Giardinaggio efiori.com  



 

Torna Indietro   Giardinaggio efiori.com > Giardino e dintorni > Tecniche di giardinaggio

Aghi di pino per acidofile... come si utilizzano ?

Questa discussione si intitola Aghi di pino per acidofile... come si utilizzano ? nella sezione Tecniche di giardinaggio, appartenente alla categoria Giardino e dintorni; ho sempre sentito parlare del potere acidificante degli aghi di pino, usati come pacciamante sulle acidofile, ma non li ho ...

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
  #1  
Vecchio 08-09-19, 18:41
L'avatar di Silvana
Silvana Silvana è online
Tutor della sezione: Progettiamo - Tecniche di giardinaggio - Metodi di riproduzione
 
Data Registrazione: 27-05-10
Località: Albairate (MI)
Messaggi: 18216
Grazie dati: 15441
Ringraziato 7611 volte in 5540 post
Punti reputazione: 335
Invia un messaggio via Skype™ a Silvana Sono....: Donna
Predefinito Aghi di pino per acidofile... come si utilizzano ?

ho sempre sentito parlare del potere acidificante degli aghi di pino, usati come pacciamante sulle acidofile, ma non li ho mai utilizzati mancandomi la materia prima

ora invece sto aspettando di ricevere da mio fratello due bei sacchi di aghi di pino, tolti alla base di due grossi pini del loro giardino condominiale .. per poi metterli sulle aiuole delle mie acidofile, previa pulitura da foglie ed ramaglie

nel frattempo che troverò il tempo per andare a prendermeli, ho pensato di andare a cercare un pino nei paraggi, per raccoglierne un po' da usare mischiati al terriccio di alcune piante acidofile che dovrei rinvasare prossimamente

però ora mi domando..

usato come pacciamante se ne sparge un po' sul terreno alla base delle piante oppure si mettono nella buca di impanto così si degradano più velocemente acidificando.. giusto?

ma se io volessi mischiarsi al terriccio di una balconetta, quanto ne devo o ne posso mettere?.. li metto interi o li devo minuzzare? devo in qualche modo sterilizzarli, che ne so in forno o nel microonde, dal momento che li ho raccolti da terra sotto ad un pino, ma potrebbero esserci semi di infestanti o di muffe ?




come minimo dovrò setacciarli per togliere almeno i pezzi dei gambi
__________________

Ultima modifica di Silvana; 08-09-19 alle 19:43
Rispondi Con Citazione

Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    

  #2  
Vecchio 08-09-19, 21:59
L'avatar di marcolindeifior
marcolindeifior marcolindeifior è offline
Pollice Bianco
 
Data Registrazione: 15-11-13
Località: bergamo
Messaggi: 220
Grazie dati: 30
Ringraziato 202 volte in 117 post
Punti reputazione: 0
Sono....: Uomo
Predefinito

ciao Silvana …

cosi a sensazione….. io non li mischierei direttamente alla terra da acidificare amenoche' vuoi mangiar porcini a km 0 )

buona idea invece compostarli con del concime vedi letame … e tenerli ben girati ed utilizzarli solo quando non vedi piu' gli aghi.

quella di sminuzzarli e sterilizzarli mi sembra poco pratico ed ancora meno utile …

su quanto letame fresco e aghi di pino usar non so dirti , ne so dirti quanto potere di acidificar il terreno possa avere il miracoloso terriccio ma di sicuro e' un modo molto virtuoso di riutilizzare questo materiale e ridonarlo all ambiente risparmiando soldi benzina e posto sullo scaffale di supermercato reparto acidofile .))


ahh i funghi li ho visti davvero!! nei vasi dei mirtilli del mio socio che mosso dalle piu' nobili intenzioni ci aveva buttato un bel po di aghi di pino mischiandoli alla rinfusa nel terreno cosi nature )


i funghi che gli son venuti in autunno mi sembra bianchi e non blu come i mirtilli ( non erano porcini aime' )

mentre le preziose piantine di mirtilli l'anno dopo li potevamo fumare tant' eran rinsecchitte …

se quelle povere piantine potevan autoeradicarsi e scappar dai terribili funghi lo avrebbero fatto di certo …

questa e' stata la nostra
tragicomica esperienza dell'utilizzo di aghi di pino … da allora li abbiamo solo utilizzati nella concimaia e ben mescolati alle altre sostanza da compostare e sempre con letame che aiuta ogni tipo di decomposizione anche la piu' difficoltosa come quella degli aghi di conifere.

