Giardinaggio efiori.com  



 

Torna Indietro   Giardinaggio efiori.com > Giardino e dintorni > Tecniche di giardinaggio > Tecniche di giardinaggio: Approfondimenti

Irrigazione fai-da-te: 12 errori da evitare

Questa discussione si intitola Irrigazione fai-da-te: 12 errori da evitare nella sezione Tecniche di giardinaggio: Approfondimenti, appartenente alla categoria Tecniche di giardinaggio; Premessa Con questo articolo vorrei aiutarvi a evitare almeno una parte dei più comuni errori che potreste fare durante la ...

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
  #1  
Vecchio 15-06-10, 12:28
L'avatar di Gardener
Gardener Gardener è offline
Pollice Arancione
 
Data Registrazione: 26-02-09
Località: Alto Monferrato Astigiano (Usda 8b)
Messaggi: 1396
Grazie dati: 0
Ringraziato una volta in un post
Punti reputazione: 160
Predefinito Irrigazione fai-da-te: 12 errori da evitare

Premessa
Con questo articolo vorrei aiutarvi a evitare almeno una parte dei più comuni errori che potreste fare durante la progettazione e la realizzazione del vostro impianto di irrigazione fai-da-te. Essi sono, ovviamente, gli errori che ho fatto io o che ho visto fare.






1) Non abbiate fretta. La fretta non è la vostra amica. Cercate di mettere un freno alla vostra ansia di mostrare agli amici i cilindri degli irrigatori che si alzano dal suolo a un vostro cenno e dipingono volteggi d'acqua nell'aria. Con la fretta otterrete un impianto del quale potreste poi pentirvi.

2) Scegliete il fornitore con attenzione. Il mercato offre tutto ciò che vi occorre e molto di più. Esistono un paio di aziende che producono buoni strumenti per hobbisti a prezzi tutto sommato accettabili.

Al di sotto di questa fascia, ci sono produttori molto economici, ma a volte la qualità dei loro manufatti non è buona: un irrigatore che non si alza o che non raggiunge la gittata promessa, o un raccordo che gocciola, vi costringeranno a sostituirli, e alla fine spenderete di più.

Al contrario, sopra a questa fascia di mercato esistono fornitori professionali di eccellenza, ma i costi possono essere elevati e il listino o il catalogo tecnico un vero rompicapo: ricordate che non dovete irrigare lo Stadio Olimpico.

3) Scegliete una marca e rimanete su quella; ciò vi assicurerà una perfetta compatibilità fra i dispositivi.

4) Scegliete una marca diffusa. Praticamente ogni grande magazzino per il fai-da-te offre un vasto assortimento di articoli per irrigazione. Scegliete una marca che vi sarà poi facile trovare in negozi analoghi. Evitate marche di nicchia che potreste poi reperire con difficoltà.

5) Comprate in due fasi. Gli irrigatori pop-up possono essere costosi. Compratene solo uno e provatelo. Magari compratene due o tre di tipo diverso (statici, dinamici, ecc.) e fate dei test prima di procedere all'acquisto finale.

6) Non risparmiate sui tubi. In commercio potrete trovare tubi in PVC molto economici: cercate di evitare di acquistarli. Ricordate che, una volta interrato, il tubo è difficile da sostituire. Trovare una perdita potrebbe anche farvi piangere.

Ricordate che i tubi sono destinati a durare per anni. Scegliete un tubo non troppo flessibile e non troppo rigido: il tubo deve essere in grado di curvare senza piegarsi (se non riuscite a curvarlo, lasciatelo qualche ora al sole).

Un tubo di bassa qualità potrebbe evidenziare perdite o gocciolamenti in corrispondenza dei giunti, dei raccordi e degli attacchi dei pop-up. Il tubo, inoltre, potrebbe deteriorarsi col tempo a causa del freddo, del caldo o per altri motivi.

7) Scegliete una sezione adatta. Generalmente si scelgono tubi da 1/2” (mezzo pollice) o 3/4”. Un impianto con tubi da 3/4” sarà indubbiamente migliore sotto ogni punto di vista, ma assicuratevi di avere una pressione e una portata idonee. Ricordate inoltre che interrare un tubo da 3/4” sarà più difficile e che spenderete di più per raccordi, attacchi, ecc.

