Giardinaggio efiori.com  



 

Torna Indietro   Giardinaggio efiori.com > Giardino e dintorni > Tecniche di giardinaggio

Il freddo e le piante...protezioni invernali

Questa discussione si intitola Il freddo e le piante...protezioni invernali nella sezione Tecniche di giardinaggio, appartenente alla categoria Giardino e dintorni; Lo avrei fatto volentieri Silvana, ma purtroppo vietano espressamente la riproduzione del loro materiale per ragioni di copyright... Ps: cmq ...

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
  #11  
Vecchio 09-11-17, 18:10
L'avatar di Titti7
Titti7 Titti7 è online
Pollice Bianco
 
Data Registrazione: 10-07-17
Località: Roma
Messaggi: 451
Grazie dati: 752
Ringraziato 365 volte in 221 post
Punti reputazione: 0
Sono....: Donna
Predefinito

Lo avrei fatto volentieri Silvana, ma purtroppo vietano espressamente la riproduzione del loro materiale per ragioni di copyright...

Ps: cmq tra i vari metodi è interessante l'uso della fibra di cocco: si fa tagliare a misura, la si lega con fil di ferro o una cordicella e la si stende sopra i vasi interessati. Un altro metodo è collocare le piante più sensibili in contenitori più grandi, addirittura un grosso cesto di vimini riempito di materiale isolante. Sono delle buone idee, io non ci avevo mai pensato!!

Inviato dal mio SM-G920F utilizzando Tapatalk

Ultima modifica di Titti7; 09-11-17 alle 18:24
Rispondi Con Citazione
Il seguente utente ha ringraziato Titti7 per questo post
Silvana (09-11-17)

Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    

  #12  
Vecchio 09-11-17, 18:37
L'avatar di Silvana
Silvana Silvana è offline
Tutor della sezione: Progettiamo - Tecniche di giardinaggio - Metodi di riproduzione
 
Data Registrazione: 27-05-10
Località: Albairate (MI)
Messaggi: 11854
Grazie dati: 8029
Ringraziato 3064 volte in 2239 post
Punti reputazione: 335
Invia un messaggio via Skype™ a Silvana Sono....: Donna
Predefinito

Citazione:
Originariamente Scritto da Titti7 Visualizza Messaggio
.. tra i vari metodi è interessante l'uso della fibra di cocco: si fa tagliare a misura, la si lega con fil di ferro o una cordicella e la si stende sopra i vasi interessati.

Un altro metodo è collocare le piante più sensibili in contenitori più grandi, addirittura un grosso cesto di vimini riempito di materiale isolante. Sono delle buone idee, io non ci avevo mai pensato!!
Ottimo Titti grazie ..anche queste sono ottime soluzioni
__________________
Da ogni minuscolo germoglio nasce un "albero con molte fronde
Ogni fortezza si erige con la posa della prima pietra.
Ogni viaggio comincia con un solo passo.
Rispondi Con Citazione
Il seguente utente ha ringraziato Silvana per questo post
Titti7 (09-11-17)
  #13  
Vecchio 09-11-17, 19:47
L'avatar di Silvana
Silvana Silvana è offline
Tutor della sezione: Progettiamo - Tecniche di giardinaggio - Metodi di riproduzione
 
Data Registrazione: 27-05-10
Località: Albairate (MI)
Messaggi: 11854
Grazie dati: 8029
Ringraziato 3064 volte in 2239 post
Punti reputazione: 335
Invia un messaggio via Skype™ a Silvana Sono....: Donna
Predefinito Come usare il TNT

Sembrerebbe facile e scontato ...ma ..ho trovato altre info utili .

Citazione:
. La protezione con tessuto non tessuto (tnt) deve essere usata oculatamente, un mal utilizzo potrebbe creare più danni che benefici. Il tnt è un tessuto sintetico che, consentendo il passaggio di aria, lascia "traspirare" la pianta, inoltre permette il passaggio dei raggi solari.