Ultima modifica di marcolindeifior; 08-09-19 alle 22:21
Rispondi Con Citazione
Il seguente utente ha ringraziato marcolindeifior per questo post
Silvana (09-09-19)
  #3  
Vecchio 08-09-19, 23:42
L'avatar di amterme63
amterme63 amterme63 è offline
Pollice Giallo
 
Data Registrazione: 10-11-15
Località: Fucecchio (FI)
Messaggi: 744
Grazie dati: 672
Ringraziato 1017 volte in 516 post
Punti reputazione: 0
Sono....: Uomo
Predefinito

Io invece ho a disposizione una discreta abbondanza di aghi di pino, che ogni sventata deposita su di un marciapiede.
Li spazzo e li ammucchio tutti insieme in una specie di incavo. Lì li lascio svernare.
Si decompongono molto lentamente. In ogni caso, a primavera, quando in genere faccio i rinvasi per le acidofile, "gratto" la parte inferiore del mucchio di aghi (diventata nel frattempo una specie di humus nerastro) e utilizzo quella.
In genere un inverno è sufficiente per degradare una buona quantita di aghi di pino. Risultati migliori si ottengono però dopo più di un anno.
Rispondi Con Citazione
Il seguente utente ha ringraziato amterme63 per questo post
Silvana (09-09-19)
  #4  
Vecchio 09-09-19, 00:09
L'avatar di Infinity
Infinity Infinity è offline
Sua Moderazione Infynita
Vice Amministratrice Forum Giardinaggio eFiori.com

 
Data Registrazione: 05-04-12
Località: Piemonte
Messaggi: 7472
Grazie dati: 385
Ringraziato 3208 volte in 1815 post
Punti reputazione: 280
Sono....: Donna
Predefinito

Concordo con amterme63 sulla loro velocità di decomposizione.

Farebbero più in fretta se le macinassi fini fini (comete foglie cadute).

In superficie sotto le piante ho visto che funzionano bene come pacciamatura.

Parlando con giardinieri, produttori di compost &c siamo arrivati alla conlusione che la quantità di aghi che ci vorrebbe per ottenere un effetto acidificante del terreno significativo e duraturo è molta di più della quantità raccolta sotto le piante.
__________________


L'indirizzo della moderazione è
moderazione@efiori.it
Per piacere scrivere solo per richieste inerenti alla moderazione, per tutto il resto rivolgersi direttamente sul forum
Rispondi Con Citazione
Il seguente utente ha ringraziato Infinity per questo post
Silvana (09-09-19)
  #5  
Vecchio 09-09-19, 00:39
L'avatar di giulio51
giulio51 giulio51 è offline
Pollice d'oro in acidofile

 
Data Registrazione: 03-06-13
Località: Toscana
Messaggi: 778
Grazie dati: 24
Ringraziato 1156 volte in 497 post
Punti reputazione: 25
Sono....: Uomo
Predefinito

Da leggere per approfondire:

https://www.researchgate.net/profile...c9d1f91c73.pdf

https://davesgarden.com/guides/articles/view/2702
__________________
Nella vita tutto è relativo...
Rispondi Con Citazione
Il seguente utente ha ringraziato giulio51 per questo post
Silvana (09-09-19)

Alt Oggi
Fiore
Pubblifiore :p
 
Data registrazione: 01-01-2001
Località: Prato di casa
Interessi: Giardinaggio
Messaggi: 999999
Sono: un fiore pubblicitario
Standard Link sponsorizzati

    

Rispondi

Tag
acidofile, aghi, pino, utilizzano

Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato



Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 20:20.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0
Alcune foto potrebbero provenire da altri siti. Qualora qualcuno riconoscesse la propria foto e non avesse piacere di vederla su questo forum è invitato a comunicarlo all'Amministratore. Provvederemo a rimuoverla al più presto.

Powered by vBulletin® Version 3.8.5
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0