Giardinaggio efiori.com  



 

Torna Indietro   Giardinaggio efiori.com > Giardino e dintorni > Tecniche di giardinaggio

Arieggiatura prato erboso

Questa discussione si intitola Arieggiatura prato erboso nella sezione Tecniche di giardinaggio, appartenente alla categoria Giardino e dintorni; Citazione: Originariamente Scritto da Gardener L'arieggiatura in genere si fa a inizio primavera e a inizio autunno. Quella primaverile serve ...

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
  #11  
Vecchio 01-06-10, 14:09
L'avatar di Enrico-Vr
Enrico-Vr Enrico-Vr è offline
Pollice Bianco
 
Data Registrazione: 18-05-09
Località: VIGASIO (VR)
Messaggi: 185
Grazie dati: 0
Ringraziato 3 volte in un post
Punti reputazione: 10
Sono....: Non voglio dirlo!
Predefinito

Citazione:
Originariamente Scritto da Gardener Visualizza Messaggio
L'arieggiatura in genere si fa a inizio primavera e a inizio autunno. Quella primaverile serve a stimolare le plantule, ossigenare il terreno, favorire la germinazione delle nuove foglie e preparare il terreno per la eventuale risemina e per preparare il terreno al concime.
Quella autunnale serve più o meno per le stesse ragioni, ma previene anche il marciume del feltro e quindi la formazione di patogeni fungini.
Dire "ferro" è come non dire nulla. Non si sparge il ferro sul prato. Quale forma di ferro? Chelato? Solfato? Comunque, non ho mai sentito dire che il ferro prevenga o combatta i funghi. Semmai si usa il solfato di ferro, ma solo per accentuare un po' il colore verde. Il ferro non è neanche un concime nè un fertilizzante generico, e non fa parte dei 3 elementi di base (NPK), anche se molto spesso fa parte dei microelementi aggiuntiuvi dei concimi NPK. In genere lo il solfato di ferro si adopera per combattere i muschi, dannosi per il prato. Il chelato di ferro, invece, si usa per limitare le carenze di ferro.
Mezz'ora di irrigazione mi sembra tanta, troppa. Io calcolerei circa 4 lt/mq per una irrigazione a giorni alterni.
Anche altezza "3" o "4" vuol dire poco, secondo me, e poi dipende dal tagliaerba. E' meglio regolarsi in aliquote dell'altezza, ossia tagliare, per esempio, 1/2 dell'altezza ma non <5cm. Se aveta l'erba alta 14 cm e la riducete a 4cm, facilmente morirà, ma se la portate a 4cm e prima era a 7, starà benissimo.
Se il "seccume" non ha cause patologiche diverse o carenza d'acqua o eccesso di insolazione, potrebbe essere sclerotinia, uno dei più comuni patogeni fungini.
Io a questo punto della stagione, eviterei di concimare. Quando comincia a essere troppo caldo fa più male che bene e nella migliore delle ipotesi è inutile. Al limite, una concimazione molto molto leggera.

....dunque....
Sentito il giardiniere, anche lui ha (giustamente) sconsigliato l'arieggiatura adesso, oramai è troppo tardi.
(Non era stata fatta l'arieggiatura in primavera ma solo in autunno.....)
Ieri nel prato è stato cosparso concime a lenta cessione (appena fuori inverno era stato concimato con concime a veloce cessione ed era ora di dare la pappa alla mia erbetta...). Poi ha cosparso anche del "ferro". Non so dirti quale tipologia, non ero a casa, ma sono granuli scuri/neri che non sporcano il marciapiedi se ci annaffi sopra (così mi ha detto). Il tutto è stato fatto per una mia (parziale) colpa. Ho aspettato, complice il poco tempo ed il meteo assolutamente nefasto nel fine settimana, troppo a tagliare l'erba e qando l'ho fatto, l'ho tagliata molto bassa. Risultato: prato assolutamente inguardabile (macchie di secco, funghi "a iosa" ecc. Avevo bagnato per una settimana 15 minuti tutti i giorni (altro errore) che ha favorito, bagnando solo superficialmente il terreno, la formazione di funghi. Il giardiniere mi ha detto che è meglio bagnare "in profondità" ma saltuariamente (2 volte la settimana 20-30 minuti. dipende dal caldo). In effetti già da ieri a oggi noto una certa differenza... Giovedi ritorna il giardiniere per un trattamento più incisivo sui funghi.... Vedremo.
In definitiva i lavori "a riparazione" dei miei errori siono stati:
CONCIMAZIONE a lenta cessione
FERRO per rinvigorire/rinverdire l'erba
TRATTAMENTO antifungo.