8) Non mescolate dispositivi diversi. Se nei primi metri della vostra linea di irrigazione avete il prato, a metà ci sono i pomodori e alla fine il vostro roseto, la prima cosa che potreste pensare di fare sarà di installare un paio di pop-up per il prato, una decina di gocciolatori per i pomodori e 5 o 6 metri di ala gocciolante.

In genere, una scelta del genere è un errore.

Ogni dispositivo lavora con portate e soprattutto tempi differenti. Ogni pianta (compreso il prato) ha esigenze idriche diverse e spesso orari diversi di somministrazione. Scegliendo un mix di questo tipo costringerete le rose a essere irrigate come un pomodoro.

9) Calcolate le portate. Questo è un errore frequente.
Analogamente a quanto detto nel punto precedente, non dimenticate, in fase di progettazione, di calcolare la portata totale di ogni dispositivo della linea.
La portata è la quantità d'acqua erogata a una pressione nota in un tempo noto.

Gli irrigatori pop-up, per esempio, dovrebbero essere sempre venduti con una tabella che indica le portate diverse per pressioni diverse.

Fate la somma della portata di ogni dispositivo e verificate che non ecceda la portata della vostra linea alla pressione che avete.

In sintesi, se la vostra linea è attaccata a un punto-acqua capace di erogare 24 lt/min e voi installate 6 pop-up da 6 lt/min prevedendo una gittata di 5 metri, la vostra linea non funzionerà o, come minimo, la gittata sarà di un paio di metri, sempre che i pop-up si elevino come previsto.





10) Non fate linee troppo lunghe. Spiegare in dettaglio le leggi base dell'idraulica sarebbe qui troppo lungo e complicato. E non sarei neppure in grado di farlo.
Vi basti sapere che maggiore è la lunghezza della linea (cioè del tubo), maggiore sarà la perdita di pressione all'allontanarsi dal punto di immissione dell'acqua.

Prendendo come base una pressione di 3bar e una portata di 30 lt/min, cercate di non superare i 16, 17 metri per linea. Questo eviterà che i dispositivi posizionati verso la fine della linea non ricevano acqua a sufficienza.
Vi assicuro che niente è più desolante che vedere un pop-up che non si alza!

11) Il vostro giardino non è Gardaland. Gli irrigatori pop-up e i dispositivi per la micro-irrigazione sono molto belli da vedere, soprattutto quando invitate gli amici per il barbecue.
Resistete alla tentazione di realizzare un impianto scenografico piuttosto che utile.

Ricordate che è sempre meglio, per quasi tutte le piante, evitare di bagnare la parte aerea.
Quindi, tenete presente che un impianto a goccia è preferibile ad un impianto a pioggia (salvo che per il prato, ovviamente).
Vi risparmierete spese e fatica per debellare le malattie fungine (come la peronospera o la sclerotinia) che non aspettano altro che un giardino troppo umido.

12) Comprate timer di qualità. I timer di solito sono piuttosto costosi. Io ne uso alcuni capaci di controllare due linee contemporaneamente e li ho pagati più di 100 euro ognuno: una vera follia rispetto a quello che contengono.
Ad ogni modo, preferite i timer elettronici a quelli meccanici.
Per capirci: meglio quelli con il display invece di quelli con le rotelline da girare. Vi assicureranno una capacità di gestione dei tempi migliore.
Scegliendo una buona marca, inoltre, sarà più facile che resistano alle intemperie senza guastarsi.




Autore: Carlo Queirolo (Gardener)
__________________
.

Spesso è assai difficile dire dove termini la forza di carattere e cominci la testardaggine. Karl Von Clausewitz
.

Ultima modifica di oldhen; 29-08-14 alle 21:24
Rispondi Con Citazione
Il seguente utente ha ringraziato Gardener per questo post
gekomax (05-06-13)

Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    


Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    

Rispondi

Tag
errori, evitare, faidate, irrigazione

Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 17:34.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0
Alcune foto potrebbero provenire da altri siti. Qualora qualcuno riconoscesse la propria foto e non avesse piacere di vederla su questo forum è invitato a comunicarlo all'Amministratore. Provvederemo a rimuoverla al più presto.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0