E' importante non avvolgere direttamente le piante, specie se sempreverdi, con TNT; il tessuto non tessuto, infatti, trattiene l'umidità e, se fosse a diretto contatto con le foglie, le terrebbe molto più umide rispetto a foglie a contatto con l'aria. Questo, unito ai maggiori sbalzi termici, brucerebbe le foglie e debiliterebbe le nostre piante più di quanto succederebbe con piante non protette.
L'effetto sarebbe ancora peggio se, al posto di tessuto non tessuto, utilizzassimo altri materiali.
La plastica o materiali che impediscano il circolo di aria sono da evitare.
Ma allora come si deve usare il Tessuto Non Tessuto?

Citazione:
.Bisogna creare uno scheletro, ad esempio utilizzando canne di bambù o sostegni di ferro, attorno alla pianta da proteggere. Questo "scheletro" deve essere sufficientemente lontano dalle foglie e deve delimitare uno spazio non troppo angusto.
Attorno ad esso si "arrotolano" un paio di strati di TNT, fissandoli con delle mollette ai paletti di sostegno; è importante che la copertura parti dal basso della pianta e non sia aperta alla sommità. Il calore viene infatti ceduto dal terreno verso l'alto e, se potesse disperdersi lateralmente o uscire dall'alto, non apporterebbe quel minimo vantaggio che questa protezione offre. Si deve evitare che le foglie siano a contatto diretto con il tessuto non tessuto.
Che Vantaggi si ottengono con una copertura con Tessuto Non Tessuto ?

Citazione:
.Una struttura fatta col TNT ha il vantaggio di creare un ambiente più riparato, di proteggere dal vento e dal contatto con la brina (che rimane all'esterno della struttura).
Tuttavia, contrariamente a quel che si creda, la temperatura interna è notevolmente più alta solo di giorno col sole che ci batte contro generando un effetto serra.

Le differenze delle temperature minime tra interno ed esterno sono spesso irrisorie, questo perché, di notte, il raffreddamento è rapido e, anche se la dispersione di calore attraverso il TNT è attenuata, la temperatura interna va in equilibrio con quella esterna.

In altre parole ci vorrà semplicemente più tempo per raggiungere le stesse (o quasi) temperature, questo è comunque un vantaggio perché riduce le ore di esposizione alla temperatura minima.

Il TNT accumula calore e lo trattiene più a lungo, ma per accumulare calore ci deve essere una fonte, di giorno è il sole, di notte l'unica fonte di calore arriva dalla terra, ma è poca roba.

Per capire questo concetto pensate ad un giaccone, quando lo mettete in una fredda nottata invernale, avvertite un senso di calore. Questo perché noi, contrariamente alle piante, emaniamo calore, che "rimane intrappolato" nel giaccone, invece che disperdersi nell'ambiente.

Se sotto il giaccone non ci fosse un "termosifone naturale", durante una nottata la temperatura dentro e fuori dal giaccone sarebbe più o meno la stessa.

Un altro esempio potrebbe essere la macchina: provate a lasciare una bottiglia d'acqua all'interno durante una notte a 0° C (32°F), vedrete che, la mattina seguente, sarà ghiacciata, cosa che invece non succederebbe con una giornata di sole, anche se la temperatura esterna fosse la stessa.

Come Posso Aumentare le Temperature Minime all'Interno della Struttura Costruita col Tessuto Non tessuto?


Citazione:
.Dato che le piante non emanano calore, se vogliamo temperature notturne più miti, dovremo fornire calore alla struttura. Un modo semplice e non troppo dispendioso è quello di collocare delle lampadine (tipo quelle di natale) alla base della pianta. Nelle notte più gelide sarà sufficiente tenerle accese, il calore emanato per tutta la notte da queste lampade di natale sarà trattenuto dal tessuto non tessuto e l'ambiente interno si manterrà diversi gradi più caldo rispetto all'esterno.

Un altro metodo più economico, ma anche più rischioso, è quello di collocare alla base della pianta (non troppo vicino al tronco), 4-5 bottiglie da 2 litri riempite con acqua molto calda. Alla mattina le troverete ghiacciate ma, per diventare tali, avranno ceduto molto calore, mantenendo l'interno "meno gelido" dell'esterno.
Ovviamente l'operazione è da ripetersi ogni sera e, più la struttura è grande, e più litri di acqua bollente saranno necessari.

