate approfondire insieme a me un argomento davvero vitale per le nostre piante.
__________________
Pourquoi en respirant la rose
Penser a son éphémère beauté?
Garde le souvenir de son parfum
Et tu oublieras qu'elle est déclose

Saadi

Ultima modifica di Cerchina; 05-07-13 alle 19:46
Rispondi Con Citazione
I seguenti 9 utenti hanno ringraziato darbin per questo post
amantedeifiori (15-02-13), canary bird (15-02-13), Cerchina (06-07-13), Dalietta (15-02-13), jacaranda (05-07-13), lamartinz (05-03-13), oldhen (26-03-13), Silvana (05-07-13), Tutù (15-02-13)

Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    

  #2  
Vecchio 25-03-13, 20:56
L'avatar di darbin
darbin darbin è offline
Utente esperto di Rose

 
Data Registrazione: 15-10-11
Località: caltanissetta
Messaggi: 1366
Grazie dati: 472
Ringraziato 961 volte in 434 post
Punti reputazione: 55
Sono....: Uomo
Predefinito

come accennavo la Leonardite merita un discorso a parte, io da qualche tempo ne parlo in molte discussioni e non mi ero reso conto che ne parlavo con tutti senza creare un punto fermo a cui rivolgersi nella ricerca di informazioni precise.

ho preso dalle discussioni che ho fatto, non solo qui, i miei interveni e li ho raggruppati e preciso che sono miei; dove uso argomenti di altri li cito perchè provo ammirazione per il loro lavoro.

la leonardite è un ammendante fossile prodotto dall'umificazione naturale di estese foreste nel corso di milioni di anni ed è ricchissima di sostanze umiche fondamentali per la fertilità dei terreni.
Deriva dalla decomposizione della vegetazione che si è formata nel periodo Carbonifero, tra 290 e 360 milioni di anni fa.

Dal punto di vista agronomico, per la particolare ossidazione subita dalla leonardite, il prodotto risulta essere eccezionalmente attivo e in grado di ovviare al degrado di uno sfruttamento intensivo del suolo. Infatti l’ottimo valore di sostanza organica totale ed il contenuto di carbonio organico biologico, rendono il prodotto un efficace ammendante.

gli acidi umici che si liberano gradatamente dalla leonardite favoriscono la mobilità e l'assorbimento degli elementi nutritivi come il Potassio(K), il Fosforo(P), il Ferro(Fe), il Magnesio(Mg) ed il Calcio(Ca) formando con questi dei complessi chelati evitando cosi la loro perdita per dilavamento.

Gli acidi umici da leonardite producono uno stimolo ormonale simile a quello prodotto dall'auxina che favorisce un forte sviluppo radicale con conseguente miglioramento dell'attecchimento delle rose all'impianto.

cosa è un ammendante:

spesso si fa confusione fra concimi ed ammendanti

Gli ammendanti organici naturali fanno parte della categoria "Ammendanti e correttivi" che comprende "qualsiasi sostanza, naturale o sintetica, minerale od organica, capace di modificare e migliorare le proprietà e le caratteristiche chimiche, fisiche, biologiche e meccaniche di un terreno";
sono prodotti impiegati essenzialmente per incrementare e mantenere la fertilità organica del terreno, infatti il loro contenuto in elementi nutritivi è relativamente ridotto e, di conseguenza, possono essere impiegati in dosi massicce, tali da incidere significativamente sulla dotazione organica del suolo.

è ancora meglio ricorrere ad un ammendante organico. Per chi non sapesse la differenza tra concime ed ammendante tenete presente che il concime nutre la pianta, l'ammendante nutre la terra.
Un buon ammendante organico naturale deve essere ricco di sostanza organica. Questa deve essere soprattutto cellulosa (foglie e legno che si trasforma in humus) e non residui della macellazione.

La sostanza organica dà un grande apporto alla fisicità del terreno, rendendolo meno compatto ed asfittico. Fornisce, inoltre, nutrimento per la microflora ed aiuta anche la chimica. Infatti nel processo di degradazione parte della massa organica si trasforma anche in minerali come fosforo ed azoto.

La granulometria, invece ha un'importanza relativa. Ad esempio nei terreni sabbiosi ed un pò lavorati (ariosi) la degradazione della sostanza organica è più veloce ma non è un problema.

Nella concimatura è importante l'epoca e le modalità di somministrazione. Il primo picco di assorbimento della pianta si ha dopo la ripresa vegetativa in primavera. In ogni caso concimare prima o dopo la fioritura. Il secondo picco avviene in settembre ed ottobre.