Vedremo bene che succede, ti terrò informato.

Bye!
__________________
Visita il mio sito di pesca
www.mirrorcarpverona.it

Ultima modifica di Enrico-Vr; 01-06-10 alle 14:12
Rispondi Con Citazione

Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    

  #12  
Vecchio 01-06-10, 14:13
L'avatar di oldhen
oldhen oldhen è offline
Santa Gallina da Casale
Moderatrice Forum Giardinaggio eFiori.com

 
Data Registrazione: 08-08-09
Località: Casale Monferrato
Messaggi: 28646
Grazie dati: 855
Ringraziato 3050 volte in 2216 post
Punti reputazione: 10
Sono....: Donna
Predefinito

Citazione:
Originariamente Scritto da Enrico-Vr Visualizza Messaggio
....fatto...
(non me ne ero accorto che mancava).


ciao Gard!!!!
__________________


L'indirizzo della moderazione è
moderazione@efiori.it
Per piacere scrivere solo per richieste inerenti alla moderazione, per tutto il resto rivolgersi direttamente sul forum


Salva
Salva
Rispondi Con Citazione
  #13  
Vecchio 01-06-10, 14:52
L'avatar di Gardener
Gardener Gardener è offline
Pollice Arancione
 
Data Registrazione: 26-02-09
Località: Alto Monferrato Astigiano (Usda 8b)
Messaggi: 1396
Grazie dati: 0
Ringraziato una volta in un post
Punti reputazione: 160
Predefinito

Citazione:
Originariamente Scritto da oldhen Visualizza Messaggio
ciao Gard!!!!
Ciao cara!
__________________
.

Spesso è assai difficile dire dove termini la forza di carattere e cominci la testardaggine. Karl Von Clausewitz
.
Rispondi Con Citazione
  #14  
Vecchio 01-06-10, 15:03
L'avatar di Gardener
Gardener Gardener è offline
Pollice Arancione
 
Data Registrazione: 26-02-09
Località: Alto Monferrato Astigiano (Usda 8b)
Messaggi: 1396
Grazie dati: 0
Ringraziato una volta in un post
Punti reputazione: 160
Predefinito

Citazione:
Originariamente Scritto da Enrico-Vr Visualizza Messaggio
....dunque....
Sentito il giardiniere, anche lui ha (giustamente) sconsigliato l'arieggiatura adesso, oramai è troppo tardi.
(Non era stata fatta l'arieggiatura in primavera ma solo in autunno.....)
Ieri nel prato è stato cosparso concime a lenta cessione (appena fuori inverno era stato concimato con concime a veloce cessione ed era ora di dare la pappa alla mia erbetta...). Poi ha cosparso anche del "ferro". Non so dirti quale tipologia, non ero a casa, ma sono granuli scuri/neri che non sporcano il marciapiedi se ci annaffi sopra (così mi ha detto). Il tutto è stato fatto per una mia (parziale) colpa. Ho aspettato, complice il poco tempo ed il meteo assolutamente nefasto nel fine settimana, troppo a tagliare l'erba e qando l'ho fatto, l'ho tagliata molto bassa. Risultato: prato assolutamente inguardabile (macchie di secco, funghi "a iosa" ecc. Avevo bagnato per una settimana 15 minuti tutti i giorni (altro errore) che ha favorito, bagnando solo superficialmente il terreno, la formazione di funghi. Il giardiniere mi ha detto che è meglio bagnare "in profondità" ma saltuariamente (2 volte la settimana 20-30 minuti. dipende dal caldo). In effetti già da ieri a oggi noto una certa differenza... Giovedi ritorna il giardiniere per un trattamento più incisivo sui funghi.... Vedremo.
In definitiva i lavori "a riparazione" dei miei errori siono stati:
CONCIMAZIONE a lenta cessione
FERRO per rinvigorire/rinverdire l'erba
TRATTAMENTO antifungo.

Vedremo bene che succede, ti terrò informato.