Un corretto utilizzo degli strumenti sopraelencati può essere per proteggere piccole piante e permettere loro di diventare grandi, sorpassando i primi (e i più) delicati inverni.
Tuttavia non garantiscono miracoli e, se si vuole coltivare una pianta climaticamente troppo lontana dalle nostre zone, sarà indispensabile adottare un rimedio alternativo, come ad esempio una serra calda, ma di questo parleremo altrove.

Alle bottiglie di acqua calda non c avevo mai pensato ...quindi potrei usarle anche per la mia serretta

__________________
Da ogni minuscolo germoglio nasce un "albero con molte fronde
Ogni fortezza si erige con la posa della prima pietra.
Ogni viaggio comincia con un solo passo.

Ultima modifica di Silvana; 09-11-17 alle 20:01
Rispondi Con Citazione
  #14  
Vecchio 09-11-17, 19:48
L'avatar di amantedeifiori
amantedeifiori amantedeifiori è offline
Pollice indaco
 
Data Registrazione: 30-12-08
Località: Mugello
Messaggi: 4758
Grazie dati: 1298
Ringraziato 1493 volte in 916 post
Punti reputazione: 470
Sono....: Donna
Predefinito

Grazie Silvana e Titti dei vostri interventi
__________________
Castelluccio di Norcia
Rispondi Con Citazione
I seguenti 2 utenti hanno ringraziato amantedeifiori per questo post
Silvana (09-11-17), Titti7 (09-11-17)
  #15  
Vecchio 09-11-17, 20:23
L'avatar di Silvana
Silvana Silvana è offline
Tutor della sezione: Progettiamo - Tecniche di giardinaggio - Metodi di riproduzione
 
Data Registrazione: 27-05-10
Località: Albairate (MI)
Messaggi: 11854
Grazie dati: 8029
Ringraziato 3064 volte in 2239 post
Punti reputazione: 335
Invia un messaggio via Skype™ a Silvana Sono....: Donna
Predefinito Come proteggere le piante dal freddo con la pacciamatura

La pacciamatura consiste nel predisporre ai piedi della pianta, in corrispondenza della proiezione della chioma sul terreno, uno strato di materiale naturale (come corteccia di pino, paglia, fieno, resti trinciati di potatura, torba o foglie secche).

Questo materiale deve formare uno strato dello spessore di circa 8 – 10 cm, con scopo di proteggere le radici dai possibili danni da gelo.

Ricorda che i materiali come la torba e la corteccia di pino tendono ad acidificare il terreno, pertanto è preferibile utilizzarli su piante acidofile come azalee, camelie e rododendri.

Questo tipo di protezione è ideale anche per le piante appena messe a dimora. In questo caso, lo strato di materiale naturale deve presentare uno spessore di almeno 15 – 20 cm, in modo che ripari dal freddo le radici. Inoltre la pacciamatura ha la funzione di impedire l’inaridimento del terreno nel caso in cui l’inverno decorra troppo asciutto e / o ventoso.

Come funziona la pacciamatura?

Segui questi passaggi e prova a rifarla nel tuo giardino.

1- Prepara la zona in cui dovrai riporre la pacciamatura tagliando l’erba e lavorando la parte più superficiale con una mini motozappa elettrica o con una micro motozappa a scoppio;

2- Posa direttamente sul terreno, oppure sopra di esso, un tessuto non tessuto od un telo plastico per riporre il materiale inorganico;

3- Utilizzando un biotrituratore puoi triturare i residui della pulizia pre invernale come rami, foglie e altro materiale verde direttamente a casa tua

4- Una volta che hai ottenuto il composto, utilizza un carriola, se abiti in zone di pendenza e utilizza un rastrello per distribuire il materiale ottenuto ai piedi delle piante.


Consigli utili prima di fare la pacciamatura

Non "pacciamare" in prossimità di getti o tronchi degli alberi, ma lascia un margine di 10 / 15 cm per favorire la respirazione delle piante.