Come si concima? Si concima sotto chioma. L'ideale sarebbe lavorare il terreno ed interrare il concime ma ci si può anche accontentare di tagliare l'erba, concimare e pacciamare.

Un aspetto importante è che mentre nei concimi minerali, come l'urea, il rilascio delle sostanze è immediato, la sostanza organica si degrada lentamente fornendo con più continuità l'apporto alla qualità del terreno

fra gli ammendanti più usati c'è ,naturalmente lo stallatico, la pollina, la cornughia, poi ci sono prodotti meno diffusi come il cuoio torrefatto, il guano(oggi costosissimo) e ancora meno nota al grande pubblico di appassionati la Leonardite, che ritengo la panacea per tutte le piante siano esse in vaso che in piena terra.

adesso passiamo ad un'altro termine che ho messo in risalto nella sintesi iniziale "Acidi Umici"

gli acidi umici sono macromolecole con grandi capacità colloidali che permettono l'assorbimento di elementi, ad esempio il ferro che nei terreni alcalini è presente ma non disponibile per le piante; ma il ferro è un esempio perchè gli acidi umici da leonardite permettono a tutti gli elementi di essere assorbibili senza rischi di sovradosaggi dannosi.

"In base a studi recenti, si è scoperto che gli acidi umici influenzano direttamente la crescita delle piante, stimolando la sintesi di proteine e l’assorbimento ed il trasporto di alcuni microelementi all’interno delle piante stesse. Essi favoriscono la germinazione dei semi, lo sviluppo radicale e la diffusione dei peli assorbenti, l’attività fotosintetica ed il contenuto di clorofilla, la produzione di noduli azotofissatori nelle leguminose e l’assorbimento di azoto, anche in condizioni di carenza"

fra virgolette una parte tratta da una dispensa del prof.P.Rossi

ho fatto questo excursus per mettere dei "paletti" scientifici, che non fossero "opinioni" perchè è bene sapere prima di cosa si parla onde evitare di dire cose che non hanno nulla a che vedere con la leonardite.

ma ora vi parlo di come la uso per le mie piante, prima di tutto sulle rose.

la formula commerciale che uso, per facilità di reperibilità è il Biotron S della cifo si tratta di leonardite pura in microgranuli si trova in conf.da 5Kg o da 25Kg, personalmente non uso gli acidi humici estratti dalla leonardite perchè sono di pronto effetto e vanno ripetuti spesso, mentre la leonardite li rilascia lentamente e tenete conto che iniziano ad agire pienamente dopo 2mesi, ma da subito si notano miglioramenti e potrete accorgervene se avete piante in piena terra con "clorosi ferrica".
Già dopo 10 giorni le foglie cominciano a rinverdire, naturalmente senza somministrare ferro perchè di norma è gia presente nel terreno più amato dalle rose, quello argilloso.

gli acidi humici estratti per pronto effetto sono i più amati dagli appassionati di Bonsai che negli anni ho scoperto essere grandi e capaci appassionati di nuove frontiere.

quando impianto una nuova rosa, sia essa a radice nuda o in vaso, miscelo alla terra d'impianto 100gr di leonardite (chi già mi conosce sa che uso anche le micorrize) e faccio in superfice una copertura con stallatico maturo.
per tutte le altre, in concomitanza con la potatura di febbraio - marzo, distribuisco 50gr di leonardite a pianta.

le piante in vaso ricevono un trattamento un po' diverso, perchè devo anche fornire gli elementi da assorbire visto che il terreno del vaso potrebbe esserne sprovvisto.
personalmente non amo molto la chimica e trovo sorprendenti i risultati che si hanno con alghe brune e leonardite, però per chi volesse un po' di moderna tradizionalità consiglio un concime a cessione graduale programmata, ad esempio il basacote che esiste con rilascio per 3- per 6- per9 mesi, c'è anche per 12 mesi ma un po' di riposo bisogna darlo alle amate rose, così con una sola somministrazione siete tranquilli.

spero di non avervi stancato e di aver gettato un po' di luce sul prodotto più nero esistente :"la Leonardite"

PS.tutto quanto sopra scritto risale ad alcuni mesi fa ed in parte a più di un anno fa, se qualcuno ha dubbi posso dare in privato i link di prima pubblicazione.
__________________
Pourquoi en respirant la rose
Penser a son éphémère beauté?
Garde le souvenir de son parfum
Et tu oublieras qu'elle est déclose