Bye!
Guarda, ti ripeto che dire "irrigare per 20/30 minuti" è del tutto inutile se non conosci il tasso di precipitazione, che alla fine è il solo dato che conta. In 20 minuti puoi gettare 100 litri d'acqua o 10, non ha senso calcolare i minuti secondo me.
Inoltre, la quantità d'acqua dipende poco dal caldo e più da tipo di terreno. Essendo una irrigazione destinata alla profondità, e non superficiale, il caldo ha poca importanza in questo caso. Poi ci sono le irrigazioni diurne per ridurre la temperatura della cotica, ma questo è un'altro discorso.
I "granuli" di ferro che ha gettato il tuo giardiniere non li conosco. Forse è chelato, ma 1: il chelato di solito si diluisce, 2: non ho mai sentito che sia usato sui prati. Infine, non ho mai sentito dire di "ferro" in granuli.
Io non ho sconsigliato l'arieggiatura: ho solo detto che di solito si fa a primavera o autunno. Farla adesso non è per nulla controindicato, anzi io la farei comunque. Togliere feltro e altri residui è sempre meglio che lasciarli. Altra cosa è la scarificatura, questo dipende dal tipo di erba, dal clima, dall'umidità e da altri fattori.
Come ti dicevo prima, quanta erba togli (in percentuale sull'altezza) è più importante di quante ne lasci. A parte il fatto che certe essenze le puoi anche lasciare a 2cm, le essenze più comuni in genere si lasciano a 5/8cm proprio per non indebolirle. Ma se togli i 4/5 dell'erba, l'erba senza dubbio soffrirà. Insomma: se hai l'erba troppo alta meglio tagliare al 50/60% e il resto una settimana dopo.
I trattamenti sui funghi se non ci sono funghi o non si sa che funghi siano di solito non si fanno, a meno che non si tratti di trattamenti sistemici preventivi. In questo caso, usare il Folicur o equivalente (TEBUCONAZOLO).
__________________
.

Spesso è assai difficile dire dove termini la forza di carattere e cominci la testardaggine. Karl Von Clausewitz
.

Ultima modifica di Gardener; 01-06-10 alle 15:05
Rispondi Con Citazione
  #15  
Vecchio 13-07-10, 14:22
L'avatar di Enrico-Vr
Enrico-Vr Enrico-Vr è offline
Pollice Bianco
 
Data Registrazione: 18-05-09
Località: VIGASIO (VR)
Messaggi: 185
Grazie dati: 0
Ringraziato 3 volte in un post
Punti reputazione: 10
Sono....: Non voglio dirlo!
Predefinito

Non ho più risposto a GARDENER, non per "sfiducia" ma perchè prima volevo vedere l'esito di quanto fatto/suggerito dal giardiniere.
A tutt'oggi devo dire che è un disastro. Il manto erboso sembra un campo di patate con macchie di erba secca/gialla che si allarga sempre più (c'è parecchio feltro secco sotto e puzza di funghi/muffa nella parte sottostante).
L'ho interpellato e mi ha detto che potrebbe essere il caldo (la zona più danneggiata è esposta da metà mattina a sera al sole, ma non la ritengo la motivazione principale). Noto e gli faccio notare che i giardini confinanti (sempre gestiti da lui) non hanno questo problema (oppure molto limitato).
Bah! non so più che fare. Mi vien voglia di buttare giaia e chiudere tutto.....
Comunque, aspetto settembre/ottobre e poi provo ad arieggiare, riseminare, mettere terriccio dove serve, concimare e.... sperare per l'anno prossimo.
Si accettano "pacche di incoraggiamento sulle spalle"... e suggerimenti che possano migiorare l'attuale la situazione.

P.S. Esistono pubblicazioni o link che trattino in maniera completa la gestione dei manti erbosi?.
Grazie e ciao!

Enrico
__________________
Visita il mio sito di pesca
www.mirrorcarpverona.it
Rispondi Con Citazione

Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    

Rispondi

Tag
arieggiatura, erboso, prato

Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 02:18.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0
Alcune foto potrebbero provenire da altri siti. Qualora qualcuno riconoscesse la propria foto e non avesse piacere di vederla su questo forum è invitato a comunicarlo all'Amministratore. Provvederemo a rimuoverla al più presto.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0