Eviterai così anche i ristagni idrici.

Nella pacciamatura non introdurre piante malate perché potrebbero intaccare quelle sane.

Rinnova ogni anno la pacciamatura quando si sarà degradata o nel caso in cui sia entrata troppo nel suolo.


__________________
Da ogni minuscolo germoglio nasce un "albero con molte fronde
Ogni fortezza si erige con la posa della prima pietra.
Ogni viaggio comincia con un solo passo.

Ultima modifica di Silvana; 09-11-17 alle 20:26
Rispondi Con Citazione
Il seguente utente ha ringraziato Silvana per questo post
Titti7 (09-11-17)
  #16  
Vecchio 12-11-17, 12:16
L'avatar di Silvana
Silvana Silvana è offline
Tutor della sezione: Progettiamo - Tecniche di giardinaggio - Metodi di riproduzione
 
Data Registrazione: 27-05-10
Località: Albairate (MI)
Messaggi: 11854
Grazie dati: 8029
Ringraziato 3064 volte in 2239 post
Punti reputazione: 335
Invia un messaggio via Skype™ a Silvana Sono....: Donna
Predefinito Il freddo e le piante...protezioni invernali

Dal momento che ho tutto questo ben di Dio di foglie che cascano dai liquidambar



ogni anno trasformo l'aiuola là sotto nel ricovero invernale per molti dei miei vasetti di piante o talee




l'aiuola degli hellebori ,che sto ripiantando piano piano un pó ogni anno con le piantine che si autoseminano e crescono spontaneamente dall'altra aiuola ,,già ad ora è stata coperta spontaneamente dalle foglie che cadono da sopra e formano una morbida copertina.



Per gli altri vasi ho radunato un bel mucchio di foglie ...poi ho messo sopra una rete che avevo a disposizione





quindi ho appoggiato sopra i vasetti...ed ho ricoperto il tutto con altre foglie in modo che rimangano il più possibile protetti



per altre piante un po' più delicate ho messo sotto un pannello di polistirolo trovato in discarica che faceva proprio al caso mio ...lo uso da mettere sotto ai vasi in modo che sentano meno il gelo quando arriverà



qualche settimana fa rastrellando le aiuole ho raccolto un po' di bulbi di Scilla campanulata che erano riaffiorati e non sapendo dove conservarli in attesa di ripiantarli da qualche parte li ho messi sotto al mucchio di foglie così sono al buio ed al fresco





Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
__________________
Da ogni minuscolo germoglio nasce un "albero con molte fronde
Ogni fortezza si erige con la posa della prima pietra.
Ogni viaggio comincia con un solo passo.

Ultima modifica di Silvana; 12-11-17 alle 13:17
Rispondi Con Citazione
I seguenti 3 utenti hanno ringraziato Silvana per questo post
carlina (13-11-17), Fannymac (12-11-17), Titti7 (12-11-17)
  #17  
Vecchio 16-11-17, 09:34
L'avatar di Silvana
Silvana Silvana è offline
Tutor della sezione: Progettiamo - Tecniche di giardinaggio - Metodi di riproduzione
 
Data Registrazione: 27-05-10
Località: Albairate (MI)
Messaggi: 11854
Grazie dati: 8029
Ringraziato 3064 volte in 2239 post
Punti reputazione: 335
Invia un messaggio via Skype™ a Silvana Sono....: Donna
Predefinito

Aggiungo qui un"idea che mi sono inventata per riparare i vasi dove fa parecchio freddo

Copertura invernale per vasi
__________________
Da ogni minuscolo germoglio nasce un "albero con molte fronde
Ogni fortezza si erige con la posa della prima pietra.
Ogni viaggio comincia con un solo passo.
Rispondi Con Citazione

Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    

Rispondi

Tag
invernali, protezioni

Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 13:14.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2017, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0
Alcune foto potrebbero provenire da altri siti. Qualora qualcuno riconoscesse la propria foto e non avesse piacere di vederla su questo forum è invitato a comunicarlo all'Amministratore. Provvederemo a rimuoverla al più presto.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2017, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0