Saadi

Ultima modifica di Cerchina; 06-07-13 alle 20:49
Rispondi Con Citazione
I seguenti 8 utenti hanno ringraziato darbin per questo post
amantedeifiori (26-03-13), canary bird (25-03-13), Dalietta (09-04-13), jacaranda (05-07-13), lolly (25-03-13), oldhen (26-03-13), Silvana (05-07-13), Tutù (25-03-13)
  #3  
Vecchio 25-03-13, 22:24
L'avatar di Tutù
Tutù Tutù è offline
Pollice Blu
 
Data Registrazione: 26-03-10
Località: monza
Messaggi: 12123
Grazie dati: 1031
Ringraziato 1050 volte in 838 post
Punti reputazione: 10
Sono....: Donna
Predefinito

se potessi ti ringrazierei numerose volte
__________________
Mi era stato detto che l' addomesticamento con i gatti è molto difficile. Non è vero. Il mio mi ha addomesticato in un paio di giorni
Rispondi Con Citazione
Il seguente utente ha ringraziato Tutù per questo post
darbin (26-03-13)
  #4  
Vecchio 26-03-13, 09:20
AnnaMarina AnnaMarina è offline
Pollice Giallo
 
Data Registrazione: 25-05-11
Località: gorizia
Messaggi: 553
Grazie dati: 281
Ringraziato 202 volte in 137 post
Punti reputazione: 0
Sono....: Non voglio dirlo!
Predefinito

Grazie Darbin della chiarissima spiegazione. Amo molto le rose, soprattuto quelle dai colori tenui, le gialle e in primis le bianche.....però non ci capisco nulla. Questo non mi impedisce di comperare ogni primavera quelle mignon che poi di solito regalavo a chi poteva metterle in terra. In balcone d'estate non posso tenerle perchè oscurato dalle veneziane e anche quelle che lo scorso anno ho messo in due grossi vadsi in giardino sono sempre all'ombra purtroppo. Quella rosa tenue ha sofferto molto mentre quella gialla ha fiorito di più.In autunno inverno hanno preso molta pioggia per cui un mese fa ho fatto la faticaccia di portarmi su i due vasi e devo dire che la gialla ha gradito,mentre l'altra è molto più debole. Come detto naturalmente ho già preso altre tre bianche e tre corallo tenue che in veranda hanno fiorito abbondantemente,ora penserò a dove metterle,ma costavano 2 euro a vasetto e non potevo certo lasciarle all'Obi erano troppo carine.
Rispondi Con Citazione
  #5  
Vecchio 26-03-13, 10:20
L'avatar di darbin
darbin darbin è offline
Utente esperto di Rose

 
Data Registrazione: 15-10-11
Località: caltanissetta
Messaggi: 1366
Grazie dati: 472
Ringraziato 961 volte in 434 post
Punti reputazione: 55
Sono....: Uomo
Predefinito

ciao annamarina,innanzitutto non mi stancherò mai di dire che le rose,per me,meritano tutte lo stesso rispetto e attenzioni.

le mini rose sono un po più sensibili alle malattie fungine che possono defogliarle completamente,per questo una posizione ombrosa e poco ventilata non è la migliore possibile.

sono piccole ,ma sono rose e le rose devono vivere all'aperto magari protette dal forte caldo estivo e bisogna prestare molta attenzione ai ristagni d'acqua ,quindi attenta ai sottovasi crea sempre un distacco fra vaso e sottovaso con qualsiasi materiale disponibile,io uso pietrisco perchè non costa nulla.

prima che giunga il caldo inizia un "progetto"di prevenzione dalle malattie magari con prodotti naturali.
__________________
Pourquoi en respirant la rose
Penser a son éphémère beauté?
Garde le souvenir de son parfum
Et tu oublieras qu'elle est déclose

Saadi
Rispondi Con Citazione
Il seguente utente ha ringraziato darbin per questo post
canary bird (26-03-13)
  #6  
Vecchio 26-03-13, 11:55
L'avatar di oldhen
oldhen oldhen è offline
Santa Gallina da Casale
Moderatrice Forum Giardinaggio eFiori.com

 
Data Registrazione: 08-08-09
Località: Casale Monferrato
Messaggi: 27725
Grazie dati: 702
Ringraziato 2233 volte in 1716 post
Punti reputazione: 10
Sono....: Donna
Predefinito

Citazione:
Originariamente Scritto da Tutù Visualizza Messaggio
se potessi ti ringrazierei numerose volte
Ho pensato anch'io la stessa cosa!

