Dopo aver progettato le forme delle aiuole e prima di seminare un prato, dobbiamo pensare alla realizzazione di un percorso adatto al calpestio, che resti facilmente pulito, sia stabile al passaggio e, cosa non da poco, si inserisca nell’ambiente circostante che andremo a realizzare.

Per questo, come prima cosa daremo uno sguardo a diversi suggerimenti reperibili su riviste, siti, testi vari e poi, chiusi tutti i suggerimenti nella nostra mente, faremo come meglio riteniamo secondo il nostro gusto e i nostri obiettivi.

Quanto vi descrivo riguarderà perciò la sola parte tecnica dell’opera per un "fai da te" senza costi eccessivi e senza particolari difficoltà di realizzazione.

Scelta del materiale: va bene di tutto, dalle pietre naturali ai mattoni in cotto, mentre non tratterò le tecniche per eseguire una pavimentazione con cemento e piastrelle come fosse una stanza.

I materiali naturali, come le pietre, si trovano in commercio presso rivenditori di materiali edili sotto forma di “scorza”, termine che indica il primo strato del taglio di un blocco di pietra.
Si presenta con una superficie irregolare ma non troppo e ha spessori che vanno dai 2-4 ai 6-8 centimetri.
Gli spessori minori sono adatti ai rivestimenti e non fanno al nostro caso.
Per quanto riguarda le forme, la più economica è quella irregolare naturale, forme tagliate a misura ci costeranno di più e saranno adatte a un ambiente di stile moderno.

I mattoni in cotto si reperiscono sia come veri e propri mattoni delle dimensioni di 12,5 x 25 cm e di 3 - 5 cm di spessore, sia sotto forma di pianelle di dimensioni diverse.
I mattoni potranno essere disposti sia in verticale sul lato corto, risulterà quindi un lato "a vista" di 3/5 cm x 25 cm, oppure orizzontalmente, per cui avremo dei mattoni di dimensioni 12,5 x 25 cm.

La scelta dello spessore del materiale definirà la tecnica di preparazione e di posa.

Le pietre naturali molto spesse sono anche di dimensioni piuttosto grandi (oltre i 50 cmq) e il loro peso le renderà stabili senza bisogno di particolari accorgimenti; rimanendo ferme da sole, possono essere posate anche direttamente sul prato che basterà solo livellare con un rastrello, rendendolo soffice e usando come sottofondo uno strato di materiale fine come sabbia o pozzolana; dopo la posa si bagnerà per far riempire i vuoti del sottofondo.

Per pietre più sottili e per i mattoni, invece, abbiamo bisogno di predisporre un fondo di alloggiamento più preciso e compatto.

Per avere un'idea della quantità di materiale necessaria bisogna calcolare che con un bancale di "scorza" dello spessore di 2-4 cm. (che pesa all’incirca 18 q) potranno essere realizzati circa 23 mq quindi circa 20/25 metri di viale e saranno necessari circa 3 metri cubi di pozzolana o sabbia.
La quantità di mattoni, naturalmente, varierà a seconda che si voglia posizionarli "di costa" od orizzontalmente mentre la quantità di sabbia per il fondo sarà la medesima.


Autore: Daniela Distefano (Dany58)