Darbin quello che hai scritto è interessantissimo, ne farò tesoro
__________________


L'indirizzo della moderazione è
moderazione@efiori.it
Per piacere scrivere solo per richieste inerenti alla moderazione, per tutto il resto rivolgersi direttamente sul forum


Salva
Salva
Rispondi Con Citazione
Il seguente utente ha ringraziato oldhen per questo post
darbin (26-03-13)
  #7  
Vecchio 26-03-13, 13:40
AnnaMarina AnnaMarina è offline
Pollice Giallo
 
Data Registrazione: 25-05-11
Località: gorizia
Messaggi: 553
Grazie dati: 281
Ringraziato 202 volte in 137 post
Punti reputazione: 0
Sono....: Non voglio dirlo!
Predefinito

Darbin hai perfettamente ragione! E' proprio per questo che per non farle soffrire le ho sempre regalate a chi poteva trattarle meglio di me. Un distacco particolarmente doloroso è stato quello di una pianta di Ghislaine de Fèligonde comperata all'Abazia
delle Rose dal vivaio Susygarden a dir poco favolosa. Appena ho visto che iniziava a soffrire l'ho spedita in campagna ed è diventata bellissima e con lei un'altra di cui non so il nome che fa dei fiori di un rosa delicatissimo. Per quanto riguarda le due che ho nei vasi ho cercato di seguire i tuoi consigli sono andata in campagna a prendere un po' di terra argillosa, l'ho mescolata con del buon terriccio e le micorizze, ho messo un bel strato di cocci e di perlite per il drenaggio e in autunno le ho pacciamate con dello stallatico pelletato. Inoltre le ho già trattate contro l'oidio. Spero di non aver sbagliato.
Rispondi Con Citazione
  #8  
Vecchio 26-03-13, 14:24
L'avatar di darbin
darbin darbin è offline
Utente esperto di Rose

 
Data Registrazione: 15-10-11
Località: caltanissetta
Messaggi: 1366
Grazie dati: 472
Ringraziato 961 volte in 434 post
Punti reputazione: 55
Sono....: Uomo
Predefinito

per nulla, sei stata bravissima,ciao.
__________________
Pourquoi en respirant la rose
Penser a son éphémère beauté?
Garde le souvenir de son parfum
Et tu oublieras qu'elle est déclose

Saadi
Rispondi Con Citazione
  #9  
Vecchio 26-03-13, 17:01
L'avatar di cobra
cobra cobra è offline
Pollice Blu
 
Data Registrazione: 07-06-08
Località: Milano
Messaggi: 10251
Grazie dati: 365
Ringraziato 329 volte in 163 post
Punti reputazione: 70
Predefinito

Darbin volervo chiederti, il sovescio ha qualche piccola cosa in comune con la leonardite...?
__________________
.
.
.

Tutti gli esseri tremano di fronte alla violenza. Tutti temono la morte. Tutti amano la vita. (Buddha)

Perche' chi ha aperto gli occhi una volta, non li chiudera' mai piu'.
.
.
Rispondi Con Citazione
  #10  
Vecchio 26-03-13, 19:16
L'avatar di darbin
darbin darbin è offline
Utente esperto di Rose

 
Data Registrazione: 15-10-11
Località: caltanissetta
Messaggi: 1366
Grazie dati: 472
Ringraziato 961 volte in 434 post
Punti reputazione: 55
Sono....: Uomo
Predefinito

il sovescio è una tecnica ,fra le più antiche,per concimare i terreni con erbe che vengono coltivate in funzione di quale obiettivo si vuole raggiungere.

oggi è usata prevalentemente in coltivazioni biodinamiche e biologiche.

io ogni tanto lo faccio con le erbe selvatiche ,che crescono da me ,prima che vadano a fiore faccio tagliare,tritare e mescolare nella prima parte di terra,da qui la parola Sovescio.
__________________
Pourquoi en respirant la rose
Penser a son éphémère beauté?
Garde le souvenir de son parfum
Et tu oublieras qu'elle est déclose

Saadi
Rispondi Con Citazione
Il seguente utente ha ringraziato darbin per questo post
Silvana (05-07-13)

Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    

Rispondi

Tag
ammendanti, concimi, rose

Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 21:41.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2017, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0
Alcune foto potrebbero provenire da altri siti. Qualora qualcuno riconoscesse la propria foto e non avesse piacere di vederla su questo forum è invitato a comunicarlo all'Amministratore. Provvederemo a rimuoverla al più presto.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2017, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0